RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 11 lingue

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Programma d’azione: Dogana 2007 (2003-2007)

Archivi

Al fine di contribuire al miglioramento dell’armonizzazione nel settore doganale, l'Unione europea (Ue) ha istituito una serie di programmi d'azione. Il primo programma, Dogana 2000 (1996-2000), è stato prolungato dai successivi programmi Dogana 2002 (2001-2002) e Dogana 2007 (2003-2007). Obiettivo del programma è integrare in un unico strumento giuridico azioni congiunte intese a promuovere una più stretta cooperazione tra le amministrazioni doganali nazionali e permettere l’accesso a sistemi transeuropei di scambio di informazioni.

ATTO

Decisione 253/2003/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, dell'11 febbraio 2003, relativa all'adozione di un programma d'azione doganale nella Comunità (Dogana 2007) [Cfr atti modificativi].

SINTESI

Obiettivo del programma Dogana 2007 (2003-2007) è sostenere e completare le azioni intraprese dagli Stati membri per garantire l'efficace funzionamento del mercato interno nel settore doganale. Il programma mira a facilitare gli scambi e combattere la frode, nel rispetto degli interessi finanziari e delle esigenze di sicurezza della Comunità e dei suoi cittadini. Inoltre, le dogane svolgono una funzione importante nell’assicurare la competitività del settore del commercio e della concorrenza europei.

Il costo del programma ammonta a 133 milioni di euro per il periodo 2003-2007. Il bilancio è riveduto al momento dell’allargamento dell’UE per rispondere alle esigenze dei nuovi Stati membri.

Obiettivo

Obiettivo principale del programma è garantire un’azione coordinata delle amministrazioni doganali degli Stati membri. Le azioni nel settore doganale corrispondono in tal modo alle esigenze del mercato interno dell’UE.

Priorità

Le priorità di Dogana 2007 si concentrano sui seguenti punti:

  • riduzione dei costi sostenuti dagli operatori economici per conformarsi alla legislazione doganale;
  • istituzione di un sistema di valutazione delle prestazioni e delle migliori pratiche lavorative (compresa la collaborazione tra i laboratori incaricati di effettuare analisi per le dogane);
  • rafforzamento del processo di normalizzazione e semplificazione delle procedure;
  • creazione di uno spazio doganale informatizzato caratterizzato da procedure non cartacee;
  • sviluppo di misure comuni di formazione.

Azioni

Dogana 2007 tiene conto della strategia per l’Unione doganale strategia per l’Unione doganale. Il programma costituisce la base giuridica e finanziaria di misure relative ai seguenti comparti:

  • sistemi di scambio di informazioni tra amministrazioni nazionali per via elettronica;
  • azioni congiunte quali gruppi di progetto, esercizi di "benchmarking", seminari, formazione per funzionari ed esperti del settore doganale;
  • scambi di funzionari tra amministrazioni nazionali;
  • creazione di un sistema elettronico che consenta alle imprese di passare a un sistema doganale senza supporto cartaceo;
  • sostegno ai paesi candidati per aiutarli a gestire il libero-scambio ed eseguire i controlli doganali alle nuove frontiere esterne.

CONTESTO

Il programma Dogana 2007 è il prolungamento di due precedenti programmi d’azione nel settore doganale: Dogana 2000 (1996-2000) e Dogana 2002 (2001-2002). La dotazione finanziaria prevista per il periodo 1996-2000 ammonta a 135 milioni di euro, mentre per le azioni esterne sono stati stanziati 12,5 milioni di euro.

RIFERIMENTI

AttoData di entrata in vigoreData limite di trasposizione negli Stati membriGazzetta ufficiale

Decisione 253/2003/CE

4.3.2003-GU L 036 del 12.2.2003
Atto(i) modificatore(i)Data di entrata in vigoreData limite di trasposizione negli Stati membriGazzetta ufficiale

Decisione 787/2004/CE

20.5.2004-GU L 138 del 30.4.2004

ATTI COLLEGATI

Decisione n. 624/2007/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 maggio 2007, che istituisce un programma d’azione doganale nella Comunità (Dogana 2013) [Gazzetta ufficiale L 154 del 14.06.2007].
Il programma Dogane 2013 subentra al programma Dogane 2007.

Relazione della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio, del 7 ottobre 2008 - Valutazione finale del programma Dogana 2007 a norma dell’articolo 19 della decisione n. 253/2003/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 6 febbraio 2003, relativa all’adozione di un programma d’azione doganale nella Comunità (Dogana 2007) [COM(2008) 612 def. - Non pubblicata nella Gazzetta ufficiale].
La Commissione traccia un bilancio positivo dei risultati del programma Dogana 2007 dopo cinque anni di attuazione. Il programma ha infatti migliorato la collaborazione e gli scambi tra le autorità doganali e ha consentito di accrescere l’efficienza delle dogane sviluppando nuovi sistemi informatizzati. Soltanto il 60% della dotazione quinquennale inizialmente prevista per il programma è stato speso.

In particolare, il programma ha contribuito alla tutela degli interessi finanziari della Comunità, garantendo ai cittadini un contesto di sicurezza. Le sue azioni hanno condotto all’attuazione più uniforme della normativa doganale comune e all’armonizzazione dei metodi di lavoro delle autorità doganali. Il programma ha consentito di ridurre gli oneri a carico degli operatori economici, nonostante il moltiplicarsi di iniziative nazionali volte a rafforzare la sicurezza degli scambi commerciali. L’utilizzo dei sistemi informatici ha permesso in particolare di accelerare le procedure di transito e migliorare le informazioni tariffarie, aumentando al contempo la certezza giuridica delle operazioni.

Al programma erano ammessi a partecipare i 27 Stati membri dell’Unione europea e i paesi candidati all’adesione. Esso ha dato un importante contributo ai processi d’integrazione e di allargamento, rafforzando le capacità e migliorando le procedure di tali paesi.

La Commissione formula delle raccomandazioni per la nuova programmazione Dogana 2013. Il programma che seguirà dovrà in via prioritaria facilitare il commercio, la gestione dei rischi, la formazione delle autorità doganali e l’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione.

Relazione della Commissione al Consiglio e al Parlamento europeo sull’attuazione del programma "Dogana 2002" (1998-2002)[COM(2003) 672 def. - Non pubblicata sulla Gazzetta ufficiale].
La relazione mostra come il programma abbia contribuito al rafforzamento della cooperazione doganale. Dogana 2000 ha inoltre permesso di preparare l’integrazione delle amministrazioni dei paesi in via d’adesione nella gestione della dogana comunitaria.

Relazione della Commissione al Consiglio e al Parlamento europeo sull'attuazione del programma «Dogana 2000» [COM(98) 471 def. - Non pubblicata sulla Gazzetta ufficiale].
Obiettivo della relazione intermedia è rendere più efficaci le procedure e i controlli doganali ovunque sul territorio doganale della Comunità; essa mira a garantire un’applicazione trasparente del diritto comunitario e a individuarne le difficoltà di attuazione, nonché i settori di cooperazione prescelti.

Ultima modifica: 06.02.2009
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina