RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 15 lingue
Nuove lingue disponibili:  CS - HU - PL - RO

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


LeaderSHIP 2015

Il settore della cantieristica ha necessità specifiche che richiedono una risposta politica adeguata. Per stimolare la competitività del settore la Commissione ha costituito un gruppo ad alto livello denominato LeaderSHIP 2015 per definire le raccomandazioni per il settore. Tali raccomandazioni nonché le pratiche adottate sono presentate nella comunicazione.

ATTO

Comunicazione della Commissione al Consiglio, al Parlamento europeo, al Comitato economico e sociale europeo e al Comitato delle regioni del 21 novembre 2003 intitolato « LeaderSHIP 2015: Definire il futuro della cantieristica europea - La concorrenzialità mediante l'eccellenza » [COM(2003) 717 def. - Non pubblicata nella Gazzetta ufficiale].

SINTESI

Nel gennaio 2003 la Commissione ha creato un gruppo consultivo denominato «LeaderSHIP 2015» incaricato di formulare le raccomandazioni per migliorare la competitività del settore della cantieristica europea. Nella presente comunicazione la Commissione illustra tali raccomandazioni, suddivise in otto campi fondamentali per la competitività del settore.

Le regole del gioco devono essere le stesse nel settore dell'industria cantieristica mondiale

La cantieristica europea soffre principalmente a causa della concorrenza sleale di taluni paesi. Questa si esprime soprattutto in prezzi al di sotto del livello dei costi e sovvenzioni che si rivelano nocive. La Commissione approva quindi le seguenti tre raccomandazioni del gruppo LeaderSHIP 2015:

  • proseguimento dell'attuale politica commerciale dell'Unione europea (EN);
  • attuazione delle norme dell'Organizzazione mondiale del commercio (OMC) (EN) (ES) (FR) applicabili alla cantieristica;
  • negoziato di un accordo sulla cantieristica e applicazione delle regole esistenti a livello dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) (EN) (FR).

Ricerca, sviluppo e innovazione

Affinché il settore della cantieristica possa ricevere i sussidi adeguati da parte degli Stati membri per le attività di ricerca, la Commissione ha adattato le regole applicabili agli aiuti all'innovazione per il settore della cantieristica.

Finanziamento

Il settore della cantieristica necessita di finanziamenti adeguati, sia per la fase di costruzione (anteriore alla consegna) che per la fase operativa della nave (posteriore alla consegna). Eppure numerose banche non si interessano alla cantieristica. La Commissione propone quindi che la Banca europea per gli investimenti (DE) (EN) (FR) assuma un ruolo di primo piano nei finanziamenti anteriori e posteriori alla consegna.

Di fronte ai rischi collegati ai mercati valutari la Commissione suggerisce di organizzare un sistema di assicurazione contro i rischi valutari a livello europeo.

Sicurezza e ambiente

Nei campi della sicurezza marittima e della protezione dell' ambiente marino, la Commissione sostiene tutte le raccomandazioni del gruppo LeaderSHIP 2015:

  • rigorosa applicazione della legislazione europea e sua promozione a livello internazionale;
  • sistema più trasparente, uniforme, efficiente ed indipendente di verifica tecnica delle navi;
  • sviluppo di un programma di valutazione della qualità dei cantieri a livello mondiale, che copra sia le nuove costruzioni che le riparazioni;
  • rafforzamento delle capacità nel campo delle riparazioni delle navi;
  • costituzione di un comitato di esperti per fornire un supporto tecnico alla Commissione e all' Agenzia europea per la sicurezza marittima;
  • sfruttamento del potenziale del trasporto marittimo a breve distanza.

Approccio europeo alle esigenze della cantieristica

La cantieristica militare non ha le stesse necessità della cantieristica commerciale. La Commissione è favorevole alla creazione di un mercato comune degli equipaggiamenti per la difesa. Inoltre, approva le seguenti proposte:

  • rafforzamento della cooperazione tra cantieri navali, in particolare tra vari Stati membri. La creazione di operatori europei fortemente integrati favorirà la competitività dell'Europa;
  • armonizzazione delle norme in materia di esportazione da parte degli Stati membri. Tale armonizzazione permetterà di evitare le distorsioni dovute alla concorrenza e di aumentare la cooperazione industriale.

Diritti di proprietà intellettuale (DPI)

Allo scopo di proteggere l'industria cantieristica dalla pirateria e dalle violazioni dei diritti di proprietà intellettuale, la Commissione sostiene le seguenti iniziative:

  • massimo utilizzo degli strumenti esistenti per tutelare i DPI (diritti d'autore, disegni e modelli registrati, marchi, brevetti, accordi in tema di riservatezza e accordi specifici di collaborazione);
  • costituzione di basi di dati che contengano informazioni circa lo stato dell'arte, i brevetti esistenti, la specifica situazione concorrenziale di alcuni prodotti e i principali titolari di diritti;
  • revisione ed eventualmente rafforzamento della regolamentazione brevettale internazionale.

Istruzione e formazione

Si preconizzano le seguenti misure per conservare il personale qualificato ed attirare i giovani:

  • elaborazione di programmi di formazione per i dirigenti riguardanti specificamente la cantieristica. Per potersi adattare alla nuova struttura dell'industria, composta da poche grandi imprese e da numerosi subappaltanti, sono necessarie nuove competenze in materia di gestione;
  • rafforzamento del dialogo sociale settoriale per rispondere alle nuove necessità di qualifica. La Commissione ha già costituito un comitato per il dialogo sociale per il settore;
  • scambi di personale e conoscenze, seminari nelle università;
  • realizzazione di una campagna pubblicitaria che migliori l'immagine del settore;
  • realizzazione di centri regionali d'eccellenza per sostenere l'attuazione di tutte le raccomandazioni. Le imprese e gli istituti di insegnamento superiore potrebbero partecipare a tali centri di eccellenza permettendo in tal modo di facilitare gli scambi di studenti, il trasferimento delle conoscenze, la diffusione delle buone prassi e il riconoscimento delle qualifiche in tutta l'Unione europea.

Costruire una struttura industriale sostenibile

Le necessità specifiche del settore devono ricevere una risposta adeguata. Gli Stati membri devono riconoscere la dimensione strategica fondamentale della cantieristica in Europa. Lo sviluppo del settore va affrontato dal punto di vista politico per evitare la sua scomparsa nei prossimi anni. Per motivi di sicurezza è fondamentale mantenere alcune capacità cantieristiche sia per il trasporto marittimo che per la difesa.

Per concludere, una maggiore cooperazione tra le risorse della difesa navale e della cantieristica civile in Europa può contribuire al miglioramento della competitività del settore.

ATTI COLLEGATI

Documento di lavoro della Commissione del 25 aprile 2007 intitolato «Relazione sullo stato dei lavori di LeaderSHIP 2015» [COM(2007) 220 - Non pubblicato nella Gazzetta ufficiale].

La strategia LeaderSHIP 2015 porta i suoi frutti. Il settore non è più considerato un'industria in declino che vive grazie alle sovvenzioni ma un'industria moderna ed efficiente che porta crescita ed occupazione. La Commissione ritiene che LeaderSHIP 2015 debba proseguire ed accelerare in numerosi campi.

Ultima modifica: 07.02.2008
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina