RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 5 lingue

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Agenzia esecutiva per l'istruzione, gli audiovisivi e la cultura

La presente decisione istituisce l'Agenzia esecutiva per l'istruzione, gli audiovisivi e la cultura, e definisce il ruolo e la missione dell'agenzia nella gestione dei programmi comunitari in tali settori.

ATTO

Decisione della Commissione 2009/336/CE, del 20 aprile 2009, che istituisce l'Agenzia esecutiva per l'istruzione, gli audiovisivi e la cultura responsabile della gestione dell'azione comunitaria nei settori dell'istruzione, degli audiovisivi e della cultura in applicazione del regolamento del Consiglio (CE) n. 58/2003.

SINTESI

La presente decisione istituisce l' "Agenzia esecutiva" in conformità al regolamento del Consiglio (CE) n. 58/2003 e abroga la decisione 2005/56/CE, che l'ha creata originalmente. L'agenzia è creata per il periodo 1º gennaio 2005 - 31 dicembre 2015 con il compito di gestire l'azione comunitaria nei tre suddetti settori. Ha sede a Bruxelles.

Obiettivi e funzioni

L'agenzia è responsabile della gestione di alcuni rami dei programmi comunitari:

L'agenzia è anche responsabile della gestione dei seguenti programmi di relazioni esterne correlati all'istruzione:

  • il programma per il miglioramento della qualità dell'istruzione superiore e la promozione della comprensione interculturale attraverso la cooperazione con i paesi terzi (Erasmus Mundus 2004-08);
  • la finestra di cooperazione esterna (EM ECW) e il programma di cooperazione e mobilità;
  • il programma Erasmus Mundus 2009-13, che incorpora direttamente l'ECW azione 2;
  • i progetti che possono essere finanziati in virtù degli accordi fra la Comunità europea e gli Stati Uniti d'America, e che rinnovano il programma di cooperazione nel campo dell'istruzione superiore, dell'istruzione e della formazione professionale (2001-2005 e 2006-2013);
  • i progetti che sono possono essere finanziati in virtù degli accordi fra la Comunità europea e il governo del Canada, e che rinnovano il programma di cooperazione nel campo dell'istruzione superiore, della formazione e della gioventù (2001-2005 e 2006-2013);
  • i progetti di mobilità congiunta finanziamento che possono essere finanziati dal Programma di cooperazione nel campo dell'istruzione ICI (ICI-ECP) fra la Comunità europea e i governi di Australia, Giappone, Nuova Zelanda e Repubblica di Corea;
  • la terza e quarta fase del piano di cooperazione transeuropea per l'istruzione superiore (Tempus III 2000-06 e Tempus IV 2007- 2013).

Inoltre, l'agenzia è responsabile dei precedenti progetti di cooperazione esterna sull'istruzione superiore, finanziati in base alle seguenti disposizioni:

  • aiuto economico a favore di alcuni paesi dell'Europa centrale e orientale (Phare);
  • assistenza agli stati partner dell'Asia centrale e dell'Europa orientale (Tacis);
  • assistenza ad Albania, Bosnia-Erzegovina, Croazia, ex Repubblica iugoslava di Macedonia, Montenegro, Serbia e Kosovo (CARDS);
  • misure tecniche e finanziarie che accompagnano la riforma delle strutture economiche e sociali nel quadro del partenariato euro-mediterraneo (MEDA);
  • aiuto alla cooperazione economica con i paesi in via di sviluppo in Asia (1992-2006);
  • strumento di assistenza alla preadesione (IAP);
  • strumento europeo di partenariato e vicinato (ENPI);
  • strumento per il finanziamento della cooperazione allo sviluppo (DCI);
  • strumento finanziario per la cooperazione con paesi e territori industrializzati e con altri ad alto reddito (ICI);
  • 9º Fondo di sviluppo europeo (FSE).

Relativamente a questi programmi, l'agenzia è responsabile in particolare delle seguenti attività:

  • gestione di tutto il ciclo di vita dei progetti affidatigli nell'ambito dell'attuazione dei programmi comunitari;
  • adozione degli strumenti di esecuzione del bilancio delle entrate e delle spese, e svolgimento di tutte o parte del le operazioni necessarie alla gestione dei programmi comunitari, incluse quelle legate alla concessione di sovvenzioni e ai contratti;
  • raccolta, analisi e trasmissione alla Commissione di tutte le informazioni necessarie per guidare l’attuazione dei programmi comunitari;
  • allestimento della rete Eurydice per la raccolta, l'analisi e la divulgazione delle informazioni e la produzione di studi e pubblicazioni.

L'agenzia può anche essere incaricata di eseguire altri compiti analoghi nel settore dell'istruzione, degli audiovisivi e della cultura. In questo caso, la decisione della Commissione che delega le attività all'agenzia sarà adattata di conseguenza.

Struttura, sovvenzioni e supervisione

La Commissione nomina un comitato direttivo e un direttore, responsabili della gestione dell'agenzia; il primo per un periodo di due anni e il secondo per un periodo di quattro anni. Per la sua attività, l'agenzia riceve una sovvenzione imputata al bilancio generale dell'Unione oltre al finanziamento del Fondo di sviluppo europeo. L’agenzia è soggetta al controllo della Commissione e deve rendere conto regolarmente dell’esecuzione dei programmi che le sono affidati.

RIFERIMENTI

AttoEntrata in vigore – Data di scadenzaTermine per il recepimento degli Stati membriGazzetta ufficiale

Decisione 2009/336/CE

20.4.2009 – 31.12.2015

-

GU L 101 del 24.1.2009

Ultima modifica: 04.08.2009
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina