RSS
Indice alfabetico

Glossario

Protocollo di Kyoto

Adottato nel dicembre 1997, questo protocollo alla convenzione-quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (CQNUCC) evidenzia il nuovo atteggiamento della comunità internazionale rispetto al cambiamento climatico. In virtù di questo protocollo i paesi industrializzati si sono impegnati a ridurre di almeno il 5% le loro emissioni di sei gas ad effetto serra (anidride carbonica, metano, protossido di azoto, idrofluorocarburi, perfluorocarburi ed esafluoro di zolfo) nel periodo 2008-2012 rispetto ai livelli del 1990.

Il protocollo di Kyoto prevede tre meccanismi fondati sul mercato: lo scambio di quote di emissione fra i paesi che fanno farte del protocollo, l’esecuzione congiunta di progetti tra questi paesi e il meccanismo per uno sviluppo pulito (con i paesi che non partecipano al protocollo).

In questo contesto i paesi membri dell’Unione europea (UE) si sono, da parte loro, impegnati a ridurre dell’8% le loro emissioni nel corso dello stesso periodo. Nel 2003 le emissioni globali dei sei gas serra provenienti dai paesi dell’Unione erano dell’1,7% al di sotto dei livelli del 1990.

Il 31 maggio 2002, l’Unione europea e gli Stati membri hanno ratificato il protocollo di Kyoto. Con la ratifica della Russia nel 2004 il protocollo è potuto entrare in vigore il 16 febbraio 2005 ed è ora vincolante per tutti i firmatari.

Il protocollo di Kyoto rappresenta una prima fase nella lotta ai cambiamenti climatici. Nel novembre 2005, una conferenza delle parti alla CQNUCC e al protocollo di Kyoto ha consentito di dare un nuovo impulso al protocollo e di porre le basi dei futuri dibattiti sul quadro internazionale di lotta contro il cambiamento climatico. Infine, in occasione del Consiglio europeo del marzo 2007, l'UE si è impegnata unilateralmente a ridurre del 20% le sue emissioni di C02 entro il 2020 ed ha invitato i paesi sviluppati a stipulare un accordo internazionale nel quale venga stabilito un obiettivo di riduzione globale del 30% entro il 2020.

Si consulti:

Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina