RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 5 lingue

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Africa ed Europa: rafforzamento della cooperazione in materia di trasporti

La presente comunicazione sostiene l'idea di collegare le reti transeuropee di trasporto con le reti di trasporto africane. La Commissione incoraggia il rafforzamento della cooperazione e lo scambio di esperienze tra l'Unione europea (UE) e l'Unione africana (UA) al fine di stabilire un sistema di trasporti più efficiente e sicuro.

ATTO

Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio del 24 giugno 2009 - Partenariato Unione europea-Africa - Collegare l’Africa e l’Europa: verso un rafforzamento della cooperazione in materia di trasporti [COM(2009) 301 def. – Non pubblicata nella Gazzetta ufficiale].

SINTESI

La comunicazione promuove la riflessione su come la cooperazione e lo scambio di esperienze possono essere intensificati per incoraggiare l'Unione africana (UA) a istituire un sistema di trasporti più sicuri e più efficienti, compresa l'estensione della rete transeuropea dei trasporti (RTE-T) verso l'Africa. La comunicazione è quindi legata al Partenariato euroafricano nel settore delle infrastrutture adottato nel 2007. Nell'ambito di questo partenariato le reti regionali e nazionali in materia di trasporti, acqua, energia e telecomunicazioni sono interconnesse in tutta l'Africa.

Le misure proposte devono essere applicate negli ambiti di cooperazione e sulla base degli strumenti esistenti tra l'Unione europea (UE) e l'Africa, in particolare l'accordo di Cotonou, il Fondo europeo di sviluppo e la politica europea di vicinato.

La necessità di una cooperazione UE-Africa in materia di trasporti

In quanto mezzo principale per poter accedere fisicamente all'occupazione, alle cure sanitarie e all’istruzione, il trasporto è fondamentale per lo sviluppo e costituisce un elemento essenziale per il benessere delle popolazioni sia rurali che urbane. I costi di trasporto in Africa sono tra i più elevati a livello mondiale e sono particolarmente elevati nei paesi africani privi di uno sbocco sul mare, in parte a causa della debolezza delle infrastrutture, delle procedure amministrative eccessive, della mancanza di governance e dell'insufficienza delle norme di sicurezza.

Una rete di trasporti efficiente è particolarmente importante per i paesi privi di sbocco sul mare. Le reti di trasporto africane devono essere sviluppate per agevolare i flussi commerciali che transitano dai porti verso tali paesi senza sbocco sul mare. Il miglioramento e la facilitazione dei flussi di trasporto tra i due continenti permetterà di ridurre i costi di trasporto e migliorare la sostenibilità e l’affidabilità dei servizi di trasporto. Per ottenere una vera rete euro-africana dei trasporti, è necessaria un’impostazione coordinata in materia di pianificazione e di realizzazione delle infrastrutture, nonché una maggiore cooperazione in materia di trasporto aereo e marittimo.

Settore aereo

Le misure proposte dalla Commissione sono destinate ad aumentare l'efficienza e la crescita a lungo termine all'interno del settore del trasporto aereo africano.

L'UA favorisce un dialogo strutturato sia tra le organizzazioni africane che tra le comunità economiche regionali. Questo dialogo consentirebbe di sviluppare i seguenti settori:

  • sicurezza aerea;
  • sicurezza;
  • modernizzazione della regolamentazione economica;
  • limitazioni ambientali.

Settore marittimo

La cooperazione tra UE e UA è necessaria per migliorare l'efficienza dei porti africani. La Commissione propone tre modi perché questo avvenga:

  • semplificare gli aspetti normativi delle procedure doganali e documentali;
  • sviluppare le infrastrutture portuali;
  • applicare le norme internazionali (codice ISPS) per garantire la sicurezza dei porti.

In relazione agli aspetti ambientali, la Commissione ha anche suggerito la realizzazione di impianti portuali efficienti per il trattamento semplificato dei rifiuti provenienti dalle navi nel rispetto delle convenzioni internazionali.

Sviluppo di un sistema di trasporti più sicuro ed efficiente

Le questioni attinenti alla sicurezza si pongono per tutti i modi di trasporto e riguardano entrambi i continenti:

Per quanto riguarda i trasporti marittimi, è importante che i paesi del nord Africa e del nord-ovest dell’Africa si impegnino a lottare contro l’utilizzo, da parte di organizzazioni criminali, di battelli e di piccole imbarcazioni fuori norma e sovraccariche per il trasporto di passeggeri clandestini. Questa pratica mette a rischio la vita di migliaia di persone. Un altro problema è quello della pirateria, che attualmente rappresenta un ostacolo allo sviluppo degli scambi a causa della mancanza di sicurezza nei porti e lungo le coste. La Commissione propone pertanto che l'UE:

  • partecipi all'attuazione amministrativa delle normative marittime;
  • rafforzi la cooperazione nell'ambito della politica marittima integrata con l'Africa per favorire una vigilanza marittima rafforzata;
  • promuova un più efficace scambio di informazioni con le autorità nazionali competenti.

La Commissione propone che l'apertura al traffico del cielo africano debba essere accompagnata dalla riorganizzazione dello spazio aereo e della rete delle rotte aeree al fine di garantire una maggiore efficienza economica, un maggiore rispetto dell'ambiente e più sicurezza.

La strada rimane il modo di trasporto dominante in Africa, in particolare per quanto riguarda l'accesso alle zone rurali. La Commissione propone pertanto linee guida in materia di sicurezza stradale, da sviluppare nell'ambito dell'amministrazione nazionale e regionale:

  • creare meccanismi appropriati per favorire lo scambio delle migliori pratiche;
  • favorire l’allocazione degli stanziamenti europei destinati alla rete stradale ad azioni specifiche di miglioramento della sicurezza stradale;
  • promuovere l’inserimento degli aspetti attinenti alla sicurezza stradale negli studi di impatto sociale per gli investimenti stradali.

L'UE sostiene le città europee nella creazione di strategie integrate per il trasporto urbano, mediante il programma CIVITAS nell’ambito del quale le città sono in grado di scambiare idee e pratiche esemplari. La Commissione propone che tale programma sia esteso fino a comprendere città africane, affinché possano beneficiare di queste idee ed esperienze.

Ultima modifica: 27.04.2010

Vedi anche

  • Sito della Direzione generale Trasporti della Commissione europea sulle Relazioni UE-Africa (EN)
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina