RSS
Indice alfabetico

Glossario

Aiuti umanitari

L'Unione europea (UE) nel suo complesso (Commissione e Stati membri) è attualmente uno dei principali donatori di aiuti umanitari al mondo.

Negli ultimi anni, la componente «aiuti umanitari» dell'azione esterna dell'Unione europea ha assunto un ruolo di primo piano, per il moltiplicarsi delle crisi nel mondo e la volontà dell'Unione di affermarsi nel settore dell'intervento umanitario internazionale.

Nel 1992 è stato quindi istituito il servizio per gli aiuti umanitari (ECHO) della Commissione europea, che ha il compito di fornire assistenza e soccorso (sotto forma di beni o servizi) alle vittime dei conflitti e delle catastrofi naturali o causate dall'uomo che si verificano al di fuori dell'UE. Il suo mandato include anche la prevenzione delle catastrofi e operazioni per il superamento delle crisi. L’azione di ECHO si basa sul rispetto del diritto internazionale e dei principi di non discriminazione, imparzialità e neutralità. L’assistenza è fornita dai partner di ECHO, ossia organizzazioni non governative, agenzie umanitarie delle Nazioni Unite e altre organizzazioni internazionali.

Nel quadro del consenso europeo sull’aiuto umanitario, l’azione viene condotta collettivamente all’interno dell’UE e con i partner di ECHO. In tal modo, le azioni dell’UE e degli Stati membri sono complementari e coordinate, e sono coerenti con le operazioni delle organizzazioni internazionali.

Il trattato di Lisbona istituisce un corpo volontario europeo di aiuto umanitario (articolo 214 del trattato sul funzionamento dell’UE), al quale possono partecipare i giovani europei che desiderano contribuire alle azioni di aiuto umanitario.

Si consulti:

Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina