RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 5 lingue

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Etichettatura dei pneumatici

Per conseguire gli obiettivi fissati dall’Unione europea in materia di mobilità sostenibile la Commissione europea ha elaborato un regolamento volto a introdurre un’etichettatura dei pneumatici. Si tratta di fornire agli utenti finali degli autoveicoli informazioni chiare e pertinenti sulla qualità dei pneumatici e di orientarli verso una scelta di prodotti a più basso consumo di carburante, con una migliore aderenza sul bagnato e una minore rumorosità.

ATTO

Regolamento (CE) n. 1222/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 novembre 2009, sull’etichettatura dei pneumatici in relazione al consumo di carburante e ad altri parametri fondamentali (Testo rilevante ai fini del SEE).

SINTESI

Il presente regolamento mira ad armonizzare le informazioni sull’efficienza energetica dei pneumatici, sulla loro aderenza al bagnato e sulla loro rumorosità esterna di rotolamento. Esso intende promuovere i pneumatici efficienti sia in termini di consumo di energia che di aderenza al bagnato, consentendo quindi di aumentare l’efficienza energetica e la sicurezza dei trasporti su strada. L’inclusione della rumorosità dovrebbe inoltre incoraggiare l’acquisto di pneumatici poco rumorosi e quindi permettere di ridurre il rumore del traffico stradale.

Il regolamento si applica ai pneumatici di classe C1, C2 e C3 * ed esclude dal campo d’applicazione:

  • i pneumatici ricostruiti;
  • i pneumatici da fuori strada professionali;
  • i pneumatici progettati per essere montati soltanto su veicoli immatricolati per la prima volta prima del 1° ottobre 1990;
  • i pneumatici di scorta ad uso temporaneo di tipo T *;
  • i pneumatici di categorie di velocità inferiori a 80 km/h;
  • i pneumatici il cui diametro nominale non superi 254 mm o sia superiore a 635 mm;
  • i pneumatici muniti di dispositivi supplementari volti a migliorare le caratteristiche di trazione, quali i pneumatici chiodati;
  • i pneumatici progettati per essere montati soltanto su veicoli destinati esclusivamente alle corse automobilistiche.

Responsabilità dei fornitori * di pneumatici

I fornitori di pneumatici devono garantire che i pneumatici di classe C1, C2 e C3 consegnati ai distributori o agli utenti finali rechino un’etichetta.

Questa etichetta include:

  • la categoria di appartenenza rispetto al consumo di carburante (lettere da A a G);
  • la categoria di appartenenza rispetto all’aderenza sul bagnato (lettere da A a G); il regolamento prevede a questo stadio la classificazione in relazione all’aderenza sul bagnato solo per i pneumatici di classe C1, ma intende introdurre una classificazione per i pneumatici C2 ed eventualmente C3 non appena i test saranno disponibili);
  • il valore misurato del rumore esterno di rotolamento (in decibel).

I fornitori devono dichiarare queste informazioni nella documentazione tecnica promozionale * dei pneumatici, quale il loro sito web o i cataloghi.

Responsabilità dei distributori * di pneumatici

I distributori garantiscono che i pneumatici, esposti o immagazzinati nel punto di vendita, rechino in una posizione chiaramente visibile l’autoadesivo consegnato dai fornitori. Qualora i pneumatici non siano visibili agli utenti finali, i distributori stessi forniscono a questi ultimi tali informazioni.

Responsabilità dei fornitori e dei distributori di autovetture

Qualora agli utenti finali delle autovetture sia data la possibilità di scegliere tra diversi tipi di pneumatici, i fornitori e i distributori delle autovetture devono fornire loro informazioni sulle categorie d’appartenenza rispetto al consumo di carburante, all’aderenza sul bagnato e al rumore di rotolamento per ogni tipo di pneumatico.

Contesto

I pneumatici rappresentano tra il 20 e il 30% del consumo di carburante dei veicoli. L’acquisto di pneumatici di qualità consente quindi di ridurre in modo significativo il consumo di carburante e di produrre di conseguenza meno CO2. Per questo motivo un’etichettatura con informazioni complete sui pneumatici è fondamentale per la protezione ambientale.

Questo regolamento si inserisce nel quadro della strategia di Lisbona e della strategia per lo sviluppo sostenibile. Esso contribuisce a ridurre l’impronta di carbonio dei trasporti su strada e consente quindi di raggiungere gli obiettivi fissati in materia di mobilità sostenibile.

Termini chiave dell’atto
  • Pneumatico di classe C1, C2 e C3: cfr. la definizione di cui all’articolo 8 della proposta COM(2008) 316. Queste classi comprendono i pneumatici montati su veicoli adibiti al trasporto passeggeri, su veicoli industriali leggeri e sui veicoli pesanti.
  • Pneumatico di scorta a uso temporaneo di tipo T: pneumatico di scorta destinato a un uso temporaneo ad una pressione più elevata di quella ammessa per pneumatici standard e rinforzati.
  • Documentazione tecnica promozionale: tutto il materiale a stampa o elettronico; in particolare manuali tecnici, opuscoli, pagine internet, volantini, cataloghi, utilizzato nella commercializzazione di pneumatici o veicoli e destinato agli utenti finali o ai distributori, che descrive i parametri specifici di un pneumatico.
  • Fornitore: il fabbricante, il suo rappresentante autorizzato nella Comunità o l’importatore.
  • Distributore: una persona fisica o giuridica nella catena di fornitura, che non sia il fornitore o l’importatore, che mette in commercio un pneumatico.
  • Utente finale: un consumatore, anche un gestore di parco veicoli o un’impresa di trasporti stradali, che acquista o si suppone che acquisterà un pneumatico.

RIFERIMENTO

Atto Entrata in vigore Termine ultimo per il recepimento negli Stati membri Gazzetta ufficiale

Regolamento n. 1222/2009

11.10.2010

-

GU L 342 del 22.12.2009

Ultima modifica: 31.05.2010
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina