RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 5 lingue

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Sottoprodotti di origine animale

L'Unione europea (UE) produce annualmente più di 15 milioni di tonnellate di sottoprodotti di origine animale. Per prevenire i rischi che tali prodotti comportano per la salute pubblica e degli animali, l'UE adatta le regole esistenti e fornisce un quadro giuridico più coerente per la loro raccolta, il loro utilizzo e il loro smaltimento. Stabilisce inoltre nuove regole per facilitare l'utilizzo delle sostanze di origine animale per applicazioni tecniche.

ATTO

Regolamento(CE) n. 1069/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 21 ottobre 2009, recante norme sanitarie relative ai sottoprodotti di origine animale e ai prodotti derivati non destinati al consumo umano e che abroga il regolamento (CE) n. 1774/2002.

SINTESI

Questo regolamento facilita la gestione efficace dei sottoprodotti di origine animale, preservando allo stesso tempo l'elevato livello di protezione attualmente in atto contro i rischi per la salute pubblica, la salute degli animali e l'ambiente.

I prodotti in questione

Il presente regolamento si applica a:

  • sottoprodotti di origine animale * e prodotti derivati * che sono esclusi dal consumo umano;
  • prodotti destinati a fini diversi dal consumo umano:
    1. prodotti di origine animale che possono essere destinati al consumo umano;
    2. materie prime impiegate nella fabbricazione di prodotti di origine animale.

Il punto finale nella catena di fabbricazione

Il presente regolamento introduce il concetto di «punto finale» nella fabbricazione dei sottoprodotti di origine animale, oltre il quale questi ultimi non sono più soggetti alle norme che disciplinano tali prodotti, essendo stati eliminati i rischi potenziali. Al contrario, si applicano le regole generali in materia di sicurezza dei prodotti. Così, quando i grassi di origine animale derivanti da un impianto di lavorazione e trattamento di carcasse sono trattati e il materiale risultante viene impiegato nella produzione di materie plastiche, la probabilità che il prodotto finale comporti un significativo rischio biologico è minima.

Garanzie essenziali per la salute degli animali e la salute pubblica

Le sostanze di origine animale possono essere utilizzate al di fuori della catena alimentare a fini diversi: le pelli per la preparazione del cuoio, il latte in polvere per l'alimentazione degli animali e i prodotti del sangue in strumenti diagnostici. Tali sottoprodotti possono essere un vettore di malattie che colpiscono gli esseri umani o gli animali se utilizzati nell'alimentazione animale o nella fabbricazione di prodotti tecnici.

Il presente regolamento mantiene le garanzie di tutela fondamentali introdotte nel 2003 contro tali rischi, mantenendo in particolare:

  • una classificazione dei sottoprodotti d'origine animale fondata sui rischi, che determina se possono essere utilizzati come prodotti per l'alimentazione degli animali, nella fabbricazione di prodotti tecnici o ad altre fini, o se devono essere distrutti;
  • l'obbligo per gli Stati membri e gli esercenti di fare in modo che i sottoprodotti animali siano raccolti e smaltiti nel più breve tempo possibile;
  • l'esclusione dei prodotti non idonei al consumo umano dalla catena dei mangimi per animali di allevamento; e infine
  • il divieto di nutrire gli animali di una specie con materie che provengono dalla stessa specie («divieto di riutilizzo nell'ambito della specie»).

Un quadro giuridico più coerente

I sottoprodotti di origine animale sono utilizzati nella produzione di cosmetici, medicinali e strumenti diagnostici. Se utilizzati nella fabbricazione di tali prodotti, sono soggetti ad altre disposizioni del diritto europeo. I macelli, le fabbriche casearie e gli altri stabilimenti del settore alimentare che fabbricano sottoprodotti di origine animale sono già soggetti alla legislazione europea in materia di alimentazione umana o animale, e sono oggetto di controlli a questo titolo.

Il presente regolamento mira a migliorare la coerenza tra le altre disposizioni del diritto europeo e le norme sanitarie applicabili ai sottoprodotti di origine animale. I rischi potenziali sono controllati dal rispetto della legislazione appropriata, evitando oneri superflui per gli operatori.

Sulla base dell'esperienza acquisita, il presente regolamento chiarisce in quali circostanze e in che modo la legislazione ambientale vada applicata alle operazioni che prevedono la presenza di sottoprodotti di origine animale. Questa legislazione si applica ad esempio quando l’impiego di letame come fertilizzante comporta degli effetti sul suolo e sulla falda freatica.

Comitologia

La classificazione attuale dei sottoprodotti di origine animale può ormai essere modificata dalla Commissione nell'ambito della procedura di comitologia. Prima di qualsiasi cambiamento, un organismo scientifico come l'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) o il Comitato scientifico dei prodotti di consumo (CSPC) dovrà valutare i rischi potenziali di un particolare sottoprodotto di origine animale per la sanità pubblica e la salute degli animali.

Abrogazione

Il regolamento (CE) n. 1774/2002 è abrogato con effetto dal 4 marzo 2011.

Termini chiave dell'atto
  • Sottoprodotti di origine animale: corpi interi o parti di animali, prodotti di origine animale o altri prodotti ottenuti da animali, non destinati al consumo umano, ivi compresi gli ovociti, gli embrioni e lo sperma.
  • Prodotti derivati: prodotti ottenuti attraverso uno o più trattamenti, trasformazioni o fasi di lavorazione di sottoprodotti di origine animale.

RIFERIMENTI

AttoEntrata in vigoreTermine ultimo per il recepimento negli Stati membriGazzetta Ufficiale

Regolamento (CE) n. 41/2009

10.2.2009

-

GU L 16 del 21.1.2009

Ultima modifica: 28.02.2011
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina