RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 15 lingue
Nuove lingue disponibili:  CS - HU - PL - RO

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Accademia europea di polizia (CEPOL)

La presente decisione è volta a migliorare il funzionamento della CEPOL, prevedendone in particolare il finanziamento dal bilancio generale dell'Unione europea ed applicando lo statuto dei funzionari e degli altri agenti delle Comunità europee al personale dell'Accademia. L'Accademia europea di polizia è una rete di cooperazione formata dagli istituti nazionali di formazione degli alti funzionari delle forze di polizia. Essa mira a sviluppare un approccio comune ai principali problemi in materia di prevenzione e di lotta alla criminalità tramite la formazione, l'elaborazione di programmi armonizzati e la diffusione delle migliori prassi.

ATTO

Decisione 2005/681/GAI del Consiglio, del 20 settembre 2005, che istituisce l'Accademia europea di polizia (CEPOL) e che abroga la decisione 2000/820/GAI.

SINTESI

LA CEPOL è stata inizialmente istituita con decisione del Consiglio del 22 dicembre 2000. La relazione sui primi tre anni di funzionamento ha posto l'accento su numerose difficoltà. Nelle conclusioni del 24 febbraio 2005 il Consiglio invita all'attuazione di miglioramenti nel funzionamento dell'Accademia europea di polizia ("CEPOL" o altrimenti nota come "AEP"): risulta che la CEPOL può funzionare meglio se finanziata dal bilancio generale e se viene applicato al suo personale lo statuto dei funzionari e degli altri agenti delle Comunità europee. La presente decisione istituisce un'Accademia europea di polizia che succede alla CEPOL istituita con la decisione 2000/820/GAI. Essa conferisce alla CEPOL lo status di organismo finanziato dal bilancio delle Comunità europee e prevede misure transitorie per la successione giuridica generale.

L'organizzazione della CEPOL

LA CEPOL è una rete che riunisce gli istituti nazionali di formazione degli alti funzionari delle forze di polizia. È gestita da due organi: il consiglio d'amministrazione ed il direttore. Un segretariato generale svolge i compiti amministrativi.

I membri del consiglio di amministrazione sono i direttori degli istituti nazionali di formazione. Ogni delegazione nazionale (costituita da uno o più direttori di istituti nazionali di formazione) dispone di un voto in seno al consiglio di amministrazione. Rappresentanti del segretariato generale del Consiglio, della Commissione e dell'Europol assistono alle riunioni del consiglio di amministrazione in qualità di osservatori, senza diritto di voto.

Il consiglio d'amministrazione adotta le decisioni a maggioranza dei due terzi dei suoi membri, ad eccezione del progetto di bilancio da presentare alla Commissione, che richiede l'unanimità. Adotta, tra l'altro, programmi, moduli di formazione e metodi di apprendimento comuni, nonché la relazione annuale della CEPOL. Il consiglio d'amministrazione decide anche in merito alla nomina del direttore.

Il direttore è nominato dal consiglio di amministrazione sulla base di un elenco di almeno tre candidati ed è responsabile dell'amministrazione quotidiana dei lavori della CEPOL. Inoltre, esegue il bilancio, mantiene i contatti con i pertinenti servizi degli Stati membri e coordina l'attuazione del programma di lavoro. Il direttore è soggetto allo statuto dei funzionari europei e degli altri agenti comunitari.

Il segretariato assiste la CEPOL nei compiti amministrativi necessari e nella realizzazione del programma annuale. Il personale del segretariato è soggetto allo statuto dei funzionari europei e degli altri agenti comunitari.

La CEPOL ha personalità giuridica. Il direttore amministrativo ne è il rappresentante legale. La CEPOL ha sede a Bramshill, nel Regno Unito.

Finanziamento della CEPOL dal bilancio dell'UE

LA CEPOL è finanziata dal bilancio comunitario. Le spese a carico del bilancio comunitario comprendono le spese del personale, amministrative, di infrastruttura e d'esercizio. Entro il 31 marzo di ogni anno il consiglio d'amministrazione approva il progetto di bilancio provvisorio per la CEPOL e lo trasmette alla Commissione e all'autorità di bilancio, ossia al Parlamento europeo e al Consiglio, insieme al progetto preliminare di bilancio generale dell'Unione europea. L'autorità di bilancio adotta il bilancio definitivo della CEPOL.

Il regolamento (CE) n. 1073/1999 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 maggio 1999, relativo alle indagini svolte dall'Ufficio per la lotta antifrode (OLAF) si applica senza restrizioni alla CEPOL, che aderisce alle altre disposizioni relative alla lotta antifrode quali gli accordi interistituzionali in materia.

La presente decisione ha effetto con decorrenza dal 1º gennaio 2006. Entro cinque anni da tale data e successivamente ogni cinque anni, il consiglio di amministrazione ordina una valutazione esterna indipendente sull'attuazione della presente decisione.

RIFERIMENTI

Atto Data di entrata in vigore Data limite di trasposizione negli Stati membri Gazzetta ufficiale
Decisione del Consiglio 2005/681/GAI 01.01.2006 - GU 256 del 01.10.2005
Ultima modifica: 10.11.2005

Vedi anche

Per ulteriori informazioni, è possibile consultare i seguenti siti Internet:

  • Commissione europea: Direzione generale degli Affari interni (EN)
  • CEPOL (EN)
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina