RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 15 lingue
Nuove lingue disponibili:  CS - HU - PL - RO

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Regime fiscale comune: fusioni, scissioni, conferimenti d'attivo, scambi d’azioni e trasferimento della sede sociale di una SE o SCE

La direttiva in oggetto istituisce un regime fiscale comune per le operazioni di ristrutturazione transfrontaliere.

ATTO

Direttiva 2009/133/CE del Consiglio, del 19 ottobre 2009, relativa al regime fiscale comune da applicare alle fusioni, alle scissioni, alle scissioni parziali, ai conferimenti d'attivo ed agli scambi d’azioni concernenti società di Stati membri diversi e al trasferimento della sede sociale di una SE e di una SCE tra Stati membri.

SINTESI

La presente direttiva si applica:

  • alle operazioni di fusioni, scissioni, conferimenti d'attivo e scambi di azioni riguardanti società di due o più Stati membri;
  • al trasferimento della sede sociale da uno Stato membro a un altro, di una società europea (SE) o di una società cooperativa europea (SCE).

Norme applicabili alle fusioni, scissioni, scissioni parziali, conferimenti d’attivo e agli scambi d’azioni

La fusione, la scissione o la scissione parziale non comporta alcuna imposizione delle plusvalenze - che sono determinate per differenza fra il valore reale degli elementi d'attivo e di passivo trasferiti e il loro valore fiscale - al momento dell'operazione in questione ma soltanto quando tali plusvalenze saranno di fatto realizzate.

Gli Stati membri adottano le misure necessarie affinché gli accantonamenti o riserve costituiti in franchigia parziale o totale di imposta siano riprese dalle stabili organizzazioni della società beneficiaria situate nello Stato della società conferente.

L'assegnazione di titoli rappresentativi del capitale sociale della società beneficiaria o acquirente ad un socio della società conferente o acquistata non deve comportare alcuna imposizione sul reddito, gli utili o le plusvalenze di questo socio.

Caso particolare del conferimento di una stabile organizzazione

Qualora fra i beni conferiti all'atto di una fusione, di una scissione o di un conferimento di attivo figuri una stabile organizzazione della società conferente, situata in uno Stato membro diverso da quello di tale società, lo Stato membro in cui si trova la società conferente rinuncia a ogni diritto all'imposizione di detta stabile organizzazione.

Caso particolare delle entità trasparenti

Qualora uno Stato membro consideri una società conferente o acquistata non residente come trasparente sotto il profilo fiscale, essa ha il diritto di non applicare le disposizioni della presente direttiva per la tassazione dell’azionista diretto o indiretto di detta società per quanto riguarda il reddito, gli utili o le plusvalenze di detta società.

Norme applicabili al trasferimento della sede sociale di una SE o di una SCE

Qualora una SE o una SCE trasferisca la propria sede sociale da uno Stato membro a un altro o acquisisca la residenza in un altro Stato membro, tale trasferimento non dà luogo di per sé all’imposizione del reddito, degli utili o delle plusvalenze dei soci. Tuttavia, gli Stati membri possono tassare gli utili derivanti dal successivo conferimento dei titoli rappresentativi del capitale sociale della SE o della SCE che trasferisce la sua sede sociale.

Nel medesimo caso, gli Stati membri adottano le misure necessarie affinché gli accantonamenti o riserve regolarmente costituiti in franchigia parziale o totale di imposta dalla SE o dalla SCE prima del trasferimento della sede sociale, salvo quelli provenienti da stabili organizzazioni all’estero, siano ripresi, alle stesse condizioni di franchigia di imposta, da una stabile organizzazione della SE o della SCE situata nel territorio dello Stato membro dal quale è stata trasferita la sede sociale.

La presente direttiva abroga la direttiva 90/434/CEE.

RIFERIMENTI

AttoData di entrata in vigoreData limite di trasposizione negli Stati membriGazzetta ufficiale

Direttiva 2009/133/CE

15.12.2009

-

GU L 310, 25.11.2009

Ultima modifica: 13.04.2011
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina