RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 5 lingue

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Strategia per il Venezuela 2007-2013

La cooperazione tra l'Unione europea (UE) e il Venezuela mira a contribuire alla riduzione della povertà, al consolidamento della democrazia e al miglioramento dello sviluppo economico equo del paese. Le azioni di cooperazione individuate dai partner sono descritte nel presente documento di strategia e nel rispettivo programma indicativo nazionale.

ATTO

Commissione europea – Documento di strategia nazionale 2007-2013 per il Venezuela (DE ) (EN ) (FR ).

SINTESI

La Commissione presenta le priorità della cooperazione e del dialogo per rafforzare le relazioni esistenti tra l'Unione europea (UE) e il Venezuela.

Le relazioni tra i partner si svolgono a livello regionale, in particolare per rafforzare l'integrazione e la coesione sociale tra il Venezuela e gli Stati limitrofi, e a livello bilaterale per sostenere le riforme pubbliche del paese.

Sono altresì individuate priorità trasversali, volte a prendere in esame la tutela ambientale, i diritti umani e la parità di trattamento tra uomini e donne.

Tuttavia, al fine di intervenire sulle esigenze di sviluppo più immediate del paese, i partner determinano inoltre le aree specifiche di cooperazione.

Modernizzazione dello Stato

La cooperazione bilaterale deve sostenere in via prioritaria le misure volte a migliorare il funzionamento dei servizi pubblici, della magistratura e dello Stato di diritto. Inoltre, l'UE sostiene la modernizzazione complessiva dell'amministrazione, la buona gestione della spesa pubblica e la partecipazione della società civile alla vita pubblica.

Riforme economiche

La strategia sostiene gli sforzi di diversificazione economica del Venezuela, i cui effetti sono favorevoli alla competitività delle imprese e all'integrazione del paese nel commercio regionale ed internazionale.

D'altra parte, al fine di promuovere una crescita equa nel lungo termine, è necessario migliorare ancora diversi aspetti della vita economica, in particolare:

  • la formazione e lo sviluppo delle competenze dei lavoratori;
  • il contesto giuridico, in modo da favorire gli investimenti stranieri e lo sviluppo degli scambi commerciali.
Ultima modifica: 12.04.2011
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina