RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 14 lingue
Nuove lingue disponibili:  CS - HU - PL - RO

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Programma interregionale: strategia 2007-2013 e programma indicativo 2007-2010

Il programma interregionale (PIR), che rientra nello strumento europeo di vicinato e partenariato (ENPI), intende potenziare la politica europea di vicinato (PEV) nonché intensificare il dialogo e la cooperazione a livello regionale. Il programma riguarda le relazioni dei paesi oggetto della PEV e della Russia con l'Unione europea ed estende ai paesi in questione il campo d'applicazione di strumenti comunitari di provata efficacia per i settori d'azione prioritari individuati nel documento di strategia per il periodo 2007-2013 e nel programma indicativo per il periodo 2007-2010.

ATTO

Strumento europeo di vicinato e partenariato – Programma interregionale – Documento di strategia 2007-2013, programma indicativo 2007-2010 (DE ) (EN ) (FR ).

SINTESI

Il programma interregionale (PIR) sostiene la realizzazione degli obiettivi della politica europea di vicinato (PEV) (DE) (EN) (FR) e del partenariato strategico con la Russia, concentrandosi sul dialogo e sulla cooperazione fra i paesi beneficiari dello strumento europeo di vicinato e partenariato (ENPI), nonché tra questi e l’Unione europea (UE).

Il PIR fornisce, nell'ambito dell'ENPI, un sostegno finanziario alle attività la cui attuazione interregionale ha un valore aggiunto in termini di visibilità, coerenza, efficacia e flessibilità. Conferisce inoltre un ruolo più importante a governi, università, città e regioni per garantire un'attuazione efficace e aumentare l'impatto delle iniziative e delle azioni intraprese.

Programmi

Il documento di strategia 2007-2013 e il programma indicativo 2007-2010 individuano i settori d'azione prioritari del PIR, distinguendo cinque settori prioritari per il periodo 2007-2010.

La promozione delle riforme attraverso la consulenza e l'esperienza dell'UE intende sostenere i processi di riforma dei paesi beneficiari dell'ENPI. In considerazione dell'esperienza acquisita durante i processi di transizione dei dieci nuovi Stati membri, questa priorità si basa prevalentemente:

  • sul programma di assistenza tecnica e di scambio di informazioni (TAIEX), che fornisce consulenze mirate e un know-how specifico, in particolare per quanto riguarda l'avvicinamento delle legislazioni con l’acquis comunitario;
  • sul sostegno per il potenziamento delle istituzioni pubbliche e dei sistemi di gestione (SIGMA) (EN), avviato dalla Commissione europea e dall’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economici (OCSE) (EN) (FR) in Europa. Il suo obiettivo è quello di agevolare l'integrazione economica e la cooperazione politica con l'UE.

La promozione della riforma dell'istruzione superiore e della mobilità degli studenti è di fondamentale importanza per lo sviluppo dei paesi partner, la comprensione reciproca fra i popoli e i contatti interpersonali. Il programma Tempus costituisce il quadro per la riforma dell'istruzione superiore e per la promozione della cooperazione fra gli istituti. Onde promuovere la mobilità degli studenti e degli insegnanti, sarà istituito un programma di borse basato sull'esperienza dei programmi Erasmus (DE) (EN) (FR) e finestra di cooperazione esterna Erasmus Mundus (EN). I paesi partner svolgeranno un ruolo più importante nella gestione dei programmi.

La promozione della cooperazione fra gli attori locali dei paesi partner e dell'UE è un obiettivo fondamentale della PEV, che si basa sugli scambi di esperienze e di know-how. Per mancanza di strutture, tuttavia, in un primo tempo si istituirà un programma di cooperazione fra autorità locali e regionali onde promuovere la governance democratica e uno sviluppo regionale e locale sostenibile.

La promozione dell'attuazione della PEV e del partenariato strategico con la Russia riguarda per lo più aspetti tematici come l'energia, l'ambiente e le infrastrutture. Il programma sostiene in particolare le attività di informazione e di dialogo a livello interregionale per favorire la comprensione reciproca fra i leader di opinione e i cittadini dei paesi partner.

La promozione dei progetti di investimento nei paesi partner della PEV intende mobilitare investimenti supplementari a favore di una zona di prosperità e buon vicinato che comprenda l'UE e i suoi vicini. Questi fondi supplementari permetteranno di potenziare le infrastrutture che collegano l'UE ai paesi vicini nei settori dei trasporti e dell'energia, di far fronte alle sfide ambientali comuni e di sostenere lo sviluppo socioeconomico nei paesi partner.

Modalità

Il finanziamento del PIR per il periodo 2007-2010 ammonta a 523,9 milioni di euro così ripartiti: 40 milioni per il primo settore d'azione prioritario, 218,6 milioni per il secondo, 14,3 milioni per il terzo e 250 milioni per il quinto. La dotazione destinata al quarto obiettivo dipenderà dall'andamento della PEV e del partenariato con la Russia.

Il programma indicativo 2007-2010 indica i risultati attesi per ciascuna priorità, vale a dire:

  • il miglioramento dei quadri giuridici e normativi e della loro attuazione;
  • la riforma e la modernizzazione dell'istruzione superiore nei paesi partner e una migliore comprensione reciproca;
  • un processo di selezione trasparente e una maggiore visibilità dei programmi di mobilità e di concessione di borse;
  • il miglioramento della governance a livello delle autorità locali e regionali dei paesi partner e il rafforzamento dei contatti fra autorità locali e regionali;
  • un'azione efficace e attività di informazione e di dialogo a livello interregionale per sensibilizzare gli interessati all'azione della PEV.

Per valutare l'impatto degli interventi, i partner definiscono degli indicatori di risultato nella fase di elaborazione dei programmi (numero di partenariati, visibilità, progressi constatati nelle relazioni, ripartizione nazionale e tematica delle azioni, pertinenza delle attività, ecc.).

Ultima modifica: 13.03.2008
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina