RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 15 lingue
Nuove lingue disponibili:  CS - HU - PL - RO

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Verso una strategia sui diritti dei minori

Archivi

La Commissione europea propone una strategia per promuovere e salvaguardare efficacemente i diritti dei minori nelle politiche interne ed esterne dell'Unione europea, e per sostenere gli sforzi degli Stati membri in questo settore.

ATTO

Comunicazione della Commissione del 4 luglio 2006 - Verso una strategia dell’Unione europea sui diritti dei minori [COM(2006) 367 definitivo – Non pubblicata sulla Gazzetta ufficiale].

SINTESI

I diritti dei minori * sono parte integrante dei diritti dell'uomo, che l'Unione europea (UE) è tenuta a rispettare in virtù della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti del fanciullo [EN] e dei suoi protocolli facoltativi, degli Obiettivi di sviluppo del Millennio (castellanodeutschenglishfrançais) e della Convenzione europea dei diritti dell'uomo (CEDU). L'Unione europea ha riconosciuto inoltre espressamente i diritti dei minori nella Carta dei diritti fondamentali (castellanodeutschenglishfrançais).

I diritti dei minori sono ancora ben lontani dall'essere universalmente rispettati e ancor oggi avviene che non siano soddisfatte le esigenze fondamentali dell'infanzia, come il diritto di ricevere un'alimentazione adeguata, cure mediche di base o istruzione. Molti bambini sono inoltre costretti al lavoro forzato, sono vittime della tratta degli esseri umani; o sono utilizzati nei conflitti armati come bambini soldato.

Tra i problemi che si incontrano in particolare nell'UE vi è l'esclusione sociale dei bambini Rom, il traffico di minori, la pedopornografia su Internet, così come la somministrazione ai minori di farmaci non sperimentati ad uso pediatrico.

Di fronte a tale situazione, forte della sua lunga tradizione e del suo impegno a favore dei diritti dell’uomo e dei diritti dei minori in particolare, l’UE ha l’autorità necessaria per portare in primo piano sulla scena internazionale i diritti dei minori e per sostenere un’attenzione particolare verso le esigenze dei minori, basandosi sul modello europeo di protezione sociale e sugli altri programmi che essa attua.

Con la presente comunicazione, la Commissione propone una strategia di tutela dei diritti dei minori nelle politiche interne ed esterne dell'UE. Tale strategia si articola intorno ai seguenti obiettivi specifici:

  • sfruttare le politiche e gli strumenti esistenti;
  • stabilire le priorità di un'azione futura dell'UE;
  • tenere sistematicamente conto dei diritti dei minori in tutte le politiche esterne e interne dell'UE ("mainstreaming");
  • garantire un coordinamento e meccanismi di consultazione efficaci;
  • rafforzare le competenze e le conoscenze in materia di diritti dei minori;
  • comunicare più efficacemente nel campo dei diritti dei minori;
  • sostenere i diritti dei minori nel quadro delle relazioni esterne.

Per realizzare gli obiettivi indicati questa strategia prevede varie misure, cioè:

  • creazione in tutta l'UE di un numero di telefono unico a sei cifre (il 116xyz) per le linee di assistenza ai minori, così come di un numero telefonico unico per le chiamate urgenti riguardanti i minori scomparsi o vittime di sfruttamento sessuale;
  • sostegno al settore bancario e alle società di carte di credito nella lotta contro l'uso delle carte di credito su Internet per l'acquisto di materiale pedopornografico;
  • varo di un piano d'azione sui minori nel quadro della cooperazione allo sviluppo;
  • pubblicazione di un documento di consultazione per selezionare le azioni future;
  • creazione di un Forum europeo per i diritti dei minori [EN] e di una piattaforma web di discussione;
  • coinvolgimento dei minori nel processo decisionale;
  • elaborazione di una strategia di comunicazione sui diritti dei minori, per renderli più noti ai minori e ai loro genitori.

La Commissione si impegna a stanziare le risorse necessarie per attuare le misure proposte in questa comunicazione e per la futura strategia. Ogni anno sarà presentata una relazione sui progressi compiuti.

Termini chiave dell'atto
Minore, bambino: ogni individuo al di sotto dei 18 anni.

Cifre chiave dell'atto
  • Minori nel mondo: 2,2 miliardi.
  • Minori che vivono in paesi in via di sviluppo 86% del totale. In questi paesi vive inoltre il 95% dei bambini che muoiono prima dei 5 anni, non hanno accesso all'istruzione elementare e sono vittime del lavoro forzato o di abusi sessuali.
  • Un terzo dei bambini nel mondo soffre di malnutrizione durante i primi 5 anni di vita. Un sesto, soprattutto femmine, non frequenta la scuola elementare.
  • Più di 10 milioni di bambini al di sotto dei cinque anni muoiono ogni anno di malattie che sarebbe facile prevenire o curare.
  • Un miliardo di bambini soffre di problemi fisici, di sviluppo intellettuale e/o psicologico.
  • 218 milioni di bambini sono costretti al lavoro forzato.
  • 1,2 milioni di bambini sono vittime della tratta degli esseri umani.
  • 000 bambini combattono come bambini soldato in conflitti armati.
  • Più di 200 milioni di bambini sono gravemente disabili.
  • 140 milioni di bambini sono orfani.

ATTI COLLEGATI

Comunicazione della Commissione al Consiglio, al Parlamento europeo, al Comitato economico e sociale europeo e al Comitato delle regioni del 5 febbraio 2008 - Riservare ai minori un posto speciale nella politica esterna dell'UE[COM(2008) 55 definitivo – Non pubblicata sulla Gazzetta ufficiale].
La comunicazione in oggetto contribuisce alla definizione di un piano d'azione per i minori nella politica esterna dell'UE, basato su un approccio multidisciplinare che prenda in considerazione i diversi aspetti del problema e in cui intervengano le politiche umanitarie, di sviluppo, di sicurezza e dei diritti dell'uomo. Essa completa gli Orientamenti dell'UE in materia di promozione e tutela dei diritti del bambino (pdf ), adottati dal Consiglio il 10 dicembre 2007, che rappresentano la base dell'azione dell'UE in materia di protezione e promozione dei diritti dei minori nella sua politica esterna.

Ultima modifica: 21.03.2008

Vedi anche

Per maggiori informazioni si rimanda al sito web della Direzione generale "Giustizia, libertà e sicurezza" [EN].

Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina