RSS
Indice alfabetico

Glossario

OLAF (Ufficio europeo per la lotta antifrode)

L'Ufficio europeo per la lotta antifrode (OLAF) ha l'incarico, dal 1° giugno 1999, di reprimere le frodi ai danni del bilancio dell'Unione europea.

Istituito con decisione della Commissione europea, l'Ufficio ha sostituito l'Unità di coordinamento della lotta antifrodi (UCLAF) creata dalla Commissione nel 1988 con un ambito operativo limitato a questa sola istituzione.

L'OLAF può ora svolgere indagini sulla gestione e sul finanziamento di tutte le istituzioni e organi dell'Unione e gode di un'indipendenza operativa assoluta, garantita in particolare da due organi:

  • il suo direttore, il quale viene nominato dal Parlamento, dalla Commissione e dal Consiglio, in concertazione tra di loro. Il Presidente ha facoltà di presentare ricorsi alla Corte di giustizia a tutela della propria indipendenza. Inoltre, può avviare indagini non solo a richiesta dell'istituzione, dell'organo o dello Stato membro interessato, ma anche di propria iniziativa.
  • il comitato di vigilanza, che è incaricato di controllare lo svolgimento delle inchieste; è composto da cinque personalità esterne indipendenti, nominate congiuntamente dal Parlamento, dal Consiglio e dalla Commissione europea.

Un accordo interistituzionale concluso nel maggio 1999 dal Parlamento, dal Consiglio e dalla Commissione europea, precisa le modalità in base alle quali devono svolgersi le inchieste interne dell'OLAF allo scopo di combattere le frodi, la corruzione e le altre attività illegali che recano pregiudizio agli interessi finanziari dell'Unione europea. In base a tale accordo l'Ufficio ha competenza a indagare su fatti rilevanti che possono configurare un inadempimento degli obblighi professionali dei funzionari e degli altri agenti, passibili di conseguenze sul piano penale o disciplinare. Numerosi regolamenti precisano le modalità di notifica delle irregolarità e di riscossione delle somme indebitamente versate. Altri regolamenti determinano la procedura che va seguita nel corso delle indagini e operazioni, nonché controlli in situ.

Si consulti:

Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina