RSS
Indice alfabetico

Glossario

Consiglio europeo

Con l'entrata in vigore del trattato di Lisbona, il Consiglio europeo diventa una delle istituzioni dell'Unione europea. Esso riunisce almeno quattro volte all'anno i capi di Stato o di governo degli Stati membri e conta tra i suoi membri il presidente della Commissione europea, in quanto membro di diritto. Esso elegge il suo presidente per una durata di due anni e mezzo.

Il compito del Consiglio europeo è di stabilire gli orientamenti politici generali e di imprimere all'Unione europea l'impulso necessario al suo ulteriore sviluppo (articolo 15 del trattato sull'Unione europea - TUE). Esso non esercita una funzione legislativa. Tuttavia, il trattato di Lisbona prevede la possibilità che il Consiglio europeo si pronunci in materia penale (articolo 82 e 83 del trattato sul funzionamento dell'UE - TFUE) o di sicurezza sociale (articolo 48 del TFUE) qualora uno Stato si opponesse a una proposta di legge in tali settori.

Le decisioni vengono prese di comune accordo in seguito a negoziati tra gli Stati membri prima che abbia luogo la riunione. I risultati dei lavori del Consiglio europeo sono ripresi nelle conclusioni pubblicate successivamente alla riunione. Un Consiglio straordinario può essere organizzato ogni volta lo si ritenga necessario.

Istituito dal comunicato finale del Vertice di Parigi del dicembre 1974, si è riunito per la prima volta nel 1975. Si è sostituito alla prassi delle conferenze europee al vertice che hanno caratterizzato il periodo 1961 - 1974. Conformemente a una dichiarazione allegata all'atto finale della Conferenza intergovernativa che ha preparato il trattato di Nizza, tutte le riunioni del Consiglio europeo si tengono a Bruxelles da quando l'Unione europea conta 25 membri (maggio 2004).

Si consulti:

 

Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina