RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 15 lingue
Nuove lingue disponibili:  CS - HU - PL - RO

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Quadro strategico per il multilinguismo

La presente comunicazione presenta la strategia della Commissione volta a promuovere il multilinguismo nella società europea, nell'attività economica e all'interno della Commissione. L'obiettivo è quello di migliorare le competenze linguistiche dei cittadini, affinché ogni cittadino acquisisca competenze pratiche in almeno due altre lingue diverse dalla propria lingua materna.

ATTO

Comunicazione della Commissione del 22 novembre 2005 - Un nuovo quadro strategico per il multilinguismo [COM(2005) 596 def. - Non pubblicata sulla Gazzetta ufficiale].

SINTESI

Il concetto di multilinguismo designa al tempo stesso la capacità di una persona di utilizzare più lingue e la coesistenza di diverse comunità in una determinata zona geografica.

La politica del multilinguismo della Commissione persegue tre obiettivi distinti:

  • incoraggiare l'apprendimento delle lingue e promuovere la diversità linguistica nella società;
  • favorire un'economia multilingue efficiente;
  • dare ai cittadini un accesso alla legislazione, alle procedure e alle informazioni dell'Unione europea nella loro lingua.

La comunicazione presenta le diverse azioni destinate a promuovere l'apprendimento delle lingue e della diversità linguistica:

  • i programmi LINGUA, Socrate e Leonardo da Vinci;
  • i programmi Cultura, Giovani in azione e Istruzione e formazione durante l'intero arco della vita;
  • lo scambio di giovani;
  • i progetti di gemellaggio di città;
  • il servizio volontario europeo;
  • il sostegno finanziario dell' Ufficio europeo per le lingue meno diffuse (organizzazione non governativa rappresentante gli interessi di oltre 40 milioni di cittadini appartenenti a comunità di lingua regionale e minoritaria);
  • il sostegno finanziario della rete Mercator (EN), (FR) di università attive nella ricerca sulle lingue meno diffuse in Europa;
  • il programma di ricerca destinato a superare gli ostacoli linguistici grazie alle nuove tecnologie dell'informazione e della comunicazione;
  • il programma di ricerca sulle scienze sociali ed umane a sostegno della ricerca attinente alle questioni linguistiche.

Principali settori d'azione

La Commissione propone le seguenti azioni in favore di una società multilingue:

  • introdurre l'indicatore europeo delle competenze linguistiche in collaborazione con gli Stati membri;
  • favorire il dibattito ed elaborare una raccomandazione sui modi di attualizzare la formazione degli insegnanti di lingue;
  • pubblicare nel 2006 uno studio delle migliori procedure seguite in materia d'apprendimento delle lingue, dall'età più giovane;
  • attraverso il programma proposto nel settore dell'istruzione e della formazione durante l'intero arco della vita, creare cattedre nei settori di studio connessi al multilinguismo e agli aspetti interculturali;
  • continuare a sostenere l'insegnamento e l'apprendimento delle lingue attraverso i programmi di cooperazione nel settore dell'istruzione e della formazione, dei giovani, della cittadinanza e della cultura;
  • intensificare, nel 7° programma quadro di ricerca, le attività di ricerca e di sviluppo tecnologico collegate alle tecnologie della società dell'informazione in relazione alle lingue.

La Commissione invita gli Stati membri a:

  • realizzare piani nazionali che forniscano struttura, coerenza e orientamento alle azioni in favore del multilinguismo, ivi compresa l'utilizzazione e la maggior presenza di varie lingue nella vita quotidiana;
  • riesaminare i loro sistemi attuali di formazione degli insegnanti di lingue straniere, tenendo conto delle conclusioni dello studio sul "Profilo europeo per la formazione degli insegnanti di lingue straniere";
  • riesaminare i loro sistemi attuali di apprendimento delle lingue dall'età più giovane, tenendo conto delle migliori procedure rilevate in Europa;
  • applicare le conclusioni della presidenza lussemburghese per quanto riguarda l'insegnamento di una materia tramite l'integrazione di una lingua straniera (EMILE).

L'ECONOMIA MULTILINGUE

La presente comunicazione indica i settori nei quali l'Unione deve disporre di una manodopera più mobile ed in possesso di competenze linguistiche.

Multilinguismo e competitività

La Commissione prevede di incrementare gli sviluppi del suo Piano d'azione 2002 in materia di competenze e di mobilità. Le competenze linguistiche faranno parte dei temi affrontati in occasione dell'anno europeo della mobilità dei lavoratori (2006).

Multilinguismo e consumi

La recente direttiva relativa alle prassi commerciali illegali, 2005/29/CE, migliora i meccanismi di protezione per quanto riguarda la lingua impiegata per il servizio dopo vendita.

Multilinguismo e società dell'informazione

La Commissione svolge attività in favore del multilinguismo attraverso l' iniziativa i2010 per sostenere la crescita e l'occupazione nella società dell'informazione e dei media. I programmi eContent, eContent plus, Media, eLearning sostengono l'acquisizione e la diffusione delle conoscenze e dei contenuti europei multilingue.

Traduzione

L'utilizzazione maggiore della traduzione automatica on-line evidenzia l'impossibilità di sostituire il processo di riflessione del traduttore con una funzione essenzialmente meccanica e pertanto sottolinea l'importanza della qualità della traduzione. Sviluppi come la "Norma europea per i servizi di traduzione" dovrebbero garantire agli utilizzatori un livello maggiore di qualità.

Interpretazione

La richiesta di interpreti qualificati sta aumentando in un mercato in espansione soprattutto presso le organizzazioni soprannazionali e internazionali. Gli interpreti contribuiscono al funzionamento delle istituzioni delle società multilingue. Essi aiutano inoltre le comunità dei migranti nelle loro relazioni con la giustizia, gli ospedali, i servizi di polizia e di immigrazione. Alcuni interpreti all'uopo formati contribuiscono pertanto alla protezione dei diritti dell'uomo e dei diritti democratici.

Insegnamento, valutazione e certificazione di natura linguistica

La certificazione linguistica rappresenta un mercato di tale importanza che i consumatori incontrano difficoltà nello scegliere i certificati più idonei fra quelli proposti. La Commissione intende contribuire ad una maggiore trasparenza dell'offerta pubblicando su Internet un inventario dei sistemi attualmente disponibili.

La Commissione propone le seguenti azioni per sviluppare l'economia multilingue:

  • pubblicare nel 2006 uno studio sull'incidenza della carenza di competenze linguistiche sull'economia europea;
  • pubblicare nel 2006 un inventario dei sistemi di certificazione linguistica disponibili nell'Unione europea;
  • avviare uno studio sulle possibilità di utilizzare maggiormente i sottotitoli nel cinema e nelle trasmissioni televisive, al fine di promuovere l'apprendimento delle lingue;
  • pubblicare la base di dati multilingue interistituzionale IATE (Inter-Agency Terminology Exchange) che propone termini convalidati provenienti da contesti collegati all'Unione europea;
  • organizzare nel 2006 una conferenza sulla formazione dei traduttori nelle università;
  • avviare, nel quadro d'i2010, un'iniziativa faro sulle biblioteche digitali, mirante a rendere più facile ed interessante l'utilizzazione delle fonti multimediali;
  • raggruppare e coordinare i lavori dei ricercatori europei nei settori delle tecnologie del linguaggio umano, della traduzione automatica e della creazione di risorse linguistiche (dizionari e tesauri).

Gli Stati membri sono invitati a rivedere i programmi di formazione nelle università.

MULTILINGUISMO NELLE RELAZIONI DELLA COMMISSIONE CON I CITTADINI

La presente comunicazione ricorda che il primo regolamento adottato dal Consiglio definisce la Comunità europea come un'entità multilingue e prevede che la legislazione sia pubblicata nelle lingue ufficiali, esigendo nel contempo dalle sue istituzioni che queste si rivolgano ai cittadini nella lingua ufficiale di loro scelta.

Nel 2004, i servizi di traduzione e d'interpretazione dell'insieme delle istituzioni hanno avuto un costo pari all'1,05 % del bilancio totale dell'Unione europea, pari a 2,28 euro per cittadino/anno.

Negli ultimi dieci anni la Commissione ha avviato varie iniziative multilingui (Cittadini d'Europa, Dialogo con i cittadini, l'Europa è vostra, Cittadini e il Servizio di orientamento per i cittadini) per aiutare i cittadini a sapere in che cosa la legislazione europea li riguardi, per spiegare quali sono i loro diritti allorquando si stabiliscono in un altro paese e per segnalare in quale maniera essi possano esercitarli nell'attività pratica.

La Commissione:

  • farà sì, attraverso una rete interna, che tutti i servizi applichino la sua politica sul multilinguismo in maniera coerente;
  • continuerà a promuovere il multilinguismo attraverso il suo portale Internet (Europa) e nelle sue pubblicazioni;
  • aprirà su Europa un portale "Lingue";
  • assegnerà un ruolo più importante, nella promozione del multilinguismo, alle sue rappresentanze di traduzione negli Stati membri, segnatamente adattando i messaggi della Commissione ai destinatari locali;
  • organizzerà seminari di alto livello sul multilinguismo negli Stati membri ad uso dei giornalisti e degli altri intermediari dell'informazione;
  • continuerà a proporre alle università sovvenzioni e assistenza pedagogica per quanto riguarda l'interpretazione di conferenze, a contribuire allo sviluppo degli strumenti di apprendimento a distanza ed a finanziare borse di studio e visite di formazione;
  • perseguirà la messa a punto di strumenti efficaci di comunicazione e di conferenze;
  • sosterrà il Master europeo in interpretazione di conferenze e il Master europeo in Conference Management;
  • continuerà a svolgere un ruolo attivo nell'ambito dell'International Annual Meeting on Language arrangements, documentation and publication;
  • continuerà a fornire alle università un modello di programma per il Master in traduzione ed a mettere a disposizione traduttori "invitati";
  • organizzerà un concorso internazionale di traduzione fra le scuole degli Stati membri per incoraggiare la conoscenza delle lingue e per promuovere le professioni linguistiche.

La Commissione ha già invitato gli Stati membri a segnalare nel 2007 le azioni da questi avviate in relazione agli obiettivi del piano d'azione " Promuovere l'apprendimento delle lingue e la diversità linguistica ".

Conclusioni della presente comunicazione

La Commissione costituirà un gruppo di alto livello sul multilinguismo, che sarà composto da esperti indipendenti;

  • una conferenza ministeriale sul multilinguismo verrà organizzata al fine di consentire agli Stati membri di segnalare i progressi realizzati e di programmare gli sviluppi dei lavori svolti;
  • la Commissione presenterà un'altra comunicazione che proporrà un approccio globale sul multilinguismo nell'Unione europea.

ATTI CONNESSI

Comunicazione della Commissione, del 1° agosto 2005 - L'indicatore europeo delle competenze linguistiche [COM(2005) 356 def. - Non pubblicata sulla Gazzetta ufficiale].

Comunicazione della Commissione, del 24 luglio 2003 - Promuovere l'apprendimento delle lingue e la diversità linguistica: piano d'azione 2004-2006 [COM(2003) 449 def. - Non pubblicata sulla Gazzetta ufficiale].

Decisione 1934/2000/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 luglio 2000, che istituisce l'Anno europeo delle lingue 2001 [Gazzetta ufficiale L 232 del 14.09.2000].

Risoluzione del Consiglio, del 16 dicembre 1997, sull'insegnamento precoce delle lingue dell'Unione europea [Gazzetta ufficiale C 1 del 03.01.1998].

 
Ultima modifica: 20.01.2006

Vedi anche

Per ulteriori informazioni si consulti il portale Europa riguardante le lingue ovvero il sito della DG Istruzione e formazione (EN), (EN), (FR).

Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina