RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 15 lingue
Nuove lingue disponibili:  CS - HU - PL - RO

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Agenzie esecutive dell'Unione

Il presente regolamento stabilisce lo statuto delle Agenzie esecutive incaricate della gestione di programmi comunitari. Esso stabilisce in particolare alcuni aspetti essenziali riguardanti la struttura, i compiti, il funzionamento, il regime di bilancio, il personale, i controlli e la responsabilità.

ATTO

Regolamento (CE) n. 58/2003 del Consiglio, del 19 dicembre 2002, recante lo statuto delle Agenzie esecutive incaricate di alcuni compiti relativi alla gestione di programmi comunitari.

SINTESI

Spetta alla Commissione il compito di dare attuazione ai programmi comunitari. Per potersi concentrare sui suoi compiti istituzionali, la Commissione ha deciso di delegare l'esecuzione di alcuni programmi comunitari ad entità terze, denominate agenzie esecutive. Il presente regolamento stabilisce lo statuto di tali agenzie. La Commissione, in quanto istituzione responsabile dell'esecuzione dei programmi comunitari, deve poter regolamentare in maniera rigorosa l'azione delle agenzie.

La Commissione può pertanto decidere sull'istituzione, sulla proroga ovvero sulla soppressione di un'Agenzia esecutiva dopo aver svolto un'analisi costi/vantaggi. L'analisi costi/vantaggi deve tener conto di diversi fattori fra i quali figurano i seguenti:

  • l'individuazione dei compiti che giustificano un'esternalizzazione;
  • la valutazione dei benefici e dei costi, anche in termini di risorse umane;
  • l'efficacia e la flessibilità nell'attuazione;
  • la semplificazione delle procedure utilizzate;
  • la prossimità dell'azione nei confronti dei beneficiari finali.

Se la Commissione constata che un'Agenzia non è più necessaria o che non corrisponde più ai principi di una buona gestione finanziaria, essa ne decide la soppressione.

La Commissione deve informare l'autorità di bilancio circa il suo progetto di istituzione di un'Agenzia esecutiva al momento dell'adozione del programma comunitario.

Statuto

L'Agenzia esecutiva è un organismo comunitario incaricato di compiti di servizio pubblico. Essa ha personalità giuridica.

Compiti

L'Agenzia esecutiva ha il compito di svolgere uno o più programmi comunitari e può essere incaricata segnatamente di svolgere i compiti seguenti:

  • la gestione ed il controllo delle fasi del progetto;
  • l'adozione degli atti di esecuzione di bilancio e l'attribuzione di bilanci e sovvenzioni;
  • la raccolta, l'analisi e la trasmissione di informazioni alla Commissione riguardanti l'esecuzione dei programmi.

Essa non può svolgere funzioni che comportano scelte politiche.

La Commissione stabilisce nell'atto di delega le condizioni, i criteri, i parametri e le modalità dell'azione delle agenzie.

Struttura interna

L'Agenzia esecutiva viene gestita da un comitato di direzione e da un direttore.

Il comitato di direzione è composto da cinque membri designati dalla Commissione per due anni (rinnovabili). Tale comitato stabilisce il programma di lavoro annuale, approva il bilancio di funzionamento, adotta la relazione annuale di attività ed applica le misure per lottare contro le frodi e le irregolarità.

Le direttore viene nominato dalla Commissione per quattro anni (rinnovabili). Si tratta di un funzionario delle Comunità europee. Questi ha i seguenti compiti:

  • rappresentanza, controllo e gestione dell'Agenzia esecutiva, segnatamente per quanto riguarda la gestione del personale;
  • preparazione dei lavori del comitato di direzione;
  • attuazione del programma di lavoro dell'Agenzia;
  • esecuzione finanziaria dei programmi comunitari e del bilancio di funzionamento dell'Agenzia esecutiva;
  • previsione annuale del budget di funzionamento dell'Agenzia esecutiva;
  • preparazione delle relazioni dell'Agenzia, segnatamente della relazione annuale di attività.

Il personale è composto da funzionari comunitari distaccati in qualità di agenti temporanei, nonché da agenti contrattuali assunti dall'Agenzia.

Disposizioni finanziarie

Il budget di funzionamento dell'Agenzia esecutiva è costituito da una sovvenzione proveniente dal bilancio generale dell'Unione europea, il cui importo viene stabilito dalla Commissione. L'esecuzione di tale bilancio è regolata dalle disposizioni di un regolamento finanziario tipo (cfr.: atti collegati) approvato dalla Commissione.

Ogni anno, il direttore presenta al comitato di direzione il bilancio provvisorio dei costi e dei ricavi dell'anno precedente. Successivamente il comitato di direzione trasmette i conti al contabile della Commissione ed alla Corte dei conti. Infine il Parlamento europeo, su raccomandazione del Consiglio, esprime il suo accordo sull'esecuzione del bilancio di funzionamento dell'Agenzia.

Controlli

Le Agenzie esecutive sono sottoposte al controllo:

  • della Commissione, segnatamente tramite il servizio di audit interno;
  • dell'Ufficio europeo per la lotta antifrodi (OLAF);
  • della Corte dei conti.

Ogni tre anni, una relazione esterna di valutazione viene presentata al comitato di direzione dell'Agenzia esecutiva, al Parlamento europeo, al Consiglio ed alla Corte dei conti. Tali relazioni devono consentire all'Agenzia esecutiva di migliorare la sua azione ed alla Commissione di sopprimere l'Agenzia qualora l'azione di quest'ultima non dovesse essere più necessaria.

Ogni atto di un'Agenzia esecutiva recante danni a terzi può essere oggetto di un ricorso amministrativo. La Commissione dispone in tal caso di un termine di due mesi per decidere in merito al ricorso presentato.

Responsabilità

La responsabilità contrattuale, non contrattuale o individuale dell'Agenzia può manifestarsi in particolari condizioni e situazioni.

Accesso ai documenti

Il pubblico può avere accesso ai documenti dell'Agenzia esecutiva a determinate condizioni. I membri dell'Agenzia esecutiva sono tenuti a non divulgare le informazioni coperte dal segreto professionale.

RIFERIMENTI

AttoData di entrata in vigoreTermine ultimo per il recepimento negli Stati membriGazzetta ufficiale
Regolamento CE n. 58/2003 [procedura di consultazione CNS/2000/0337]26.1.2003-GU L 11 del 16.1.2003

La presente scheda sintetica viene diffusa a titolo informativo. Essa non interpreta né sostituisce il documento di riferimento che resta l'unica base giuridica vincolante.

Ultima modifica: 02.04.2007
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina