RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 15 lingue
Nuove lingue disponibili:  CS - HU - PL - RO

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Il Consiglio europeo

INTRODUZIONE

Il trattato di Lisbona chiarisce l’architettura istituzionale dell’Unione europea (UE) e riconosce finalmente lo status di istituzione al Consiglio europeo. Tale riconoscimento è avvenuto progressivamente. I primi vertici tra capi di stato e di governo da cui deriva il Consiglio europeo si sono tenuti in modo informale a partire dal 1961. Nel 1974 queste riunioni sono diventate regolari e hanno preso il nome di «Consiglio europeo». L’atto unico europeo e poi il trattato di Maastricht hanno di volta in volta precisato la natura del Consiglio europeo.

Il trattato di Lisbona segna dunque una tappa importante perché chiarisce e riconosce pienamenteil ruolo e le funzioni del Consiglio europeo all’interno dell’UE. Il trattato modifica anche la composizione del Consiglio europeo che oggi è presieduto da un presidente permanente.

RUOLO

Il trattato di Lisbona inserisce il Consiglio europeo tra le istituzioni dell’Unione. Il Consiglio europeo dà gli impulsi politici. Non esercita funzioni legislative. Definisce le priorità della costruzione europea e indica gli orientamenti che devono seguire le politiche europee. In pratica il Consiglio europeo definisce un calendario e gli obiettivi concreti destinati al Consiglio dell’UE, alla Commissione e al Parlamento europeo.

Il ruolo centrale del Consiglio europeo si manifesta anche attraverso il suo potere di nomina, infatti propone il candidato alla presidenza della Commissione europea, nomina l’alto rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza e adesso deve anche eleggere il suo presidente.

COMPOSIZIONE

Il Consiglio europeo è composto dai capi di stato e di governo degli Stati membri, dal presidente del Consiglio europeo e dal presidente della Commissione. Se l’ordine del giorno lo richiede, ciascun membro del Consiglio europeo può decidere di farsi assistere da un ministro e il presidente della Commissione da un commissario. Anche l’alto rappresentante per gli affari esteri e la politica di sicurezza partecipa ai lavori del Consiglio europeo.

FUNZIONAMENTO

Prima dell’entrata in vigore del trattato di Lisbona, il trattato sull’UE prevedeva che il Consiglio europeo si riunisse almeno due volte all’anno. In pratica un Consiglio europeo si svolge alla fine di ogni presidenza, in giugno e in dicembre e si organizzano altri due consigli aggiuntivi in marzo e in giugno. Il trattato di Lisbona convalida questa prassi e precisa che il Consiglio europeo deve riunirsi due volte a semestre su convocazione del presidente. Inoltre se la situazione lo richiede, il presidente può convocare una riunione straordinaria del Consiglio europeo.

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO EUROPEO

La creazione della funzione di presidente del Consiglio europeo costituisce una delle principali innovazioni del trattato di Lisbona. Il Consiglio europeo elegge il presidente a maggioranza qualificata per un mandato di due anni e mezzo, rinnovabile una volta. In caso di impedimento o colpa grave, il Consiglio europeo può porre fine al mandato secondo la medesima procedura. Il trattato di Lisbona sottolinea che il presidente non può esercitare un mandato nazionale, ma non esclude un’eventuale compatibilità con un mandato nell’ambito di un’altra istituzione europea.

Il ruolo principale del presidente consiste nel migliorare la coerenza e l’efficacia dei lavori svolti in sede di Consiglio europeo e dunque assume le funzioni che in passato erano di competenza delle presidenze di turno dell’UE

  • presiede e anima i lavori del Consiglio europeo;
  • assicura la preparazione e la continuità dei lavori del Consiglio europeo;
  • si adopera per facilitare la coesione e il consenso in seno al Consiglio europeo.

Il presidente presenta al Parlamento europeo una relazione dopo ciascuna delle riunioni del Consiglio europeo.

Infine il presidente del Consiglio europeo svolge una funzione diplomatica dando maggior visibilità all’Europa ed esercita quest’ultima funzione senza interferire con le competenze dell’alto rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza.

TABELLA RIASSUNTIVA

ArticoliArgomento

Trattato sull’UE

15

Ruolo e composizione del Consiglio europeo ; nomina e prerogative del presidente del Consiglio europeo

Trattato sul funzionamento dell’UE

235 e 236

Funzionamento e attribuzioni del Consiglio europeo
Ultima modifica: 29.12.2009
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina