RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 9 lingue
Nuove lingue disponibili:  CS - HU - PL - RO

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Commercio dei prodotti derivati dalla foca

Il presente regolamento vieta l'immissione di prodotti derivati dalla foca sul mercato dell'Unione europea, fissando norme nazionali armonizzate.

ATTO

Regolamento (CE) n. 1007/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 settembre 2009, sul commercio dei prodotti derivati dalla foca.

SINTESI

In risposta alle preoccupazioni espresse dai cittadini riguardo ai metodi di caccia alla foca, le disposizioni del presente regolamento intendono armonizzare le norme in vigore nell’Unione europea in materia di attività commerciali relative ai prodotti derivati dalla foca *.

L’immissione sul mercato comunitario di prodotti derivati dalla foca è autorizzata solo quando i prodotti:

  • provengono dalla caccia tradizionalmente praticata dagli Inuit * e da altre comunità indigene e contribuiscono alla loro sussistenza;
  • provengono da sottoprodotti della caccia regolamentata dalla legislazione nazionale e praticata al solo scopo di garantire una gestione sostenibile delle risorse marine. Tale immissione sul mercato è autorizzata unicamente su basi non lucrative.

L’importazione di prodotti derivati dalla foca a fini non commerciali è autorizzata quando ha natura occasionale ed è costituita esclusivamente da merci destinate all’uso personale dei viaggiatori o delle loro famiglie.

Gli Stati membri stabiliscono le sanzioni da applicare in caso di violazione delle disposizioni del presente regolamento e adottano tutti i provvedimenti necessari per la loro attuazione.

Ogni quattro anni, gli Stati membri dell'UE trasmettono alla Commissione una relazione in cui illustrano le azioni intraprese per dare attuazione al presente regolamento.

Contesto

Il regolamento completa la normativa dell'UE esistente in materia di protezione delle foche, in particolare la direttiva 83/129/CEE che vieta l’importazione nei paesi dell'UE di pelli di taluni cuccioli di foca.

Il benessere degli animali è uno degli obiettivi della Commissione e costituisce il nucleo del protocollo allegato al trattato che istituisce la Comunità europea (protocollo n. 33), che è alla base del piano d'azione per la protezione e il benessere degli animali per il periodo 2006-2010.

Termini chiave dell'atto
  • Foca: esemplare di tutte le specie di pinnipedi.
  • Prodotto derivato dalla foca: tutti i prodotti, trasformati o non trasformati, derivati o ottenuti dalla foca, tra cui carne, olio, grasso, organi, pelli da pellicceria gregge e pelli da pellicceria conciate e preparate, anche assemblate in tavole, traverse o altre forme simili, nonché gli articoli derivati dalle pelli.
  • Inuit: i membri indigeni del territorio Inuit, vale a dire le regioni artiche e subartiche in cui gli Inuit detengono diritti e interessi aborigeni, riconosciuti dagli Inuit come membri del loro popolo.

RIFERIMENTI

Atto Entrata in vigore Termine ultimo di recepimento negli Stati membri Gazzetta ufficiale

Regolamento (CE) n. 1007/2009

20.11.2009

-

GU L 286 del 31.10.2009

ATTI COLLEGATI

Regolamento (UE) n. 737/2010 della Commissione, del 10 agosto 2010 , recante modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 1007/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio sul commercio dei prodotti derivati dalla foca [Gazzetta ufficiale L 216 del 17.8.2010].

Ultima modifica: 22.02.2011

Vedi anche

  • Vedere anche il sito web della direzione generale Ambiente della Commissione europea dedicato alla caccia alle foche (EN)
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina