RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 11 lingue

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Programma IDABC (2005-2009)

Il programma IDABC (Interoperable Delivery of Pan-European eGovernment Services to Public Administrations, Business and Citizens) mira a fornire servizi amministrativi paneuropei on-line alle amministrazioni pubbliche, alle imprese e ai cittadini. L’obiettivo è di migliorare l’efficienza delle amministrazioni pubbliche europee e la collaborazione fra di loro.

ATTO

Decisione 2004/387/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 21 aprile 2004 relativa alla fornitura interoperativa di servizi paneuropei di amministrazione on-line alle amministrazioni pubbliche, alle imprese e ai cittadini (IDABC) [Gazzetta ufficiale L 144 del 30 aprile 2004].

SINTESI

IDABC è un programma di gestione elettronica per il periodo 2005-2099.

Tale programma fa seguito al programma programma IDA (Interchange of Data between Administrations), tuttavia con un campo d’azione più ampio. Esso comprende gli obiettivi del programma IDA ma mira del pari a creare servizi amministrativi elettronici paneuropei rivolti alle imprese e ai cittadini.

IDABC entra nel quadro delle iniziative eEurope 2005 e i2010. L'interoperatività * e gli standard aperti restano campi di azione prioritari ai quali vengono ad aggiungersi nuovi servizi paneuropei da creare.

Obiettivi

Il programma IDABC si prefigge di sostenere e di promuovere la messa a punto di servizi paneuropei di amministrazione on-line *, nonché le reti telematiche interoperative che sono collegate a tali servizi.

Il programma mira del pari a:

  • permettere lo scambio di informazioni fra le amministrazioni pubbliche, nonché fra tali amministrazioni e le istituzioni comunitarie;
  • facilitare la fornitura di servizi paneuropei alle imprese e ai cittadini tenendo conto delle rispettive esigenze;
  • realizzare l’interoperatività fra i diversi settori d’azione, segnatamente basandosi su un quadro di interoperatività europeo;
  • promuovere la diffusione di buone prassi da seguire e favorire l’elaborazione di soluzioni telematiche innovative presso le amministrazioni pubbliche.

Progetti d’interesse comune e misure orizzontali

Il programma IDABC comprende progetti d’interesse comune che consentono l’attuazione della legislazione comunitaria e un miglioramento della cooperazione interistituzionale.

Il programma contiene anche misure orizzontali che prevedono la realizzazione di servizi paneuropei orizzontali di amministrazione on-line e servizi di infrastruttura, segnatamente quelli che favoriscono l’interoperatività.

Principi d’attuazione

La realizzazione dei progetti d’interesse comune e delle misure orizzontali deve rispondere a un certo numero di principi fra i quali figurano i seguenti:

  • basarsi su una base giuridica settoriale (per i progetti d’interesse comune);
  • ottenere la partecipazione del maggior numero di Stati membri;
  • prevedere, se del caso, un fase di preparazione e di fattibilità, una fase di messa a punto e di convalida, nonché una fase di realizzazione;
  • tener conto degli altri programmi comunitari per evitare ripetizioni di lavori già svolti. Si tratta dei programmi di ricerca e di sviluppo, dei programmi eTen, eContent, e-Inclusion e eLearning;
  • tener conto del quadro di interoperatività europeo fornito tramite il programma IDABC;
  • utilizzare nella misura del possibile i servizi paneuropei orizzontali di amministrazione on-line, nonché i servizi di infrastruttura (per i progetti d’interesse comune);
  • esaminare gli sviluppi dei progetti e delle misure nell’anno successivo alla realizzazione.

Procedura d’attuazione

Ai fini dell’attuazione dei progetti d’interesse comune e delle misure orizzontali, la Commissione stabilisce un programma di lavoro sequenziale (EN) a copertura dell’intero periodo oggetto della presente decisione.

Contributo finanziario della Comunità

I costi di realizzazione dei progetti d’interesse comune e delle misure orizzontali sono a carico della Comunità in proporzione all’interesse che presentano per essa.

Per poter beneficiare di un contributo finanziario della Comunità, un progetto d’interesse comune ovvero una misura orizzontale devono essere oggetto di un piano di finanziamento dei costi di realizzazione nonché di funzionamento della fase di sviluppo. Nel corso delle fasi di preparazione e di fattibilità, il contributo della Comunità può coprire integralmente il costo degli studi necessari.

Nel corso delle fasi di messa a punto/convalida e di realizzazione, la Comunità sostiene il costo dei compiti che ad essa vengono affidati nel quadro del piano generale di realizzazione del progetto d’interesse comune o della misura orizzontale.

Cooperazione internazionale

I paesi dello Spazio economico europeo e i paesi candidati possono essere ammessi a partecipare al programma IDABC, nel quadro dei loro rispettivi accordi conclusi con la Comunità. La cooperazione con altri paesi terzi viene incoraggiata, soprattutto nei confronti delle amministrazioni pubbliche dei paesi mediterranei, dei Balcani e dei paesi dell’Europa orientale.

Stanziamento finanziario

Lo stanziamento finanziario per il programma IDABC è pari a 148,7 milioni di euro per il periodo compreso fra il 1° gennaio 2005 e il 31 dicembre 2009.

Termini chiave dell'atto
  • Servizi paneuropei di amministrazione on-line: servizi pubblici d’informazione interattivi e transfrontalieri forniti da amministrazioni pubbliche europee a amministrazioni pubbliche europee, a imprese o a cittadini, tramite reti telematiche transeuropee interoperative.
  • Interoperatività: capacità dei sistemi delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione di scambiare dati e di consentire di condividere informazioni e conoscenze.

RIFERIMENTI

AttoData di entrata in vigoreTermine ultimo per il recepimento negli Stati membriGazzetta ufficiale
Decisione 2004/387/CE

20.5.2004

-

GU L 144 del 30.4.2004

ATTI COLLEGATI

Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio, del 29 maggio, intitolata «Valutazione finale dell'attuazione del programma IDABC»[COM(2009) 247 def. – Non pubblicata nella Gazzetta ufficiale].
La presente comunicazione espone i risultati della valutazione finale dell’attuazione del programma IDABC. Tale valutazione ha riguardato aspetti quali la pertinenza, l’efficienza, l’efficacia, l’utilità, la sostenibilità e la coerenza del programma.

Le conclusioni sono complessivamente positive, benché il programma abbia accumulato ritardo nel 2005. Il programma IDABC ha realizzato la maggior parte degli obiettivi previsti in materia di governo elettronico enunciate nella strategia i2010.

Il programma ISA succederà al programma IDABC. Le misure attuate nel quadro di questo futuro programma, dovrebbero concentrarsi principalmente su:

  • l’ambiente strategico del programma;
  • gli strumenti di comunicazione tra le parti interessate;
  • la messa a punto di metodi di monitoraggio.

Il prossimo programma ISA proseguirà l’impegno in termini di comunicazione del programma IDABC.

Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio, del 24 ottobre 2006: Valutazione dell'attuazione del programma IDABC [COM(2006) 611 def. – Non pubblicata sulla Gazzetta ufficiale].
Questa comunicazione presenta le conclusioni e le raccomandazioni ricavate dalla valutazione intermedia del programma.

La valutazione, positiva nel suo insieme, ha consentito di sottolineare la pertinenza e l'utilità del programma. Le parti interessate che sono state consultate ritengono che il programma IDABC fornisca un reale valore aggiunto nella fornitura di servizi di amministrazione on-line. È peraltro ancora troppo presto per poter presentare un'analisi dei suoi sviluppi nella Comunità e per misurarne l'efficacia.

La valutazione ha consentito tuttavia di evidenziare alcune lacune di cui bisognerà tener conto nelle successive fasi di attuazione del programma. Partendo da tali constatazioni, sono state formulate alcune raccomandazioni fra le quali figurano le seguenti:

  • controllare che tutti gli operatori conoscano il ruolo assegnatogli nell'attuazione delle varie azioni;
  • accentuare gli sforzi per raccogliere e diffondere informazioni specifiche e attualizzate riguardanti i reali bisogni degli utilizzatori;
  • realizzare uno studio sui contatti esistenti fra i vari programmi dell'Unione attraverso i quali la Comunità attua iniziative interoperative di amministrazione on-line.
Ultima modifica: 30.10.2009

Vedi anche

  • Informazioni complementari sul sito IDABC (EN) della Commissione europea.
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina