RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 5 lingue

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Istruzione destinata agli adulti

Le presenti conclusioni definiscono misure specifiche per gli Stati membri da implementare con il sostegno della Commissione durante il periodo 2008-2010, per sviluppare e migliorare ulteriormente l'istruzione destinata agli adulti.

ATTO

Conclusioni del Consiglio, del 22 maggio 2008, sull'istruzione destinata agli adulti [Gazzetta ufficiale C 140 del 6.6.2008].

SINTESI

L'istruzione destinata agli adulti svolge un ruolo importante nel raggiungimento degli obiettivi di Lisbona. Non solo fornisce ai cittadini nuove competenze e abilità, ma contribuisce alla coesione sociale e permette di rispondere alle sfide della globalizzazione. Pertanto, è essenziale:

  • innalzare il livello di competenza dei lavoratori scarsamente qualificati;
  • permettere agli adulti senza qualifiche di continuare la propria formazione;
  • risolvere il problema dell'esclusione sociale derivante dalla mancanza d'istruzione, la disoccupazione e altri svantaggi;
  • dare maggiore importanza alla formazione permanente dei lavoratori anziani e migranti;
  • garantire un'istruzione degli adulti efficiente, efficace e di elevata qualità.

Questi obiettivi possono essere raggiunti attraverso l'istruzione destinata agli adulti, che fornisce vantaggi economici, sociali e individuali. È importante quindi dare maggiore enfasi e sostegno all'istruzione destinata agli adulti a livello nazionale. In tale contesto, gli Stati membri sono invitati a implementare le seguenti misure di sviluppo dell'istruzione destinata agli adulti per il periodo 2008-2010:

  • promuovere lo scambio di buone pratiche, istruzione reciproca e progetti congiunti con le parti interessate;
  • lottare contro le barriere all'istruzione destinata agli adulti e creare servizi come l'e-Learning e le strutture di istruzione a distanza;
  • incoraggiare gli istituti di istruzione superiore e di formazione professionale a interessarsi maggiormente a discenti adulti e a sviluppare partenariati con il mondo imprenditoriale per al fine di organizzare formazioni sul posto di lavoro;
  • adoperarsi per facilitare l'accesso e aumentare la partecipazione di tutti i cittadini all'istruzione per adulti;
  • garantire un uso efficace dei fondi, come il Programma di istruzione e formazione durante l’intero arco della vita e i Fondi strutturali permanenti;
  • promuovere lo sviluppo e l'utilizzo di sistemi di orientamento lungo tutto l'arco della vita;
  • rivedere il ruolo dell'istruzione destinata agli adulti nel contesto economico e sociale;
  • elaborare meccanismi di valutazione delle attitudini e delle competenze, e rafforzare le procedure di convalida e riconoscimento;
  • Adoperarsi per garantire che nella ripartizione delle risorse finanziarie per l'istruzione una percentuale adeguata sia riservata all'istruzione per adulti;
  • coinvolgere le parti interessate nello sviluppo di iniziative formative di qualità, che tengono conto delle necessità delle varie categorie di discenti, con particolare attenzione allo sviluppo di competenze in materia di TIC;
  • rafforzare la collaborazione con il Cedefop (Centro europeo per lo sviluppo della formazione professionale), l'Istituto per l'apprendimento permanente dell'Unesco e le altre istituzioni internazionali rilevanti;
  • monitorare le suddette misure proponendo azioni dopo il 2010.

Per la sua natura trasversale, è necessario adottare un approccio integrato nell'istruzione destinata agli adulti, collaborando con le parti interessate, i partner sociali e le organizzazioni non governative (ONG). Gli sviluppi in questo campo, e il relativo monitoraggio, devono essere conformi al Quadro coerente di indicatori e di parametri di riferimento per monitorare la realizzazione degli obiettivi di Lisbona.

La Commissione deve sostenere gli Stati membri con le seguenti misure:

  • analizzare l'impatto delle riforme nazionali nel settore dell'istruzione e della formazione in termini di distribuzione delle risorse finanziarie fra i vari gruppi di età;
  • favorire lo sviluppo di carriera per chi lavora nell'istruzione destinata agli adulti e sviluppare criteri di qualità per la valutazione degli operatori del settore;
  • riunire le pratiche migliori per raggiungere le persone svantaggiate, e valutare i risultati dell'apprendimento, in particolare quelli ottenuti mediante la formazione non formale;
  • elaborare un glossario delle definizioni nell'istruzione destinata agli adulti e definire una serie di dati fondamentali comparabili a livello europeo necessari per facilitare il monitoraggio;
  • promuovere il ruolo dell'istruzione destinata agli adulti nelle strategie di formazione permanente;
  • sostenere le attività di sensibilizzazione dirette ai potenziali interessati.

La Commissione deve garantire che le misure degli Stati membri completino e corrispondano al processo di Bologna e di Copenaghen (EN). Deve anche usare e affinare le strutture di ricerca esistenti per gli aspetti riguardanti l'istruzione destinata agli adulti. Inoltre, la Commissione deve intensificare la cooperazione con le organizzazioni internazionali e le pertinenti ONG, e stabilire contatti con iniziative regionali adeguate.

Ultima modifica: 26.06.2009

Vedi anche

  • Il sito Web "Istruzione destinata agli adulti" (DE) (EN) (FR) della Direzione generale della Commissione europea per l'istruzione e la cultura
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina