RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 5 lingue

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


L’efficienza energetica fino al 2020

Gli Stati membri si sono impegnati a ridurre del 20% il consumo di energia primaria entro il 2020. Restano ancora numerosi ostacoli per l’attuazione di misure efficaci. La presente comunicazione illustra i progetti futuri volti al conseguimento dell’obiettivo « 20-20-20 ».

ATTO

Comunicazione della Commissione del 13 novembre 2008 intitolata «Efficienza energetica: conseguire l’obiettivo del 20%» [COM(2008) 772 – Non pubblicata sulla Gazzetta ufficiale].

SINTESI

L’efficienza energetica rappresenta una soluzione per:

Per migliorare l’efficienza energetica vengono proposte diverse misure.

Misura a favore dell’efficienza energetica negli edifici

Il consumo di energia nell’edilizia residenziale e commerciale è all’origine di circa il 40% del consumo totale di energia finale e del 36% delle emissioni totali di CO2 nell’UE.

Per ridurre questo tipo di consumo occorre semplificare la direttiva 2002/91/CE sul rendimento energetico nell’edilizia. che costituisce il quadro giuridico attuale, lasciando al contempo agli Stati membri una certa autonomia d’azione in questo settore.

La Commissione europea propone di eliminare la soglia di 1000 m² per gli edifici esistenti soggetti a ristrutturazioni rilevanti e di applicare le prescrizioni in materia di rendimento energetico a un numero più elevato di edifici.

Nel 2009 saranno avviate in questo settore azioni innovative, sostenibili ed efficienti dal punto di vista del consumo energetico.

Misure a favore dell’efficienza energetica dei prodotti

La Commissione ha presentato una proposta di direttiva relativa all'istituzione di un quadro per l'elaborazione di specifiche per la progettazione ecocompatibile dei prodotti connessi all'energia volta a estendere il campo di applicazione della direttiva sull’ecocompatibilità. È altresì prevista una proposta di revisione della direttiva 92/75/CEE sull’etichettatura energetica. Il pacchetto strategico in questione contiene anche una proposta concernente un sistema di etichettatura dei pneumatici.

Saranno adottate misure in materia di progettazione ecocompatibile concernenti l’illuminazione (lampadine, apparecchiature elettriche, alimentazione elettrica esterna, ecc.).

Cogenerazione

La direttiva esistente sulla cogenerazione sarà rafforzata. Nel quadro di una futura comunicazione saranno proposte ulteriori possibilità di potenziare la congenerazione.

Finanziamento

Un numero sempre più elevato di progetti di sviluppo urbano e di ristrutturazione tengono conto dell’efficienza energetica. Al fine di incoraggiare questo tipo di progetti, occorre un insieme di finanziamenti coordinati.

In tale ottica, la Commissione sta collaborando con la Banca europea per gli investimenti (BEI) e la Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (BERS) per istituire un’iniziativa comunitaria per il finanziamento dell’energia sostenibile.

Nell’ambito della strategia di Lisbona rinnovata, la Commissione garantirà inoltre che maggiori fondi pubblici siano destinati ai progetti che contribuiscono alla lotta contro i cambiamenti climatici.

Nel contesto della crisi economica attuale, in atto negli Stati membri, la Commissione sta lavorando a stretto contatto con gli Stati membri alla creazione di nuovi sbocchi economici per rafforzare le tecnologie legate all’efficienza energetica ed ecologiche, ad esempio negli edifici e nei veicoli puliti. Sotto il profilo energetico è altresì prevista una riduzione delle imposte.

Valutazione del piano d'azione europeo per l'efficienza energetica

La Commissione valuterà nel 2009 l’attuale piano 2007-2012 e presenterà un piano d’azione riveduto che verterà sul potenziale di risparmio e sull’efficacia rispetto ai costi degli strumenti strategici.

Si prevede di integrare l’efficienza energetica nella politica energetica più ampia, in particolare nel pacchetto comunitario «energia e cambiamenti climatici». All’orizzonte 2030 e 2050 si attende l’adozione di misure più ambiziose.

Il piano rivisto si incentrerà sull’approvvigionamento energetico, la trasmissione e il consumo energetico.

Relazioni internazionali

L’efficienza energetica è un tema prioritario nelle relazioni con i paesi terzi e rappresenta una priorità anche nel contesto dei paesi dell’allargamento e della politica di vicinato o regionale.

Nel giugno 2008 è stata istituita una partnership internazionale per la cooperazione nel settore dell’efficienza energetica cui partecipano il G8 e la Comunità.

Contesto

La necessità di rafforzare l’efficienza energetica fa parte degli obiettivi «20-20-20» per il 2020: riduzione del 20% del consumo di energia primaria dell’UE e delle emissioni di gas serra, e introduzione nel consumo energetico di una quota del 20% di energie rinnovabili.

Ultima modifica: 29.03.2009

Vedi anche

Per maggiori informazioni si veda il seguente sito Internet:

  • Energia e ambiente, direzione generale Ambiente (EN)
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina