RSS
Indice alfabetico

Glossario

Duplice maggioranza

Il trattato di Nizza (2001) prevedeva una definizione della maggioranza qualificata che corrisponde ad una duplice o addirittura triplice maggioranza. Oltre alla riponderazione dei voti favorevole ai paesi più grandi, la maggioranza qualificata deve in effetti anche rappresentare la maggioranza degli Stati membri. Vi è poi il cosiddetto sistema della «soglia demografica» che consente a ciascuno Stato membro di chiedere che si verifichi se la maggioranza qualificata rappresenti almeno il 62% della popolazione dell'Unione. Se tale condizione non è soddisfatta, la decisione non viene adottata.

Il trattato di Lisbona modifica la regola del voto in sede di Consiglio introducendo un sistema più semplice e più trasparente basato sul principio della duplice maggioranza di Stati e di popolazione. La maggioranza qualificata potrà essere raggiunta soltanto se essa rappresenta almeno il 55% degli Stati dell’Unione e il 65% della popolazione europea (articolo 16 del trattato sull’Unione europea e articolo 238 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea). Questo sistema di votazione entrerà in vigore solo dopo un periodo di transizione che si concluderà il 31 ottobre 2014. Fino a questa data continuerà ad applicarsi la regola di voto prevista dal trattato di Nizza.

Si consulti:

Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina