RSS
Indice alfabetico

Glossario

Trasparenza dei lavori del Consiglio

Dall'entrata in vigore del trattato di Amsterdam nel maggio 1999, disposizioni specifiche sull'accesso del pubblico ai documenti delle istituzioni sono state fissate all'articolo 255 del trattato CE. Tale articolo, che con l'entrata in vigore del trattato di Lisbona nel dicembre 2009 è diventato l'articolo 15, paragrafo 3 , del trattato sul funzionamento dell'Unione europea (TFUE), ha costituito la base giuridica del regolamento (CE) n. 1049/2001 relativo all'accesso del pubblico ai documenti del Parlamento europeo, del Consiglio e della Commissione

Il Consiglio dell'Unione europea stabilisce nel suo regolamento interno le condizioni di accesso del pubblico ai suoi documenti. La sua azione in qualità di legislatore deve essere associata ad un migliore accesso ai documenti. In particolare, « i risultati e le spiegazioni dei voti, nonché le dichiarazioni iscritte al processo verbale, sono resi pubblici ». Inoltre, analogamente a quanto succede per le altre istituzioni europee, il Consiglio deve rendere accessibile al pubblico un registro dei documenti.

Per quanto concerne le deliberazioni e le discussioni, nel quadro della procedura di codecisione, le discussioni che seguono alla presentazione da parte della Commissione delle sue proposte legislative e i voti (comprese le deliberazioni finali) e le spiegazioni del voto) sono pubblici. Inoltre una volta all'anno sono organizzate discussioni pubbliche sugli orientamenti e sulle proposte legislative importanti. La pubblicità è in linea di massima organizzata con mezzi audiovisivi.

In linea di amssima i voti, le spiegazioni di voto e i processi verbali del Consiglio, nei casi in cui egli operi in qualità di legislatore, sono pubblici. Inoltre possono anche essere pubblicati i risultati dei voti riguardanti talune decisioni, soprattutto del secondo e terzo pilastro; in questo caso la pubblicità è sottoposta a condizioni. Sono esclusi invece dalla pubblicità i voti indicativi e l'adozione di atti preparatori.

Al di là di queste regole, viene mantenuto il segreto professionale per le deliberazioni del Consiglio.

Si consulti:

Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina