RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 5 lingue

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Tergicristalli e lavacristalli dei veicoli a motore

Il presente regolamento enuncia le regole relative ai tergicristalli e ai lavacristalli del parabrezza dei veicoli a motore. L’obiettivo è modificare gli attuali requisiti per adeguarli all’evoluzione delle conoscenze scientifiche e tecniche.

ATTO

Regolamento (UE) n. 1008/2010 della Commissione, del 9 novembre 2010, relativo ai requisiti per l’omologazione dei tergicristalli e dei lavacristalli di alcuni veicoli a motore e che attua il regolamento (CE) n. 661/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio sui requisiti dell’omologazione per la sicurezza generale dei veicoli a motore, dei loro rimorchi e sistemi, componenti ed entità tecniche ad essi destinati (Testo rilevante ai fini del SEE).

SINTESI

Il presente regolamento fissa i requisiti per l’omologazione dei veicoli a motore per quanto concerne i tergicristalli * e i lavacristalli *. Esso rientra nel quadro dell’attuazione del regolamento sulla sicurezza generale dei veicoli a motore.

Tipo di veicolo interessato

Il presente regolamento si applica alla categoria di veicoli M1, vale a dire ai veicoli progettati e costruiti per il trasporto di persone, aventi al massimo otto posti a sedere oltre al sedile del conducente.

Requisiti relativi ai tergicristalli e ai lavacristalli del parabrezza

I costruttori sono tenuti ad equipaggiare i veicoli a motore di:

  • tergicristalli composti da bracci dotati di spazzole. Il tergicristallo deve avere almeno due frequenze di battuta. Il raggio d’azione del tergicristallo deve coprire almeno il 98% o l’80% della zona di visibilità;
  • lavacristalli in grado di spruzzare il liquido sulla superficie bersaglio del parabrezza senza alcuna fuoriuscita del liquido, alcun distacco dei tubi o malfunzionamento degli ugelli. Questo dispositivo deve essere in grado di erogare una quantità di liquido sufficiente a lavare il 60% della zona di visibilità.

Il regolamento fissa inoltre delle procedure di prova per testare il materiale.

Disposizioni relative all’omologazione CE

Il costruttore del veicolo deve presentare una domanda di omologazione CE all’autorità competente e ha due possibilità:

  • presentare una domanda di omologazione CE di un veicolo per quanto concerne i tergicristalli e i lavacristalli, oppure
  • presentare una domanda di omologazione CE di entità tecniche separate per un tipo di lavacristalli.

La domanda CE deve contenere le informazioni seguenti:

  • la marca del veicolo e il tipo di veicolo;
  • la descrizione tecnica dettagliata del tergicristalli e del lavacristalli del parabrezza;
  • la descrizione del metodo di funzionamento dei tergicristalli e dei lavacristalli.

Se l’autorità competente ritiene che il veicolo soddisfi tutti i requisiti relativi ai tergicristalli e ai lavacristalli del parabrezza, essa rilascia l’omologazione CE e attribuisce un numero di omologazione conformemente alla direttiva 2007/46/CE.

Termini chiave dell’atto
  • Tergicristallo: dispositivo atto a detergere la superficie esterna del parabrezza.
  • Lavacristallo: dispositivi che servono a immagazzinare, convogliare e spruzzare un liquido sulla superficie esterna del parabrezza.

RIFERIMENTO

AttoEntrata in vigoreTermine ultimo per il recepimento negli Stati membriGazzetta ufficiale
Regolamento (UE) n. 1008/2010

30.11.2010

-

GU L 292 del 10.11.2010

Ultima modifica: 08.02.2011
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina