RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 15 lingue
Nuove lingue disponibili:  CS - HU - PL - RO

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Sicurezza dei giocattoli

I giocattoli immessi sul mercato europeo possiedono un elevato livello di sicurezza. Difatti l'armonizzazione operata nel 1988 prevede precisi requisiti di sicurezza in fase di fabbricazione e di commercializzazione di tali prodotti. I progressi tecnologici nel settore dei giocattoli e la definizione di requisiti minimi in materia di vigilanza del mercato, richiedono tuttavia un'evoluzione della legislazione.

ATTO

Direttiva 2009/48/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 18 giugno 2009 sulla sicurezza dei giocattoli (Testo rilevante ai fini del SEE).

SINTESI

All'interno dell'Unione europea (UE), i giocattoli devono rispondere a requisiti di sicurezza e a regole di commercializzazione. I giocattoli sono prodotti progettati o destinati, in modo esclusivo o meno, a essere utilizzati per fini di gioco da bambini di età inferiore a 14 anni. I prodotti elencati nell'allegato I della presente direttiva possono essere utilizzati dai bambini ma non sono considerati come giocattoli.

Requisiti di sicurezza

I giocattoli immessi sul mercato devono poter essere utilizzati senza arrecare pericolo alla salute e alla sicurezza, per tutta la loro durata di impiego prevedibile e normale. Devono altresì essere conformi a:

  • i requisiti essenziali di sicurezza relativi all'età, al comportamento dei bambini e alle regole di utilizzo delle sostanze chimiche;
  • i requisiti particolari di sicurezza di cui all'allegato II, relativi alle proprietà fisiche, meccaniche, elettriche e chimiche, alla loro infiammabilità, all'igiene e alla radioattività.

Sui prodotti sono riportate le avvertenze che specificano le condizioni e le restrizioni d'uso appropriate.

I prodotti che rispondono ai requisiti di sicurezza circolano liberamente sul territorio comunitario e devono recare la marcatura CE di conformità.

Conformità dei prodotti

Gli operatori economici sono responsabili della conformità dei prodotti, in funzione del rispettivo ruolo che rivestono nella catena di fornitura.

Il fabbricante verifica che i suoi prodotti rispettino i requisiti essenziali e particolari di sicurezza. Egli redige una dichiarazione CE di conformità e procede alla valutazione della sicurezza dei giocattoli prima della loro commercializzazione, conformemente alla decisione 768/2008/CE.

Qualora il fabbricante nomini un rappresentante autorizzato, il suo mandato contiene gli obblighi minimi nei confronti delle autorità nazionali. Egli deve poter fornire la prova della conformità di un prodotto e cooperare al fine di eliminare i potenziali rischi.

L'importatore verifica la conformità dei prodotti che immette sul mercato. In caso di non conformità, ne informa il fabbricante e le autorità di vigilanza del mercato richiamando eventualmente i prodotti.

Il distributore verifica la marcatura di conformità del prodotto prima di immetterlo sul mercato. Qualora riscontri la non conformità di un giocattolo, adotterà le necessarie misure correttive o ritirerà il prodotto dal mercato.

Gli Stati membri organizzano la vigilanza del mercato e nominano degli organismi notificati, autorizzati a valutare la conformità dei prodotti. Le misure adottate per fare rispettare la sicurezza dei giocattoli tengono conto del principio di precauzione.

I prodotti sono considerati conformi se rispettano le norme armonizzate pubblicate nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.

Contesto

La direttiva 88/378/CEE è abrogata a decorrere dal 20 luglio 2011. Tuttavia, l'articolo 2 e la parte 3 dell'allegato II di detta direttiva restano in applicazione fino al 20 luglio 2013.

Tale abrogazione mira ad allineare talune disposizioni alla decisione 768/2008 relativa alla commercializzazione dei prodotti nel mercato interno. Permette inoltre di tenere conto del progresso tecnico intervenuto sul mercato dei giocattoli.

La direttiva sulla sicurezza generale dei prodotti completa la presente direttiva ed è applicabile in assenza di disposizioni specifiche in materia di sicurezza dei prodotti. I giocattoli sono altresì soggetti alle disposizioni della direttiva 2001/95/CE sulla sicurezza generale dei prodotti e della direttiva 85/374/CEE sulla responsabilità dei prodotti difettosi.

RIFERIMENTI

Atto Data di entrata in vigore Termine ultimo per il recepimento negli Stati membri Gazzetta ufficiale
Direttiva 2009/48/CE

20.7.2009

20.1.2011

GU L 170 del 30.6.2009

ATTI COLLEGATI

Direttiva 2005/84/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 14 dicembre 2005 che modifica per la ventiduesima volta la direttiva 76/769/CEE del Consiglio concernente il ravvicinamento delle disposizioni legislative, regolamentari ed amministrative degli Stati membri relative alle restrizioni in materia di immissione sul mercato e di uso di talune sostanze e preparati pericolosi (ftalati nei giocattoli e negli articoli di puericultura).

Regolamento (CE) n. 1907/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio del 18 dicembre 2006 concernente la registrazione, la valutazione, l'autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH), che istituisce un'Agenzia europea per le sostanze chimiche, che modifica la direttiva 1999/45/CE e che abroga il regolamento (CEE) n. 793/93 del Consiglio e il regolamento (CE) n. 1488/94 della Commissione, nonché la direttiva 76/769/CEE del Consiglio e le direttive della Commissione 91/155/CEE, 93/67/CEE, 93/105/CE e 2000/21/CE.

Regolamento (CE) n. 1272/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio del 16 dicembre 2008 relativo alla classificazione, all'etichettatura e all'imballaggio delle sostanze e delle miscele che modifica e abroga le direttive 67/548/CEE e 1999/45/CE e che reca modifica al regolamento (CE) n. 1907/2006 (Testo rilevante ai fini del SEE).

Ultima modifica: 15.06.2011

Vedi anche

Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina