RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 11 lingue

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Strategia per il mercato interno

Archivi

Definire una strategia riguardante il mercato interno per il periodo 2000-2004 e incentrata sui quattro grandi obiettivi seguenti: miglioramento della qualità di vita dei cittadini, potenziamento dell'efficacia dei mercati comunitari di prodotti e di capitali, miglioramento del contesto commerciale e sfruttamento dei vantaggi del mercato interno in un mondo in evoluzione.

ATTO

Comunicazione della Commissione del 24 novembre 1999 al Parlamento europeo e al Consiglio - Strategia per il mercato interno europeo [COM(1999)624 def. - Non pubblicata nella Gazzetta ufficiale].

SINTESI

La presente Comunicazione indica la strategia che la Commissione deve applicare al mercato interno dell'Unione per il prossimo quinquennio. Essa fa seguito al piano d'azione a favore del mercato unico del 1997

Tale strategia propone la realizzazione di quattro grandi obiettivi strategici:

  • miglioramento della qualità di vita dei cittadini
  • potenziamento dell'efficacia dei mercati comunitari di prodotti e di capitali
  • miglioramento del contesto commerciale
  • sfruttamento degli atout del mercato interno in un mondo in evoluzione

Per raggiungere i detti obiettivi si sono previsti interventi mirati che si articoleranno su un arco di diciotto mesi. Si tratta inizialmente di 100 azioni mirate (30 delle quali rappresentano nuove iniziative). Dette azioni faranno oggetto di valutazione, la prima delle quali avrà luogo nell'aprile 2000, mentre le altre seguiranno a un ritmo annuale.

Obiettivo strategico 1: Miglioramento della qualità di vita (i cittadini)

La realizzazione del mercato interno dovrà tener conto delle esigenze dei cittadini in materia di qualità di vita e di sviluppo sostenibile. Si sono fissati tre obiettivi operativi:

Cittadini 1: Vigilare a che il mercato interno contribuisca ad uno sviluppo sostenibile ed equilibrato.
Per la realizzazione di detto obiettivo si sono previste le seguenti azioni mirate:

Azioni legislative
- Proposta da parte della Commissione di una direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio recante modifica della direttiva sull'insolvibilità (80/987)

Giugno 2000
- Adozione da parte del Parlamento europeo e del Consiglio di una direttiva sulla promozione dell'energia elettrica prodotta a partire da fonti energetiche rinnovabili nel mercato interno dell'energia elettrica
- Adozione da parte del Parlamento europeo e del Consiglio di una direttiva sull'informazione e sulla consultazione dei lavoratori nella CE
Dicembre 2000
Azioni non legislative
- Comunicazione interpretativa della Commissione che precisa in quale misura nei pubblici appalti si può tener conto delle considerazioni ambientali

Giugno 2000
- Seconda relazione sulla coesione che esamina gli effetti del mercato interno sulla coesione
- Raccomandazione della Commissione concernente la presa in considerazione delle problematiche ambientali nell'informazione finanziaria
Dicembre 2000
- Pubblicazione di una guida relativa all'applicazione degli artt. 28-30 del trattato alle provvidenze ambientali nazionali
- Integrazione delle considerazioni ambientali nelle attività degli organismi europei di normalizzazione
Giugno 2001

Cittadini 2: Miglioramento della salute e della sicurezza dei cittadini e promozione degli interessi economici.
Per la realizzazione di detto obiettivo si sono previste le seguenti azioni mirate:

Azioni legislative
- Attuazione del Piano d'azione per i servizi finanziari (cfr. anche "Mercati 2")
- Adozione da parte del Parlamento europeo e del Consiglio di una proposta di abrogazione nel 2004 della direttiva relativa alla sicurezza generale dei prodotti (92/59)
- Adozione da parte del Parlamento europeo e del Consiglio di una direttiva sulla fabbricazione, presentazione e vendita di prodotti del tabacco
- Proposta della Commissione ai fini della modifica della direttiva concernente la vendita a domicilio (85/577)
- Proposta della Commissione ai fini della modifica della direttiva concernente la pubblicità ingannevole (84/450)
- Proposta della Commissione ai fini della modifica della direttiva in materia di credito al consumo (87/102 modificata dalla direttiva 90/88)

Giugno 2000
Azioni non legislative
- Comunicazione della Commissione sulle comunicazioni commerciali e la promozione delle vendite (cfr. anche "Imprese 4")
Libro bianco della Commissione sulla sicurezza alimentare
- Comunicazione della Commissione concernente la sicurezza dei servizi
- Comunicazione della Commissione concernente il sovraindebitamento
- Raccomandazione della Commissione concernente gli aspetti orizzontali collegati al consumatore dei servizi di interesse generale
- Comunicazione della Commissione concernente la protezione dei passeggeri dei trasporti aerei
- Comunicazione della Commissione concernente l'assistenza giudiziaria in materia civile
- Comunicazione della Commissione sulle priorità nella sicurezza stradale europea

Giugno 2000
- Libro verde della Commissione sull'accesso alla giustizia e ai mezzi di ricorso per i consumatori
- Raccomandazioni della Commissione concernenti le «dichiarazioni verdi» (promozione dell'ambiente)
- Comunicazione della Commissione concernente il potenziamento della cooperazione amministrativa nel settore della salute e della protezione dei consumatori
Dicembre 2000
- Realizzazione di un sistema comunitario di sicurezza nel settore del trasporto aereoGiugno 2001

Cittadini 3: Rafforzamento e promozione della piena applicazione dei diritti dei cittadini.
Per la realizzazione di detto obiettivo si sono previste le seguenti azioni mirate:

Azioni legislative
- Adozione da parte del Parlamento europeo e del Consiglio di una proposta che estende il campo d'applicazione del regolamento 1408/71 relativo al coordinamento dei regimi di sicurezza sociale ai cittadini di paesi non membri dell'UE
- Adozione da parte del Parlamento europeo e del Consiglio di una proposta destinata a sostituire il regolamento 1408/71 relativo al coordinamento dei regimi di sicurezza sociale con un nuovo regolamento semplificato e modernizzato
-Proposta di regolamento della Commissione concernente un formato comune del passaporto europeo

Giugno 2000
- Proposta della Commissione volta a modificare la direttiva concernente il secondo sistema generale di riconoscimento delle qualifiche professionali (92/51)Dicembre 2000
- Proposta di regolamento della Commissione concernente il rifacimento delle direttive relative al diritto di soggiorno (90/364, 90/365, 93/96, 68/360)
- Proposta di regolamento della Commissione concernente un formato comune della carta di soggiorno
Giugno 2001
Azioni non legislative
- «Dialogo con i cittadini e le imprese»:
- campagna promozionale da lanciare nel gennaio 2000
- pubblicazione di una guida dei diritti nel mercato unico
- comunicazione della Commissione sulle ricadute del «Dialogo»
- lancio del nuovo sito web «Cittadini» sui diritti e le opportunità nel mercato interno
Pubblicazione di una guida sulla protezione dei dati

Giugno 2000
- Comunicazione della Commissione sul futuro del riconoscimento delle qualifiche professionali
- Fornire un pacchetto completo su un modo «self-service» per chi cerca lavoro e i datori di lavoro sul sito Internet d' EURES completato da un servizio personalizzato degli euro-consiglieri
-Fornire una base di dati completa e aggiornata per i cittadini sulle condizioni di vita e di lavoro nonché sui mercati del lavoro negli Stati membri
Dicembre 2000

Obiettivo strategico 2: Potenziamento dell'efficacia dei mercati comunitari di prodotti e di capitali (i mercati)

L'Unione ha bisogno di efficaci mercati dei beni, dei servizi e dei capitali per migliorare la concorrenzialità della propria economia. Vi contribuirà la prosecuzione del processo di riforme economiche deciso dal Consiglio europeo di Cardiff.

Mercati 1: Incoraggiare la riforma economica per promuovere l'efficacia del mercato.
Per la realizzazione di detto obiettivo si sono previste le seguenti azioni mirate:

- Adozione annuale della Comunicazione della Commissione sulla riforma economica - Relazione sul funzionamento dei mercati dei prodotti e dei capitali nell'UE (relazione Cardiff)
- Attuazione annuale da parte degli Stati membri delle raccomandazioni nazionali specifiche concernenti la riforma dei mercati dei prodotti e dei capitali contenute e ai Grandi orientamenti di politica economica

Mercati 2: Far sì che i servizi finanziari sviluppino tutte le loro potenzialità.
Per la realizzazione di detto obiettivo si sono previste le seguenti azioni mirate:

- Attuazione del Piano d'azione per i servizi finanziari
Alcune delle iniziative previste nel Piano d'azione possono contribuire alla realizzazione di altri obiettivi operativi, come quelli relativi agli interessi dei consumatori, l'era del digitale, il sistema commerciale multilaterale, il diritto delle società e la lotta contro le attività criminali nel mercato interno

Mercati 3: Avvalersi al massimo dell'era digitale per il mercato interno.
Per la realizzazione di detto obiettivo si sono previste le seguenti azioni mirate:

Azioni legislative
- Adozione da parte del Parlamento europeo e del Consiglio di una direttiva sul commercio elettronico
- Adozione da parte del Parlamento europeo e del Consiglio di una direttiva sui diritti d'autore e i diritti connessi nella Società dell'informazione
- Proposta da parte della Commissione di una direttiva sulla possibilità di brevettare software

Giugno 2000
- Proposta da parte della Commissione volta a garantire la compatibilità dell'attuale sistema dell'IVA con il commercio elettronicoDicembre 2000
Azioni non legislative
- Comunicazione della Commissione sulle norme d'accesso alle infrastrutture dei servizi di radio e telediffusione via cavo e dei servizi della Società dell'informazione
- Azione volta a sostenere le iniziative a favore di un diritto di ricorso extragiudiziale on line

Giugno 2000
- Instaurazione di un dialogo con l'industria ed i consumatori che costituisca un elemento dell'elaborazione del quadro normativo integrato del commercio elettronicoGiugno 2001

Mercati 4: Incoraggiare la creatività e l'innovazione proteggendo adeguatamente i diritti di proprietà intellettuale ed industriale.
Per la realizzazione di detto obiettivo si sono previste le seguenti azioni mirate:

Azioni legislative
- Proposta della Commissione concernente un regolamento sul brevetto comunitario
- Adozione da parte del Parlamento europeo e del Consiglio di una direttiva sui modelli di utilità
- Adozione da parte del Parlamento europeo e del Consiglio di una direttiva sui diritti di rivendita degli artisti

Giugno 2000
- Adozione da parte del Consiglio della proposta di regolamento sui disegni e modelli comunitariGiugno 2001
Azioni non legislative
- Comunicazione della Commissione sul monitoraggio del Libro verde sulla contraffazione e la pirateria

Giugno 2000

Mercati 5: Badare all'adozione di una legislazione che garantisca l'apertura dei mercati nei settori dell'attrezzatura e dei trasporti nella garanzia del rispetto delle obbligazioni inerenti ai servizi universali.
Per la realizzazione di detto obiettivo si sono previste le seguenti azioni mirate:

Azioni legislative
- Monitoraggio della revisione della legislazione attualmente vigente in materia di telecomunicazioni: proposta da parte della Commissione di una direttiva quadro e di quattro direttive specifiche
- Adozione da parte del Parlamento europeo e del Consiglio di una direttiva che stabilisce le regole nel settore delle tasse aeroportuali
- Adozione da parte del Parlamento europeo e del Consiglio di direttive che modificano le direttive (castellanodeutschenglishfrançais)91/440 e 95/18 (castellanodeutschenglishfrançais) e che sostituiscono la direttiva (castellanodeutschenglishfrançais)95/19 (serie di misure concernenti la rivitalizzazione delle ferrovie)

Giugno 2000
- Proposta della Commissione concernente un regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che modifichi il regolamento del Consiglio 1191/69 (servizio pubblico dei trasporti interni)Dicembre 2000
- Adozione da parte del Parlamento europeo e del Consiglio di un regolamento che aggiorna gli orientamenti concernenti le RTEGiugno 2001
Azioni non legislative
- Recepimento a tempo debito ed applicazione integrale della direttiva 97/67 sulla liberalizzazione dei servizi postali
- Recepimento a tempo debito ed applicazione integrale della direttiva 96/92 concernente la fissazione di norme comuni per il mercato interno dell'energia elettrica

Giugno 2000
- Recepimento a tempo debito della direttiva 98/30 concernente le regole comuni da applicare per il mercato interno del gas naturale
- Comunicazione interpretativa della Commissione sulle concessioni
Dicembre 2000
- Sesta relazione della Commissione sull'attuazione della normativa in materia di telecomunicazioni
- Attuazione della comunicazione sulla creazione di uno spazio aereo europeo unico
Giugno 2001

Obiettivo strategico 3: Miglioramento del contesto commerciale (le imprese)

L'eliminazione degli ostacoli alla libera circolazione dei beni, dei servizi, dei capitali e della persone produrrà gli effetti auspicati soltanto se l'ambiente commerciale è propizio. Si sono fissati cinque obiettivi operativi:

Imprese 1: Impegno comune della Commissione e degli Stati membri affinché l'integrazione dei mercati non venga compromessa da pratiche anticoncorrenziali.
Per la realizzazione di detto obiettivo si sono previste le seguenti azioni mirate:

Azioni legislative
- Proposta della Commissione ai fini della modernizzazione delle norme in materia di concorrenza per l'applicazione degli artt. 81 e 82 del trattato CE
- Adozione da parte della Commissione dei regolamenti di esenzione per categorie per gli aiuti di Stato alle PMI, gli aiuti alla formazione e gli aiuti «de minimis»
- Proposta della Commissione di un regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica il regolamento del Consiglio 1107/70 (aiuti di Stato nei trasporti interni)
Dicembre 2000
Azioni non legislative
- Adozione da parte della Commissione di linee direttrici relative al regolamento di esenzione per categorie sulle restrizioni verticali

Giugno 2000
- Riesame della politica della Commissione sugli accordi di cooperazione orizzontale
- Monitoraggio della comunicazione della Commissione concernente l'applicazione delle norme relative agli aiuti di Stato alle misure in materia di fiscalità diretta delle imprese
Dicembre 2000

Imprese 2: Eliminare gli ostacoli fiscali nel mercato interno e la concorrenza fiscale sleale.
Per la realizzazione di detto obiettivo si sono previste le seguenti azioni mirate:

Azioni legislative
- Adozione da parte del Consiglio della direttiva sul tassazione dei redditi da risparmio - Adozione da parte del Consiglio della direttiva concernente gli interessi e le royalty (castellanodeutschenglishfrançais)
- Adozione da parte del Consiglio della direttiva concernente il regime fiscale dell'energia

Giugno 2000
- Proposta della Commissione ai fini del consolidamento della sesta direttiva IVA (77/388)
- Proposta della Commissione per la modernizzazione della legislazione sull'IVA nel mercato interno
- Proposta della Commissione di un pacchetto completo di misure volte a modernizzare il regime delle imposte di consumo nel mercato interno
- Proposta della Commissione di un pacchetto completo di misure contro le disposizioni fiscali che limitano il pieno accesso dei contribuenti al mercato interno
Dicembre 2000
Azioni non legislative
- Codice di condotta concernente la concorrenza sleale in materia fiscale: accordo sui ritiri o gli emendamenti delle misure fiscali dannose secondo il codice
- Relazione della Commissione sulla fiscalità delle imprese nell'UE

Giugno 2000
- Relazione della Commissione al Consiglio concernente il regime delle imposte di consumo nel mercato interno, applicato agli oli minerali, al tabacco e ad altre merciDicembre 2000

Imprese 3: Migliorare l'efficacia del quadro giuridico.
Per la realizzazione di detto obiettivo si sono previste le seguenti azioni mirate:

Azioni non legislative
- Lancio di un progetto pilota che offre il sostegno della Comunità alle iniziative nazionali nel campo della cooperazione amministrativa

Giugno 2000
- Riduzione da parte di tutti gli Stati membri del loro deficit di recepimento a meno dell'1,5 %Dicembre 2000
- Comunicazione della Commissione concernente una strategia generale dell'Unione europea sulla cooperazione amministrativa per promuovere l'applicazione efficace delle normeGiugno 2001

Imprese 4: Eliminare gli ostacoli che si oppongono al commercio transfrontaliero.
Per la realizzazione di detto obiettivo si sono previste le seguenti azioni mirate:

Azioni legislative
- Proposta della Commissione di un insieme di misure legislative concernenti gli appalti pubblici

Giugno 2000
- Adozione da parte del Parlamento europeo e del Consiglio delle direttive concernenti la carta di prestazione di servizi CEDicembre 2000
Azioni non legislative
- Comunicazione della Commissione sulla comunicazione commerciale e la promozione delle vendite
- Comunicazione della Commissione sui consulenti in materia di brevetti
- Attuazione delle misure specifiche contenute nelle risoluzioni del Consiglio sulla normalizzazione.

Giugno 2000
- Misure di monitoraggio del Libro verde ( (DE) (EN) (ES) (FR) (DE) (EN) (ES) (FR) (DE) (EN) (ES) (FR) (DE) (EN) (ES) (FR))sulla responsabilità civile per prodotti difettosi (85/374)
- Relazione della Commissione che valuta l'attuazione delle disposizioni concernenti la marchiatura di conformità dei prodotti
- Accordo su 50 norme armonizzate concernenti i prodotti in materia di costruzione
Dicembre 2000
- Attuazione da parte degli Stati membri e della Commissione delle misure specifiche contenute nella comunicazione della Commissione e nella risoluzione del Consiglio sul riconoscimento reciproco
- Valutazione dei risultati dello studio relativo agli ostacoli che ancora si frappongono agli scambi nel settore dei servizi commerciali
Giugno 2001

Imprese 5: Ridurre il carico normativo gravante sulle imprese, in particolare le PMI, ed aiutarle ad avvalersi delle opportunità offerte dal mercato interno.
Per la realizzazione di tale obiettivo si sono previste le seguenti azioni mirate:

Azioni legislative
- Adozione da parte del Parlamento europeo e del Consiglio della direttiva concernente la lotta contro il ritardo nei pagamenti (castellanodeutschenglishfrançais)nelle transazioni commerciali

Giugno 2000
- Proposta della Commissione ai fini della modifica della prima (castellanodeutschenglishfrançais)e della seconda (castellanodeutschenglishfrançais)direttiva sui diritto delle società (post-SLIM) (68/151 e 77/91)Dicembre 2000
- Adozione da parte del Consiglio della proposta di regolamento e di direttiva sullo statuto della società europea e delle proposte associate (associazione europea, società cooperativa europea, mutua europea)Giugno 2001
Azioni non legislative
- Valutazione dei progetti per promuovere una migliore normativa (SLIM e Panel pilota di imprese)
- Realizzazione del Piano d'azione BEST
- Dialogo con i cittadini e le imprese:
- Comunicazione della Commissione sull'accesso delle PMI agli appalti pubblici

Giugno 2000
- Prima relazione sui risultati quantitativi del meccanismo di ricaduta del Dialogo con le impreseDicembre 2000

Obiettivo strategico 4: Sfruttamento degli atout del mercato interno in un mondo in evoluzione (la dimensione esterna)

Il mercato interno va visto nel contesto dell'economia mondiale. Inoltre, il futuro allargamento dell'Unione europea rappresenta altresì una sfida per il funzionamento delle regole esistenti. Si sono fissati due obiettivi operativi:

Dimensione esterna 1: Contribuire alla creazione del sistema commerciale multilaterale per il prossimo secolo.
Per la realizzazione di detto obiettivo si sono previste le seguenti azioni mirate:

Azioni legislative
La Commissione deve perfezionare i negoziati con il Consiglio d'Europa sui seguenti temi:
- progetto di raccomandazione sulla protezione dei dati personali raccolti e trattati a fini assicurativi
- progetto di protocollo concernente l'accesso della Comunità alla Convenzione 108 del Consiglio d'Europa sul trattamento dei dati personali
- protocollo aggiuntivo alla Convenzione 108 in sintonia con la direttiva 95/46
- Decisione della Commissione basata sull'art. 25, paragrafo 6 della direttiva 95/46, che valuta il livello di protezione dei dati garantito da taluni paesi terzi

Giugno 2000
- Adozione di una decisione del Consiglio sulla ratifica del Trattato dell'Organizzazione Mondiale della Proprietà Intellettuale (OMPI) concernente il diritto d'autore (WCT) e del Trattato OMPI sull'interpretazione ed i fonogrammi (WPPT) per conto della CEDicembre 2000
Azioni non legislative
- Prosecuzione dei lavori sulla fissazione di norme minime a livello internazionale, segnatamente nell'ambito dell'OMPI, concernenti la protezione delle prestazioni audiovisive, dei diritti delle radioemittenti e delle basi di dati non originali

Giugno 2000
- Identificare e promuovere gli strumenti messi a punto a livello del mercato interno e che potrebbero essere utilizzati nel quadro di accordi commerciali pluri- o multilaterali quali un quadro regolamentare trasparente in cui le procedure e i principi miranti all'armonizzazione delle normeDicembre 2000

Dimensione esterna 2: Badare a che il mercato interno contribuisca alla riuscita dell'allargamento della Comunità.
Per la realizzazione di detto obiettivo si sono previste le seguenti azioni mirate:

Azioni non legislative
- Riunione congiunta del Comitato consultivo per il mercato interno e dei rappresentanti dei paesi candidati
- Riunione congiunta dei capi dei centri di coordinamento e dei rappresentanti dei paesi candidati
- Collaborazione con i paesi candidati ai fini dell'istituzione di un centro di coordinamento in ciascuno di essi

Dicembre 2000
- Applicazione maggiormente mirata delle strategie di pre-adesione quali l'intensificazione degli accordi di gemellaggio su problematiche relative al mercato internoGiugno 2001

ATTI CORRELATI

Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio, al Comitato economico e sociale ed al Comitato delle regioni - Riattualizzazione 2000 della strategia per il mercato interno europeo [COM(2000) 257 def. - Non pubblicata nella Gazzetta ufficiale].
Oggetto della comunicazione è una prima revisione delle azioni cui mira la strategia per il mercato interno quale è indicata nel documento iniziale. Essa punta inoltre a promuovere la realizzazione dell'obiettivo prefissato durante il Consiglio europeo di Lisbona che consiste nel creare nell'Unione europea un'economia fondata su una conoscenza il più possibile concorrenziale e dinamica. Cio' richiede miglioramenti strutturali di notevole portata poggianti in particolare su un approfondimento del mercato interno.
La comunicazione attribuisce quindi la priorità alle iniziative che esercitano un impatto forte ed immediato sul miglioramento del funzionamento del mercato interno. Le azioni prioritarie riguardano segnatamente il miglioramento dell'efficacia dei mercati dei prodotti e dei capitali della Comunità, l'elevazione della qualità della vita dei cittadini nonché l'utilizzazione degli acquis del mercato interno in un mondo in mutamento.
Oltre ad una prima revisione degli interventi mirati (taluni dei quali con scadenza 30 giugno 2000) la comunicazione sposta le scadenze semestrali di giugno e dicembre rispettivamente in modo tale da allinearle sulla programmazione della revisione annuale.Il testo completo della comunicazione è disponibile al seguente indirizzo:

 
Ultima modifica: 01.10.2007

Vedi anche

Il testo completo della Comunicazione è disponibile su:

Sito della Direzione generale "Mercato interno" (disponibile in: (DE). (EN), (FR).

Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina