RSS
Indice alfabetico

Glossario

Comitato di conciliazione

Nell'ambito della procedura di codecisione tra il Consiglio dell'Unione europea e il Parlamento europeo è previsto a norma dell'art. 294 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea (TFUE) un comitato di conciliazione. Il comitato può essere convocato per risolvere i disaccordi tra le due istituzioni in seguito alla seconda lettura di una proposta di legge.

Composto dai membri del Consiglio o loro rappresentanti e da un numero uguale di rappresentanti del Parlamento, il comitato è copresieduto dal presidente del Parlamento europeo e dal presidente del Consiglio. La sua missione è concordare un testo accettabile per le due parti. La Commissione partecipa altresì al comitato di conciliazione per promuovere un ravvicinamento delle posizioni tra il Parlamento europeo e il Consiglio.

Il Consiglio e il Parlamento devono adottare la proposta entro un termine di sei settimane dalla convocazione del comitato:

  • a maggioranza dei suffragi espressi per il Parlamento;
  • a maggioranza qualificata per il Consiglio.

La proposta è considerata non adottata in mancanza di approvazione da parte di una delle due istituzioni.

Se il comitato è convocato in materia di bilancio, esso deve pronunciarsi entro un termine di ventun giorni dalla sua convocazione. Il Parlamento e il Consiglio dovranno quindi approvare il progetto comune di bilancio entro un termine di quattordici giorni.

Si consulti:

Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina