RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 5 lingue

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Convenzione relativa agli aiuti alimentari

L’Unione europea (UE) contribuisce all’aiuto internazionale fornito ai paesi che si trovano in situazioni di emergenza alimentare. La presente convenzione deve permettere di migliorare l’efficacia di questo aiuto e il coordinamento dei donatori a livello mondiale.

ATTO

Decisione 2000/421/CE del Consiglio, del 13 giugno 2000, relativa alla conclusione, in nome della Comunità europea, della convenzione sull'aiuto alimentare del 1999.

SINTESI

L’Unione europea (UE) è membro dell’accordo internazionale sui cereali, il quale consta di due strumenti giuridici distinti: la convenzione sul commercio dei cereali (EN) (FR) e la convenzione sull'aiuto alimentare (EN) (ES) (FR).

La convenzione sull’aiuto alimentare mira a rafforzare la capacità della comunità internazionale di:

  • contribuire alla sicurezza alimentare mondiale;
  • accrescere la capacità di reazione in caso di emergenza alimentare;
  • migliorare la risposta alle esigenze dei paesi meno sviluppati.

In effetti, la convenzione è stata adottata da vari paesi donatori: Argentina, Australia, Canada, Stati Uniti, Giappone, Norvegia, Svizzera, l’UE e i suoi Stati membri.

Ogni anno questi paesi si impegnano a fornire un volume fisso di aiuto alimentare, soprattutto ai paesi meno sviluppati. Il loro contributo si calcola in tonnellate di equivalente grano, in valore monetario o combinando questi due valori.

L’aiuto alimentare può essere fornito sotto forma di donazioni di prodotti alimentari (ivi incluse le sementi per colture alimentari) o di aiuti finanziari destinati all’acquisto di prodotti alimentari.

L'elenco dei paesi e dei territori che possono beneficiare dell’aiuto in caso di emergenza alimentare viene redatto in funzione della lista del Comitato di assistenza allo sviluppo dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economici (OCSE). Tale elenco integra tra l’altro i paesi meno avanzati (PMA), i paesi a basso reddito (EN) (ES) (FR) e i paesi in via di sviluppo importatori netti di prodotti alimentari (EN) (ES) (FR).

Contesto

La convenzione sull’aiuto alimentare è stata adottata nel 1995 e rivista per la prima volta nel 1999.

RIFERIMENTI

AttoData di entrata in vigoreTermine ultimo per il recepimento negli Stati membriGazzetta ufficiale

Decisione 2000/421/CE

13.6.2000

-

GU L 163 del 4.7.2000

Decisione 2010/316/UE

3.6.2010

-

GU L 142 del 10.6.2010

ATTI COLLEGATI

Decisione 2011/339/UE del Consiglio, del 27 maggio 2011, che stabilisce la posizione che deve essere adottata dall’Unione europea in sede di comitato per l’aiuto alimentare per quanto riguarda la proroga della convenzione sull’aiuto alimentare del 1999.

Decisione 2011/224/UE del Consiglio, del 31 marzo 2011, che stabilisce la posizione che deve essere adottata dall’Unione europea in sede di Consiglio internazionale dei cereali con riguardo alla proroga della convenzione sul commercio dei cereali del 1995.

Ultima modifica: 29.09.2011
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina