RSS
Indice alfabetico

Glossario

Reti transeuropee (TEN)

Le reti transeuropee devono consentire di collegare le regioni europee e le reti nazionali per mezzo di una infrastruttura moderna ed efficace. Sono indispensabili al buon funzionamento del mercato unico in quanto assicurano la libera circolazione delle merci, delle persone e dei servizi.

Il titolo XVI del trattato sul funzionamento dell’UE costituisce la base giuridica delle reti transeuropee (RTE). Le reti transeuropee sono presenti in tre settori di attività:

  • Le RTE-Trasporti (RTE-T) concernono il trasporto su strada e quello combinato, le vie navigabili e i porti marittimi nonché la rete europea dei treni a grande velocità. Rientrano in questa categoria anche i sistemi intelligenti di gestione dei trasporti, così come Galileo, il futuro sistema europeo di radionavigazione via satellite.
  • Le RTE-Energia (RTE-E) riguardano i settori dell'elettricità e del gas naturale: tendono a realizzare un mercato unico dell'energia e a facilitare la sicurezza degli approvvigionamenti.
  • Le RTE-Telecomunicazioni (eRte) mirano a sviluppare servizi elettronici basati sulle reti di telecomunicazione. Fortemente incentrate sui servizi pubblici, esse rappresentano il nucleo dell'iniziativa "eEurope: una società dell'informazione per tutti".

Alla linea di bilancio RTE si aggiungono i contributi del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), del Fondo di coesione, della Banca europea per gli investimenti (BEI) e del Fondo europeo per gli investimenti (FEI).

Sin dal 1986, l'Atto unico europeo sottolineava il legame tra il buon funzionamento del mercato unico e l'obiettivo di coesione economica, sociale e territoriale. L'interconnessione e l'interoperabilità delle reti nazionali d'infrastrutture diventavano fattori chiave per la gestione coerente del territorio comunitario.

Oggi l'allargamento ai paesi dell'Europa centrale e orientale rafforza l'importanza delle RTE, dato che ne estende la loro copertura all'insieme del continente europeo. Al di là della loro efficiente connessione alle reti dei paesi terzi situati più ad est (Russia e paesi della CSI) o più a sud (paesi del bacino del Mediterraneo) rappresenta un fattore d'equilibrio e di sviluppo economico.

Si consulti:

Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina