RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 15 lingue
Nuove lingue disponibili:  CS - HU - PL - RO

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Quadro europeo delle qualifiche

Un quadro di riferimenti comuni contribuirà ad aiutare gli Stati membri, i centri scolastici, i datori di lavoro e i cittadini a confrontare le qualifiche rilasciate dai vari sistemi europei di istruzione e di formazione. Si tratta di uno strumento indispensabile allo sviluppo di un mercato europeo dell'occupazione.

ATTO

Raccomandazione del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 aprile 2008, sulla costituzione del quadro europeo delle qualifiche per l'apprendimento permanente [Gazzetta ufficiale C 111 del 6.5.2008].

SINTESI

Gli Stati membri sono invitati a stabilire i legami fra i sistemi di qualifica nazionali * e il quadro europeo delle qualifiche (CEC).

Migliorando la trasparenza delle competenze e delle qualifiche, il quadro europeo delle qualifiche (CEC) costituisce uno strumento di promozione degli strumenti d’istruzione e di formazione permanente.

Questo quadro è comune all'istruzione superiore nonché alla formazione professionale. Esso consentirà ai cittadini europei di comunicare meglio le informazioni pertinenti relative alle loro competenze e alle loro qualifiche.

Il miglioramento della trasparenza delle qualifiche * consentirà ai cittadini di valutare il valore relativo delle qualifiche e ai datori di lavoro di apprezzare meglio il profilo, il contenuto e la pertinenza delle qualifiche sul mercato del lavoro. Consentirà anche ai centri d'istruzione e di formazione di confrontare il profilo e il contenuto dei loro programmi e di garantirne la qualità.

L’adozione del CEC rafforzerà la mobilità dei lavoratori e degli studenti. Il CEC consente ai lavoratori di essere mobili pur essendo riconosciuti in termini di qualifiche al di fuori delle frontiere nazionali. Questo strumento valorizzerà il passaggio dalla vita professionale alla formazione e viceversa per tutta la durata della vita.

Funzionamento e messa in opera

Il CEC corrisponde ad uno strumento basato sui risultati dell'apprendimento e non sulla durata degli studi. I principali indicatori del livello di riferimento sono i seguenti:

  • le abilità *;
  • le competenze *;
  • le conoscenze.

Il nucleo centrale del CEC è composto da un insieme di otto livelli di riferimento che descrivono:

  • ciò che il discente sa;
  • ciò che capisce;
  • ciò che sa fare, indipendentemente dal sistema nel quale viene rilasciata tale o tal'altra qualifica.

A differenza del sistema che garantisce il riconoscimento accademico sulla base del periodo di studi, il CEC copre l'insieme dell'apprendimento e in particolare quello effettuato al di fuori del circuito dell'insegnamento formale e dei centri di formazione.

Nel 2010, un sistema di confronto fra i sistemi nazionali e il quadro europeo dovrà essere istituito in tutti gli Stati partecipanti. Nel 2012 tutte le nuove qualifiche rilasciate dai centri di insegnamento post-secondario dell'UE faranno automaticamente riferimento a uno degli otto livelli di qualifica del CEC.

Strumento di cooperazione generale

Il CEC non intende sostituire ciascuno dei sistemi nazionali di qualifica ma completa l'azione degli Stati membri facilitando la cooperazione tra di essi. Questa iniziativa europea si basa sui quadri di qualifica nazionali mentre questi non si fondano su alcun modello unico.

Al fine di mettere in atto questo quadro di cooperazione comune agli Stati membri, la Commissione insiste sulla necessaria fiducia reciproca e sul livello di impegno delle varie parti interessate che agiscono a livello nazionale, regionale o settoriale.

La Commissione propone peraltro la designazione di un centro nazionale incaricato di coordinare i rapporti fra il sistema nazionale delle qualifiche e il CEC, creando da ora fino al mese di aprile 2009, un gruppo consultivo per il CEC composto da rappresentanti degli Stati membri, delle parti sociali europee e di altre parti interessate.

Il CEC dovrebbe anche consentire alle organizzazioni settoriali internazionali * di far corrispondere i loro propri sistemi di qualifiche con questo sistema comune agli Stati membri.

Contesto

La dichiarazione di Bologna del giugno 1999 ha stimolato la mobilità e la trasparenza in seno all'Unione europea (UE) in materia di istruzione. L’acquis del processo di Bologna per l'insegnamento superiore consente di valorizzare un'azione analoga che tenga conto della formazione professionale.

Il CEC risponde ad uno degli obiettivi della strategia di Lisbona per l'occupazione che mira alla transizione verso la società della conoscenza. Questo strumento si iscrive più precisamente nella realizzazione del programma di lavoro «Istruzione e formazione 2010».

Termini chiave dell'atto
  • Sistema nazionale di qualifica: l’insieme delle attività di uno Stato membro connesse al riconoscimento dell'istruzione e della formazione, nonché ad altri meccanismi che collegano l'insegnamento e la formazione al mercato del lavoro e alla società civile. Queste attività comprendono l'elaborazione e l'applicazione di disposizioni e di processi istituzionali che riguardano l'assicurazione della qualità, la valutazione e il rilascio delle qualifiche. Qualsiasi sistema nazionale di qualifica può essere costituito da numerosi sotto-sistemi e includere un quadro nazionale delle qualifiche.
  • Qualifica: il risultato formale di un processo di valutazione e di convalida ottenuto quando un'autorità competente stabilisce che un individuo possiede ai sensi di un processo di istruzione e di formazione gli acquis che corrispondono ad una determinata norma.
  • Abilità: la capacità di applicare conoscenze e di utilizzare know how per portare a termine compiti e risolvere problemi. Il quadro europeo delle qualifiche fa riferimento ad abilità cognitive (ricorso al pensiero logico, intuitivo e creativo) o pratiche (basate sull'abilità e sull'impiego di metodi, di materiali, di strumenti e mezzi).
  • Competenza: la capacità comprovata di utilizzare conoscenze, abilità e disposizioni personali, sociali o metodologiche in situazioni di lavoro o di studio e per lo sviluppo professionale o personale. Il quadro europeo delle qualifiche fa riferimento alle competenze in termini di responsabilità e di autonomia.
  • Organizzazione settoriale internazionale: l’associazione di organizzazioni nazionali, comprese ad esempio organizzazioni di datori di lavoro e di organismi professionali che rappresentano gli interessi di settori nazionali.

RIFERIMENTI

Atto Entrata in vigore Termine di recepimento negli Stati membri Gazzetta ufficiale

Raccomandazione del 23.4.2008

23.4.2008

-

GU C 111 del 6.5.2008

Ultima modifica: 16.05.2008
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina