RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 15 lingue
Nuove lingue disponibili:  CS - HU - PL - RO

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Partenariato con le Nazioni Unite: aiuto allo sviluppo e aiuto umanitario

La presente comunicazione è intesa a consolidare il partenariato tra l’Unione europea (UE) e l’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) nei settori dello sviluppo e degli affari umanitari. A tal fine la Commissione ritiene che sia necessaria una più stretta collaborazione per raggiungere gli obiettivi fissati a livello internazionale, fra i quali soprattutto la lotta contro la povertà.

ATTO

Comunicazione della Commissione al Consiglio e al Parlamento europeo, del 30 maggio 2001, "Sviluppare un partenariato efficace con le Nazioni Unite nei settori dello sviluppo e delle questioni umanitarie" [COM(2001) 231 def.- Non pubblicata sulla Gazzetta ufficiale].

SINTESI

L'Unione europea (UE) e l'Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) conducono azioni congiunte in tutto il mondo. La loro cooperazione si estende alla maggior parte dei settori della politica estera dell’UE e a tutti i settori previsti dalla Carta delle Nazioni Unite (EN) (ES) (FR) (pace, sicurezza, diritti umani, affari economici e sociali, sviluppo, aiuto umanitario e politica commerciale). Inoltre, l'UE è uno dei principali donatori delle agenzie, dei fondi e dei programmi specifici dell'ONU.

La presente comunicazione analizza i mezzi utili a rafforzare il loro partenariato nei settori dell'aiuto umanitario e dell'aiuto allo sviluppo, in particolare per l'attuazione degli obiettivi di sviluppo del Millennio (OSM).

Migliorare la cooperazione: le priorità

I partner possono adattare il loro quadro di cooperazione attraverso:

  • l'esame delle possibilità di cooperazione tra l'UE e l'ONU per lo sviluppo di strumenti di programmazione pluriennali per paesi della politica estera europea;
  • la riforma del regolamento finanziario dell’UE, per una maggiore flessibilità di partecipazione alle attività dell’ONU;
  • la rinegoziazione dell'accordo quadro (EN ) (FR ) tra l’UE e l'ONU relativo alla gestione, il finanziamento, il controllo e la verifica dei programmi e dei progetti dell'ONU.

Inoltre, la comunicazione raccomanda di aumentare la rappresentanza e la difesa degli interessi dell'UE all'interno delle Nazioni Unite. Pertanto è necessario intensificare il dialogo politico con le agenzie, i fondi e i programmi dell’ONU e migliorare la partecipazione dell’UE al sistema di governace multilaterale.

Cooperazione operativa: raccomandazioni

L'UE, l'ONU e i suoi partner stanno conducendo operazioni congiunte in loco, nei settori dell'aiuto umanitario e dell'aiuto allo sviluppo. Questa cooperazione può essere migliorata nel rispetto di due principi fondamentali:

  • la suddivisione dei compiti deve basarsi sul valore aggiunto o il vantaggio comparato fornito da ciascun partner;
  • le attività di aiuto allo sviluppo devono concentrarsi sulla lotta contro la povertà.

Inoltre, va potenziato il coordinamento dei donatori, il coordinamento interno in seno all'ONU e la pianificazione strategica delle operazioni sulla base di obiettivi comuni.

Per quanto riguarda le organizzazioni partner dell'ONU, la Commissione raccomanda di:

  • sostenere le organizzazioni il cui mandato corrisponde alle priorità della politica europea e rafforzare il dialogo politico e gli scambi con queste organizzazioni;
  • privilegiare le programmazioni finanziarie pluriennali e coordinare il finanziamento da donatori diversi, nonché la lotta antifrode.
Ultima modifica: 09.09.2011
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina