RSS
Indice alfabetico

Glossario

Comitato economico e sociale europeo (CESE)

Il Comitato economico e sociale europeo (CESE) è un organo consultivo dell’Unione europea (UE). È stato creato nel 1957, dal trattato che ha istituito la Comunità economica europea, con il compito di rappresentare gli interessi delle diverse categorie economiche e sociali.

Il CESE è composto da un massimo di 350 membri provenienti dalla società civile organizzata (art. 301 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea (TFUE)). Sono ripartiti in tre categorie in rappresentanza rispettivamente degli interessi dei datori di lavoro, dei lavoratori e dei settori di attività specifiche (agricoltori, artigiani, PMI e industrie, professioni liberali, rappresentanti dei consumatori, rappresentanti della comunità scientifica e pedagogica, dell'economia sociale, delle famiglie, dei movimenti ecologici). I membri del CESE sono nominati per un mandato rinnovabile di cinque anni su decisione del Consiglio adottata all’unanimità, su proposta della Commissione.

Il CESE può essere consultato dal Parlamento europeo, dal Consiglio e dalla Commissione nei casi previsti dai trattati. Esso può anche formulare pareri di propria iniziativa.

Il CESE è consultato preliminarmente all'adozione di un numero rilevante di atti relativi al mercato interno, all'educazione, alla tutela dei consumatori, alla protezione dell'ambiente, allo sviluppo regionale e al settore sociale. Dall'entrata in vigore del trattato di Amsterdam (maggio 1999), il CESE deve essere consultato obbligatoriamente in merito ad un numero più vasto di temi (quali la nuova politica in materia di occupazione, le nuove disposizioni in materia sociale, la salute pubblica e le pari opportunità).

Si consulti:

Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina