RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 15 lingue
Nuove lingue disponibili:  CS - HU - PL - RO

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Sistema Intrastat - Statistiche degli scambi di beni tra Stati membri

Il Parlamento europeo e il Consiglio hanno adottato un regolamento relativo alle statistiche comunitarie degli scambi di beni tra Stati membri. Questo regolamento aumenta la trasparenza e agevola la comprensione dell'inedito sistema di raccolta dati (sistema Intrastat) attualmente in funzione.

ATTO

Regolamento (CE) n. 638/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 31 marzo 2004, relativo alle statistiche comunitarie degli scambi di beni tra Stati membri e che abroga il regolamento (CEE) n. 3330/91 del Consiglio [Cfr. atto(i) modificatore(i)].

SINTESI

Operativo dal 1993, Intrastat è il sistema di fornitura di informazioni statistiche in relazione alle spedizioni e agli arrivi di merci comunitarie. La fornitura di statistiche è essenziale per lo sviluppo delle politiche europee connesse con il mercato interno e per l'analisi dei mercati.

Statistiche interessate

Il presente regolamento semplifica il sistema Intrastat istituito nel 1993 e migliora la comparabilità delle statistiche tra Stati membri. Esso stabilisce un quadro comune per la raccolta e la fornitura delle statistiche comunitarie sugli scambi di beni tra Stati membri. Per “scambi di beni tra Stati membri” s’intende qualsiasi spostamento di merci da uno Stato membro ad un altro, mentre per “merci” s’intendono tutti i beni mobili, compresa la corrente elettrica.

Gestione dei registri

Le autorità nazionali pongono in atto e gestiscono un registro di operatori intra-UE (Unione europea) comprendente gli speditori e i destinatari delle merci. I soggetti obbligati a fornire le informazioni * per Intrastat sono gli operatori il cui valore annuo di scambi, spedizioni o arrivi, non supera una certa soglia. Gli altri operatori sono esentati dall’obbligo statistico. Questo valore viene ridefinito ogni anno e fissato separatamente per le spedizioni e gli arrivi in modo tale da raccogliere una quantità minima di dati per ogni flusso commerciale. Si parla di soglie di esclusione.

Dati da raccogliere nel quadro del sistema Intrastat

I soggetti obbligati a presentare le informazioni forniscono alle autorità statistiche nazionali i seguenti dati:

  • il numero di identificazione attribuito al soggetto obbligato a fornire le informazioni;
  • il periodo di riferimento;
  • il flusso (arrivi e spedizioni);
  • l'identificazione delle merci con un codice a 8 cifre della nomenclatura combinata;
  • lo Stato membro associato;
  • il valore delle merci nella divisa nazionale;
  • la quantità delle merci in massa netta (peso senza alcun imballaggio) e unità supplementare (litro, m², numero di articoli…) se pertinente;
  • la natura della transazione.

Semplificazione del sistema Intrastat

Il presente regolamento modifica il sistema Intrastat per meglio tener conto delle esigenze degli utenti, alleggerendo al contempo gli obblighi statistici per gli operatori intra-UE. Ogni anno gli Stati membri ridefiniscono le loro soglie d’esclusione e comunicano a Eurostat il loro valore. Queste soglie sono fissate in modo tale da raccogliere i dati relativi ad almeno il 97% di tutte le spedizioni e ad almeno il 95% di tutti gli arrivi degli operatori intracomunitari nazionali.

Segreto statistico

Qualsiasi soggetto obbligato a presentare le informazioni può chiedere che i suoi dati possano beneficiare del segreto statistico. In seguito a tale richiesta, le autorità nazionali decidono se i risultati statistici che consentono l’identificazione di detti soggetti non debbano essere diffusi oppure se debbano essere modificati in modo che la loro diffusione non pregiudichi la riservatezza.

Trasmissione dei dati a Eurostat

Gli Stati membri trasmettono a Eurostat le statistiche mensili sugli scambi di beni tra Stati membri.

Gli Stati membri devono garantire la qualità dei dati trasmessi conformemente alle norme vigenti. Le statistiche devono soddisfare i seguenti criteri:

  • pertinenza;
  • accuratezza;
  • tempestività;
  • puntualità;
  • accessibilità e chiarezza;
  • comparabilità;
  • coerenza.

Il comitato delle statistiche degli scambi di beni tra Stati membri è incaricato di assistere la Commissione nell'applicazione di questo regolamento.

Il presente regolamento si applica dal 1° gennaio 2005 e abroga il regolamento (CEE) n. 3330/91 con decorrenza da tale data.

Termini chiave dell'atto
  • Soggetti obbligati a fornire le informazioni: persone fisiche o giuridiche assoggettate all'IVA nello Stato membro di spedizione o di arrivo di beni e che sono implicate nella spedizione o nella consegna di merci.

RIFERIMENTI

AttoData di entrata in vigoreTermine ultimo per il recepimento negli Stati membriGazzetta ufficiale

Regolamento (CE) n. 638/2004

27.4.2004

-

GU L 102 del 7.4.2004

Atto(i) modificatore(i)Entrata in vigoreTermine ultimo per il recepimento negli Stati membriGazzetta ufficiale

Regolamento (CE) n. 222/2009

20.4.2009

-

GU L 87 del 31.3.2009

Le successive modifiche e correzioni al regolamento (CE) n. 638/2004 sono state integrate nel testo di base. Questa versione consolidata ha unicamente un valore documentale.

Ultima modifica: 18.11.2010
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina