RSS
Indice alfabetico

Glossario

Libera circolazione delle persone

Il titolo IV del trattato che istituisce la Comunità europea (TCE) definiva la politica dell'Unione europea in materia di "visti, asilo, immigrazione e altre politiche connesse alla libera circolazione delle persone". Questi settori legati alla realizzazione collettiva di uno spazio di libertà, di sicurezza e di giustizia riguardavano:

  • la libera circolazione delle persone;
  • il controllo delle frontiere esterne;
  • l'asilo, l' immigrazione e la tutela dei diritti dei cittadini di paesi terzi;
  • la cooperazione giudiziaria in materia civile.

Dopo un periodo transitorio di cinque anni a decorrere dall'entrata in vigore del trattato di Amsterdam (maggio 1999), la Commissione disponeva di un diritto d'iniziativa esclusivo e si applica la procedura di codecisione.

Prima di essere inseriti nel TCE dal trattato di Amsterdam, questi settori rientravano nel titolo VI del trattato sull'Unione europea (terzo pilastro). Il trattato di Amsterdam le ha "comunitarizzate", cioè le ha integrate nel quadro giuridico del primo pilastro. Il trattato di Lisbona li ha raggruppati nel trattato sul funzionamento dell’Unione europea.

Si consulti:

Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina