RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 5 lingue

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Agenzia del GNSS europeo

Il presente regolamento istituisce l’Agenzia del sistema globale di navigazione via satellite (GNSS), la cui missione è garantire l'accreditamento di sicurezza dei sistemi e il funzionamento del centro di sicurezza Galileo, nonché contribuire alla preparazione della commercializzazione dei sistemi ai fini di un loro corretto funzionamento, della fornitura ininterrotta di servizi e di un elevato grado di penetrazione dei mercati.

ATTO

Regolamento (UE) n. 912/2010 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 22 settembre 2010, che istituisce l’Agenzia del GNSS europeo, abroga il regolamento (CE) n. 1321/2004 del Consiglio sulle strutture di gestione dei programmi europei di radionavigazione via satellite.

SINTESI

Il presente regolamento abroga il regolamento (CE) n. 1321/2004 che aveva precedentemente istituito l'autorità di vigilanza del sistema globale di radionavigazione via satellite (GNSS) europeo, un'agenzia comunitaria. Il regolamento (CE) n. 683/2008, che definisce il nuovo quadro per la gestione pubblica e il finanziamento dei programmi EGNOS e Galileo, stabilisce il principio di una rigida ripartizione delle competenze tra la Commissione, l'autorità e l'Agenzia spaziale europea (ESA). Il presente regolamento attribuisce alla Commissione alcune responsabilità che in precedenza erano state assegnate all'autorità, come la gestione dei programmi. L'autorità è stata ribattezzata Agenzia del GNSS europeo. Il regolamento (CE) n. 683/2008 stabilisce il ruolo e i compiti di questa agenzia. L'agenzia è incaricata dei seguenti compiti:

  • garantire l'accreditamento di sicurezza;
  • far funzionare il centro di sicurezza Galileo;
  • contribuire alla preparazione della commercializzazione dei sistemi;
  • svolgere altri compiti che possono esserle affidati dalla Commissione, a norma dell'articolo 54, paragrafo 2, lettera b), del regolamento finanziario, per questioni specifiche connesse ai programmi.

Struttura dell'agenzia

L'agenzia è un organismo dell'Unione europea (UE), con personalità giuridica riconosciuta in tutti i paesi dell'UE e, come tale, può stare in giudizio. Gli organi dell’Agenzia sono il consiglio di amministrazione, il direttore esecutivo e il consiglio di accreditamento di sicurezza dei sistemi GNSS europei.

Il consiglio di amministrazione è composto da un rappresentante designato da ciascun paese dell'UE, da cinque rappresentanti della Commissione e da un rappresentante senza diritto di voto designato dal Parlamento europeo. Il mandato è di cinque anni e può essere rinnovato una volta. Ogni rappresentante dispone di un voto e le decisioni sono prese a maggioranza di due terzi. Il consiglio di amministrazione provvede affinché l'agenzia svolga i compiti affidatile dal presente regolamento. Riguardo ai compiti e alle decisioni di accreditamento di sicurezza, il consiglio di amministrazione è responsabile dei soli aspetti relativi alle risorse e al bilancio.

L’agenzia è diretta dal suo direttore esecutivo, che è nominato dal consiglio di amministrazione ed esercita le sue funzioni sotto la sua guida. Il mandato del direttore esecutivo è di cinque anni e può essere rinnovato una volta. Il direttore esecutivo gestisce e rappresenta l'agenzia.

Il consiglio di accreditamento di sicurezza è composto da un rappresentante di ciascun paese dell'UE, un rappresentante della Commissione e un rappresentante dell'alto rappresentante per gli affari esteri e la politica di sicurezza. Esso agisce come autorità di accreditamento di sicurezza e dovrà stabilire la conformità dei sistemi ai requisiti di sicurezza prima di qualsiasi decisione programmatica di rilievo, quale l'approvazione della strategia di accreditamento di sicurezza e dei lanci di satelliti, l’autorizzazione a rendere operativi i sistemi e le stazioni terrestri, nonché l'autorizzazione a fabbricare ricevitori integranti la tecnologia PRS.

RIFERIMENTI

AttoEntrata in vigoreTermine ultimo di recepimento negli Stati membriGazzetta ufficiale
Regolamento (UE) n. 912/2010

9.11.2010

-

GU L 276 del 20.10.2010

Ultima modifica: 17.03.2011

Vedi anche

  • Sito dell'agenzia del GNSS europeo (EN)
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina