RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 15 lingue
Nuove lingue disponibili:  CS - HU - PL - RO

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Esportazione di beni culturali

Ai fini della protezione dei beni culturali europei, il presente regolamento prende misure atte a garantire che le esportazioni di beni culturali siano sottoposte a controlli uniformi alle frontiere esterne della Comunità mediante le licenze di esportazione.

ATTO

Regolamento (CE) n. 116/2009 del Consiglio, del 18 dicembre 2008, relativo all'esportazione di beni culturali.

SINTESI

Il presente regolamento definisce le regole sull'esportazione dei beni culturali ai fini della loro protezione. Garantisce in particolare che le esportazioni di beni culturali siano sottoposte a controlli uniformi alle frontiere esterne della Comunità. Le categorie di beni culturali oggetto del presente regolamento sono elencate all'allegato I.

Licenze di esportazione

L'esportazione di beni culturali al di fuori del territorio della Comunità è soggetta alla presentazione di una licenza di esportazione. La licenza di esportazione è rilasciata, su richiesta dell'interessato, dall'autorità competente dello Stato membro ed è valida in tutta la Comunità. La licenza di esportazione può essere negata da uno Stato membro qualora i beni culturali in questione siano contemplati da una legislazione che tutela il patrimonio nazionale avente valore artistico, storico o archeologico nello Stato membro di cui trattasi. In alcune circostanze, uno Stato membro può autorizzare le esportazioni di alcuni beni culturali senza una licenza.

La licenza di esportazione è presentata, a sostegno della dichiarazione di esportazione, al momento dell'espletamento delle formalità doganali di esportazione, presso l'ufficio doganale competente. Gli Stati membri possono limitare il numero degli uffici doganali competenti per espletare le formalità relative ai beni culturali.

Attuazione

Ai fini dell'attuazione del presente regolamento, è essenziale che vi sia mutua assistenza tra le autorità amministrative degli Stati membri e che queste collaborino con la Commissione. Inoltre, deve essere stabilita una cooperazione tra le autorità doganali e le autorità competenti degli Stati membri.

Gli Stati membri determinano le sanzioni da irrogare in caso di violazione delle norme del presente regolamento, le quali devono essere efficaci, proporzionate e dissuasive.

Contesto

Dalla sua adozione, il regolamento (CEE) n. 3911/92, del 9 dicembre 1992, relativo all'esportazione di beni culturali esportazione di beni culturali, è stato emendato più volte. A fini di razionalità e chiarezza, è abrogato e sostituito dal presente regolamento.

RIFERIMENTI

Atto Entrata in vigore Termine ultimo per il recepimento negli Stati membri Gazzetta ufficiale
Regolamento (CE) n. 116/2009

2.3.2009

-

GU L 39 del 10.2.2009

ATTI COLLEGATI

Elenco delle autorità competenti per il rilascio delle licenze di esportazione dei beni culturali , pubblicato conformemente all'articolo 3, paragrafo 2, del regolamento (CE) n. 116/2009 del Consiglio [Gazzetta ufficiale C 164 del 16.7.2009].

Elenco degli uffici doganali abilitati ad espletare le formalità di esportazione dei beni culturali , pubblicato conformemente all'articolo 5, paragrafo 2, del regolamento (CE) n. 116/2009 del Consiglio [Gazzetta ufficiale C 134 del 13.6.2009].

Ultima modifica: 06.12.2010
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina