RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 11 lingue

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Programma per la promozione delle organizzazioni non governative attive nel settore della gioventù (2004-2006)

Archivi

L'esigenza di una maggiore trasparenza di bilancio nelle Comunità europee offre l'occasione al Parlamento europeo e al Consiglio di adottare un nuovo programma a favore delle organizzazioni internazionali non governative che operano nel settore della gioventù.

ATTO

Decisione n. 790/2004/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 21 aprile 2004 che stabilisce un programma di azione comunitario per la promozione degli organismi attivi a livello europeo nel settore della gioventù [Gazzetta ufficiale L 138 del 30.04.2004].

SINTESI

Il Parlamento europeo e il Consiglio hanno adottato la presente decisione nel quadro della trasparenza di bilancio introdotta tramite il regolamento finanziario delle Comunità europee del 2002 (regolamento (CE, Euratom) n. 1605/2002 del 25 giugno 2002), che prevede che un atto di base venga stabilito a copertura delle azioni di sostegno esistenti. Questa esigenza offre l'occasione al Parlamento europeo e al Consiglio di sostenere ulteriormente, come indicato nel Libro bianco della Commissione «Un nuovo slancio per la gioventù europea», le organizzazioni non governative attive a livello europeo nel settore della gioventù.

Tali organizzazioni contribuiscono al rafforzamento e all'efficacia dell'azione comunitaria e partecipano, tra l'altro, agli scambi di giovani, ai programmi di istruzione e formazione, ai dibattiti sulla politica della gioventù, alla diffusione di informazioni sull'azione comunitaria e alle azioni che favoriscono la partecipazione e l'iniziativa dei giovani.

Il presente programma concede sovvenzioni in base ai due punti seguenti:

  • sovvenzioni per il funzionamento del Forum europeo della gioventù dell'Unione europea, che, in quanto organismo che rappresenta gli Stati membri, i consigli nazionali dei giovani e le organizzazioni internazionali non governative della gioventù, persegue uno scopo d'interesse generale europeo;
  • sovvenzioni per il funzionamento di organizzazioni internazionali non governative della gioventù operanti in qualità di organismi senza scopo di lucro che sviluppano attività a favore dei giovani o in qualità di reti europee rappresentative degli organismi senza fini di lucro a favore dei giovani, che vengono coinvolti nella gestione delle attività. È previsto che le sovvenzioni per il funzionamento di organizzazioni internazionali non governative di giovani siano concesse sulla base di inviti annuali a presentare proposte.

Il programma è aperto alla partecipazione degli Stati membri dell'Unione europea (Belgio, Repubblica ceca, Danimarca, Germania, Estonia, Grecia, Spagna, Francia, Irlanda, Italia, Cipro, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Ungheria, Malta, Paesi Bassi, Austria, Polonia, Portogallo, Slovenia, Slovacchia, Finlandia, Svezia, Regno Unito), dei 3 paesi dello Spazio economico europeo (SEE: Islanda, Liechtenstein, Norvegia), dei 2 paesi candidati all'adesione (Bulgaria e Romania) e della Turchia. La partecipazione al programma è del pari consentita ai paesi dei Balcani facenti parte del processo di stabilizzazione e di associazioni di paesi dell'Europa sudorientale e ad alcuni paesi della Comunità degli Stati indipendenti.

Con una dotazione finanziaria pari a 13 milioni di euro per il periodo 2004-2006, il presente programma dispone che:

  • il Forum benefici di un cofinanziamento non superiore all'80% del suo budget per le spese di funzionamento e per le spese necessarie per la realizzazione delle sue azioni. Le risorse stanziate non sono mai inferiori a 2 milioni di euro;
  • le organizzazioni internazionali non governative per la gioventù beneficiano di un cofinanziamento non superiore all'80% del loro budget per le spese amministrative di funzionamento necessarie per il buon svolgimento delle normali attività dell'organismo selezionato, segnatamente per le spese di personale, le spese generali, le spese di riunioni interne e le spese di pubblicazione, informazione e diffusione. Questo cofinanziamento presenta un carattere decrescente a decorrere dal terzo anno.

La Commissione europea è incaricata dell'attuazione del programma.

Entro il 31 dicembre 2007, la Commissione presenta al Parlamento europeo e al Consiglio una relazione sulla realizzazione degli obiettivi del presente programma.

RIFERIMENTI

AttoData di entrata in vigore -
Data di scadenza
Data limite di trasposizione negli Stati membriGazzetta ufficiale
Decisione n. 791/2004/CE [adozione: codecisione COD/2003/0113]01.05.2004 - 31.12.2006-GU n. L 138 del 30.04.2004

ATTI COLLEGATI

Decisione n. 1719/2006/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 novembre 2006, che istituisce il programma Gioventù in azioneper il periodo 2007-2013 [Gazzetta ufficiale L 327 del 24.11.2006].

Ultima modifica: 20.02.2007
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina