RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 15 lingue
Nuove lingue disponibili:  CS - HU - PL - RO

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Voli congiunti per l'allontanamento degli immigrati illegali

Obiettivo della decisione in oggetto è coordinare gli allontanamenti congiunti per via aerea, da due o più Stati membri, dei cittadini di paesi terzi destinatari di provvedimenti di allontanamento.

ATTO

Decisione 2004/573/CE del Consiglio del 29 aprile 2004 relativa all'organizzazione di voli congiunti per l'allontanamento dei cittadini di paesi terzi, illegalmente presenti nel territorio di due o più Stati membri [Cfr atti modificativi].

SINTESI

La presente decisione definisce le modalità di organizzazione dei voli di rimpatrio * per i cittadini di paesi terzi * destinatari di provvedimenti di allontanamento individuali. In particolare, individua i compiti specifici delle autorità designate dagli Stati membri organizzatori * e i compiti comuni.

La decisione è stata adottata senza il parere del Parlamento europeo.

Ciascun Stato membro nomina l'autorità nazionale incaricata dell'organizzazione dei voli congiunti *. Le autorità nazionali dello Stato membro organizzatore devono:

  • scegliere il vettore aereo e determinare con quest'ultimo tutti i costi pertinenti del volo congiunto;
  • chiedere e ricevere dai paesi terzi di transito e di destinazione le autorizzazioni richieste per l'attuazione del volo congiunto;
  • avvalersi dei contatti e prendere le disposizioni appropriate per l'organizzazione del volo congiunto con gli Stati membri partecipanti *;
  • definire le modalità operative e determinare, d'intesa con gli Stati membri partecipanti, il numero delle scorte * necessario in relazione al numero di cittadini di paesi terzi da allontanare;
  • concludere tutti gli accordi finanziari appropriati con gli Stati membri partecipanti.

Lo Stato membro partecipante comunica all'autorità nazionale dello Stato membro organizzatore che intende partecipare al volo congiunto, specificando il numero dei cittadini di paesi terzi da allontanare e fornisce un numero sufficiente di scorte per ciascuno di quei cittadini.

Lo Stato membro organizzatore e ciascuno Stato membro partecipante:

  • assicurano che ogni cittadino di paese terzo e le scorte siano in possesso di documenti di viaggio validi e di qualsiasi altro documento aggiuntivo necessario, quali visti di ingresso o di transito, certificati o cartelle sanitarie;
  • informano le rispettive rappresentanze diplomatiche e consolari nei paesi terzi di transito e destinazione riguardo agli accordi relativi al volo congiunto per ottenere l'assistenza necessaria.

Gli orientamenti comuni sulle disposizioni di sicurezza, sullo stato di salute dei rimpatriandi, sul codice di condotta per il personale della scorta e sull'uso delle misure coercitive figurano nell'allegato alla decisione.

Le disposizioni di sicurezza applicabili all'allontanamento congiunto per via aerea riguardano cinque fasi: la fase precedente al rimpatrio, la fase precedente alla partenza nell'aeroporto di partenza o di scalo, la procedura durante il volo, la fase di transito e la fase d'arrivo.

Termini chiave dell'atto
  • Cittadino di paesi terzi: la persona che non ha la cittadinanza di uno Stato membro dell'Unione europea, della Repubblica d'Islanda o del Regno di Norvegia.
  • Stato membro organizzatore: lo Stato membro incaricato dell'organizzazione di voli congiunti.
  • Stato membro partecipante: lo Stato membro che partecipa a voli congiunti organizzati dallo Stato membro organizzatore.
  • Volo congiunto: le operazioni di trasporto di cittadini di paesi terzi, effettuate da un vettore aereo a tal fine designato.
  • Operazione di allontanamento e allontanamenti congiunti per via aerea: tutte le attività che sono necessarie al rimpatrio dei cittadini dei paesi terzi interessati, incluso il trasporto su voli congiunti.
  • Scorta: il personale di sicurezza, incaricato di accompagnare i cittadini di paesi terzi a bordo del volo congiunto e le persone preposte all'assistenza medica e gli interpreti.

RIFERIMENTI

AttoData di entrata in vigoreData limite di trasposizione negli Stati membriGazzetta ufficiale
Decisione 2004/573/CE7.8.2004-GU L 261 del 6.8.2004
Ultima modifica: 03.12.2007
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina