RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 5 lingue

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Sistema TRACES

Il sistema TRACES è uno strumento di gestione dei movimenti di animali e di prodotti di origine animale sia provenienti dall’esterno dell’Unione europea che sul suo territorio. Questo sistema consolida e semplifica i sistemi esistenti. Si tratta di una grande innovazione che permette di migliorare la gestione delle epizoozie e di semplificare le formalità amministrative che gravano sugli operatori economici e sulle autorità competenti.

ATTO

Decisione 2003/623/CE della Commissione, del 19 agosto 2003, relativa alla creazione di un sistema informatico veterinario integrato denominato Traces.

SINTESI

Il sistema esperto per il controllo degli scambi (TRAde Control and Expert System – TRACES) crea un’unica banca dati centrale per seguire i movimenti di animali e di prodotti di origine animale sia all’interno dell’Unione europea (UE) che in provenienza dall’esterno.

Caratteristiche

Le principali caratteristiche di TRACES sono:

  • la trasmissione elettronica di informazioni;
  • la gestione centralizzata dei dati normativi di riferimento;
  • l'interoperabilità con gli altri sistemi d’informazione;
  • il multilinguismo.

Obiettivi

Il sistema TRACES ha i seguenti obiettivi:

  • migliorare la quantità e la qualità delle informazioni sui movimenti di animali;
  • migliorare gli scambi di informazioni tra autorità nazionali ed europee;
  • realizzare un sistema di certificati veterinari elettronici che permettano agli operatori commerciali di inserire le informazioni on-line;
  • gestire gli elenchi di stabilimenti di paesi non UE autorizzati ad esportare prodotti di origine animale nell’UE;
  • gestire le spedizioni rifiutate alle frontiere dell’UE;
  • concentrare i controlli sulla salute pubblica e animale e il benessere degli animali (soprattutto durante il trasporto, ecc.);
  • centralizzare le valutazioni di rischio di epidemie potenziali;
  • superare le difficoltà linguistiche rendendo più accessibili le informazioni relative ad altri paesi;
  • inserire tutti gli operatori coinvolti creando di un sistema di svolgimento delle operazioni per gli scambi di documenti tra operatori economici e autorità competenti.

Funzionamento

Gli operatori economici possono essere inseriti in TRACES a condizione che la loro registrazione sia fatta dall’autorità competente a cui sono collegati. Quando desiderano effettuare un trasporto di animali, compilano un modulo elettronico dal formato unico che contiene tutte le informazioni necessarie relative all’animale o al prodotto di origine animale, la destinazione e le eventuali tappe.

Nel caso di scambi intraeuropei di animali o di prodotti di origine animale, tali informazioni saranno trasmesse alle autorità competenti dello Stato membro d’origine. Dopo aver verificato il contenuto del modulo, le autorità possono convalidare o respingere il trasporto. In caso di convalida, le autorità competenti rilasciano il certificato sanitario e la tabella di marcia relativa al benessere degli animali nelle lingue ufficiali dello Stato membro di origine e di destinazione. L’operatore privato può procedere al trasporto soltanto dopo aver ricevuto l’autorizzazione.

In caso d’importazione o di transito di animali o di prodotti d’origine animale provenienti da un paese non membro dell’UE, spetta all’agente del posto d’ispezione frontaliero, al momento del controllo degli animali o dei prodotti e dei documenti veterinari d’importazione, inserire tali informazioni nella banca dati TRACES, compreso il permesso o il rifiuto di accesso nel territorio dell’UE e rilasciare un documento veterinario comune d’entrata (DVCE).

Tutte le informazioni sono trasmesse alle autorità veterinarie dello Stato membro di destinazione, all’autorità veterinaria centrale del paese o dei paesi di transito e a tutti i punti di controllo interessati. Le informazioni possono così essere consultate in occasione dei controlli effettuati durante il viaggio e/o a destinazione. Inoltre, possono anche essere consultate dagli operatori economici iscritti nella banca dati. Il sistema è a disposizione degli utenti gratuitamente.

Contesto

Il sistema TRACES sostituisce numerosi sistemi antecedenti distinti e in particolare Animo (DE) (EN) (ES) (FR) e Shift. Animo era stato creato per seguire i movimenti di animali vivi e per scambiare informazioni tra autorità nazionali e comunitarie. Per migliorare la sicurezza sanitaria delle importazioni di animali e di prodotti di origine animale provenienti dall’esterno dell’UE era stato realizzato il sistema d’informazione denominato Shift, che comprendeva a sua volta altri due sistemi: il sistema LMS per gestire gli elenchi degli stabilimenti autorizzati ad esportare verso l’UE e il sistema RCS per gestire le partite respinte alle frontiere dell’UE. Sostituire questi diversi sistemi con un unico sistema, il TRACES, permette di evitare doppioni semplificando contemporaneamente il controllo degli animali e rendendolo più efficace.

La Commissione europea è responsabile del controllo del sistema TRACES, del suo sviluppo e della sua manutenzione, mentre il sistema Animo si basava su un contratto tra gli Stati membri e una società privata. La Corte dei conti ha chiesto alla Commissione di assumersi tale responsabilità visti i problemi verificatisi durante la crisi della peste suina classica del 1997.

RIFERIMENTO

AttoEntrata in vigoreTermine ultimo per il recepimento negli Stati membriGazzetta ufficiale

Decisione 2003/623/CE

28.8.2003

-

GU L 216, 28.8.2003

Ultima modifica: 29.06.2011

Vedi anche

  • Sito della direzione generale «Salute e consumatori», TRACES
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina