RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 5 lingue

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Divieto di somministrare ormoni (e altre sostanze) agli animali da azienda

L'Unione europea (UE) limita la somministrazione di ormoni agli animali, le cui carni o prodotti sono destinati al consumo umano, a taluni trattamenti terapeutici e zootecnici. Qualsiasi altra somministrazione, ad esempio quella volta a stimolare la crescita, è vietata. Inoltre, la detenzione di ormoni è strettamente controllata.

ATTO

Direttiva 96/22/CE del Consiglio, del 29 aprile 1996, concernente il divieto d'utilizzazione di talune sostanze ad azione ormonica, tireostatica e delle sostanze ß-agoniste nelle produzioni animali e che abroga le direttive 81/602/CEE, 88/146/CEE e 88/299/CEE [Cfr. atti modificativi)].

SINTESI

La legislazione europea deve tutelare la salute dei consumatori e preservare la qualità dei prodotti alimentari controllando l'utilizzo di ormoni negli animali.

Sostanze

La direttiva 96/22/CE vieta la somministrazione di talune sostanze agli animali da azienda. Le sostanze interessate sono:

  • i tireostatici;
  • gli stilbeni, i derivati di stilbeni, loro sali ed esteri;
  • l'estradiolo 17 beta e suoi derivati esterificati;
  • le sostanze beta-agoniste (possibili deroghe); e
  • le sostanze ad azione estrogena (diverse dall'estradiolo 17 beta e suoi derivati esterificati), androgena o gestagena (possibili deroghe, divieto temporaneo per lasciare alla Commissione il tempo necessario per valutare i rischi di queste sostanze sulla salute umana).

Divieto

La direttiva 96/22/CE vieta:

  • l'immissione sul mercato delle sostanze di cui sopra per la somministrazione a qualsiasi animale le cui carni o prodotti sono destinati al consumo umano (a parte le eccezioni terapeutiche e zootecniche);
  • l'immissione sul mercato e la macellazione di animali contenenti tali sostanze o residui di tali sostanze;
  • l'immissione sul mercato di carni o di prodotti di origine animale, contenenti tali sostanze o residui di tali sostanze;
  • la detenzione in un'azienda di tali sostanze.

Deroghe

Le sostanze ad azione ormonica, tireostatica e beta-agoniste non possono essere somministrate ad animali di azienda. Tuttavia, queste sostanze possono essere utilizzate per fini terapeutici o zootecnici, purché il loro uso sia controllato.

Importazioni

L'importazione di animali o di carne o di prodotti animali provenienti da paesi che consentono la somministrazione di tali sostanze agli animali destinati al consumo umano per altri scopi è vietata nell'Unione europea, fatto salvo il caso in cui questi paesi offrano una garanzia equivalente per le spedizioni verso l'Unione europea (sistema di allevamento separato).

RIFERIMENTI

Atto Entrata in vigore Termine ultimo per il recepimento negli Stati membri Gazzetta ufficiale

Direttiva 96/22/CE

23.5.1996

1.7.1997

GU L 125 del 23.5.1996

Atto/i modificatore/i Entrata in vigore Termine ultimo per il recepimento negli Stati membri Gazzetta ufficiale

Direttiva 2003/74/CE

14.10.2003

14.10.2004

GU L 262 del 14.10.2003

Direttiva 2008/97/CE

18.12.2008

1.1.2009

GU L 318 del 28.11.2008

Le modifiche e correzioni successive della direttiva 96/22/CE del Consiglio sono state integrate nel testo di base. Questa versione consolidata ha solo valore documentale.

Ultima modifica: 10.02.2011
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina