RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 5 lingue

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Statistiche sul turismo

Il turismo ha un ruolo fondamentale nella creazione di crescita e occupazione nell’Unione europea (UE). In questo settore sono avvenuti numerosi cambiamenti dopo l’entrata in vigore della direttiva 95/97/CE relativa alla raccolta di informazioni statistiche. La Commissione europea necessita dunque di dati che riflettano la situazione attuale nel settore del turismo. Il presente regolamento stabilisce un quadro comune per la raccolta di tali dati.

ATTO

Regolamento (UE) n. 692/2011 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 6 luglio 2011, relativo alle statistiche europee sul turismo e che abroga la direttiva 95/57/CE del Consiglio Testo rilevante ai fini del SEE.

SINTESI

Il presente regolamento intende istituire un quadro comune relativo allo sviluppo, alla produzione e alla diffusione delle statistiche europee sul turismo. Il regolamento fa parte delle disposizioni del regolamento relativo alle statistiche europee.

Gli Stati membri hanno il compito di raccogliere, compilare, elaborare e trasmettere statistiche armonizzate sull’offerta e sulla domanda turistica.

Quali tipi di dati devono raccogliere gli Stati membri?

Gli Stati membri devono raccogliere i dati relativi al turismo domestico * in termini di capacità degli esercizi ricettivi turistici *. Gli elementi che consentono di stabilire la capacità degli esercizi ricettivi turistici sono:

  • il numero di esercizi;
  • il numero di posti letto;
  • il numero di camere.

Alcune di queste variabili sono raccolte a livello regionale NUTS 2 e applicate:

  • al tipo di esercizio (alberghi, alloggi per vacanze, campeggi);
  • al tipo di località (zona a densità demografica forte, intermedia o scarsa, costiera o non costiera);
  • alle dimensioni (esercizi di piccole, medie o grandi dimensioni).

Inoltre, gli Stati membri devono raccogliere anche dati relativi al numero di esercizi dotati di una o più stanze accessibili alle persone con mobilità ridotta, compresi gli utilizzatori di sedie a rotelle.

Le variabili di occupazione degli esercizi riguardano il numero di pernottamenti e gli arrivi di residenti e non residenti, il tasso di occupazione delle camere e dei posti letto. Alcune di queste variabili sono raccolte a livello regionale NUTS 2 e applicate:

  • al tipo di esercizio (alberghi, alloggi per vacanze, campeggi);
  • al tipo di località (zona a densità demografica forte, intermedia o scarsa, costiera o non costiera);
  • alle dimensioni (esercizi di piccole, medie o grandi dimensioni).
  • ai paesi e alle zone geografiche.

Gli Stati membri possono anche raccogliere dati relativi al turismo interno in alloggi non in locazione *, cioè il numero di pernottamenti turistici passati da residenti e da non residenti in alloggi non in locazione.

Inoltre, gli Stati membri raccolgono dati riguardanti il turismo nazionale *  in termini di domanda turistica per la partecipazione al turismo e le caratteristiche dei viaggi. Questi dati si basano su variabili che comprendono la durata e la destinazione dei viaggi turistici per motivi personali e informazioni sociodemografiche come i gruppi d’età, il livello di studi, la condizione lavorativa, ecc.

Gli Stati membri raccolgono anche dati triennali che spiegano i motivi principali della mancata partecipazione al turismo per motivi personali (motivi finanziari, mancanza di tempo, motivi di salute, ecc.).

Vanno trasmesse anche le variabili relative al viaggio stesso e cioè:

  • il mese di partenza;
  • la durata del viaggio;
  • la destinazione;
  • il motivo del viaggio;
  • il mezzo di trasporto;
  • il tipo di alloggio;
  • le spese;
  • il profilo del visitatore.

Infine gli Stati membri raccolgono i dati relativi al turismo nazionale in termini di domanda turistica relativa alle caratteristiche delle visite in giornata nello Stato membro o all’estero. Tali dati si basano su variabili relative a:

  • il numero delle visite in giornata (per motivi personali o professionali);
  • le spese;
  • il paese di destinazione (visite all’estero);
  • le informazioni socio-demografiche citate in precedenza.

Una volta all’anno, gli Stati membri inviano ad Eurostat (DE) (EN) (FR) una relazione sulla qualità dei dati raccolti. Eurostat deve redigere e aggiornare un manuale metodologico contenente gli orientamenti sulle statistiche elaborate.

Quali tipi di programmi devono essere attuati?

La Commissione auspica che gli Stati membri attuino dei programmi pilota (su base volontaria) per preparare lo sviluppo, la produzione e la diffusione di tabelle armonizzate per i conti satellite del turismo. Inoltre, la Commissione intende istituire un programma di studi pilota per stabilire gli effetti del turismo sull’ambiente.

Il presente regolamento abroga la direttiva 95/57/CE.

Termini chiave dell’atto
  • Turismo domestico: le visite effettuate all’interno di uno Stato membro da visitatori residenti nello stesso Stato membro.
  • Turismo dall’esterno: le visite effettuate in uno Stato membro da visitatori non residenti in quello Stato membro.
  • Turismo verso l’estero: le visite effettuate dai residenti di uno Stato membro al di fuori di quello Stato membro.
  • Turismo nazionale: il turismo domestico e il turismo verso l’estero.
  • Turismo interno: il turismo domestico e il turismo dall’esterno.
  • Esercizio ricettivo turistico: un’unità di attività economica a livello locale che presta a titolo oneroso servizi di alloggio per brevi soggiorni.
  • Alloggio non in locazione: l’alloggio in abitazioni di parenti o amici concesse a titolo gratuito e in abitazioni per le vacanze utilizzate dai proprietari, compresi gli alloggi in multiproprietà.

RIFERIMENTO

Atto Entrata in vigore Termine ultimo per il recepimento negli Stati membri Gazzetta ufficiale
Regolamento (UE) n. 692/2011

11.8.2011

-

GU L 192 del 22.7.2011

Ultima modifica: 06.10.2011

Vedi anche

  • Direzione generale delle imprese e dell’industria - Turismo
  • Eurostat – Statistiche sul turismo (DE) (EN) (FR)
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina