RSS
Indice alfabetico

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Antidiscriminazione e relazioni con la società civile

Occupazione e politica sociale

Fin dalla sua creazione, l'Unione europea (UE) ha fatto della lotta contro la discriminazione uno dei suoi compiti più urgenti. Benché la discriminazione, diretta o indiretta, sia riconosciuta come un reato dalla legislazione europea, ogni giorno sul territorio europeo ad alcune persone viene impedito di vivere pienamente la loro vita sociale o professionale sulla base di criteri arbitrari. Nel corso di molti anni è stata sottolineata l'importanza della prevenzione della discriminazione basata sulla nazionalità e sul sesso. Dal 1999, l'UE ha esteso la propria azione e le sue competenze alle discriminazioni basate sulla razza ovvero sull'origine etnica, sulla religione ovvero sulle convinzioni, sulle disabilità, sull'età ovvero sull'orientamento sessuale. In questo campo, più che in ogni altro, le organizzazioni della società civile sono chiamate a svolgere un ruolo essenziale d'intermediazione tra le istituzioni ed i cittadini.

Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina