RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 23 lingue
Nuove lingue disponibili:  BG - CS - ET - GA - LV - LT - HU - MT - PL - RO - SK - SL

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


L’Europa per i cittadini (2007-2013)

La presente decisione istituisce il programma «Europa per i cittadini» per il periodo 2007-2013. Questo programma intende proseguire le attività avviate nell’ambito del programma 2004-2006, proponendo alcune innovazioni. Per coinvolgere attivamente i cittadini nel processo d’integrazione europea, il programma propone di creare le condizioni per ravvicinare i cittadini europei e fare crescere il sentimento d’identità europea.

ATTO

Decisione n. 1904/2006/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 12 dicembre 2006, che istituisce, per il periodo 2007-2013, il programma Europa per i cittadini mirante a promuovere la cittadinanza europea attiva [Cfr. atti modificativi].

SINTESI

Nell’ottica di coinvolgere attivamente il pubblico nel processo di integrazione europea, il presente programma mira a promuovere la cooperazione fra i cittadini e le organizzazioni della società civile in vari paesi, favorendo la loro interazione e le loro attività in un contesto europeo che rispetti la loro diversità.

Prima di pubblicare la presente decisione, la Commissione ha condotto un’ampia consultazione pubblica, dal dicembre 2004 al febbraio 2005, organizzando in seguito, il 3 e 4 febbraio 2005, un forum consultivo. Delle oltre mille risposte alla consultazione online, 700 provenivano da organizzazioni e circa 300 da singoli individui. Il presente programma per il periodo 2007-2013 fa seguito al programma d’azione comunitaria per la promozione della cittadinanza europea attiva (2004-2006).

Obiettivi

Il programma contribuisce al conseguimento dei seguenti obiettivi generali:

  • dare ai cittadini la possibilità di interagire e partecipare alla costruzione di un’Europa sempre più vicina, democratica e proiettata verso il mondo, unita nella sua diversità culturale e da questa arricchita;
  • sviluppare un sentimento d’identità europea, fondata su valori, storia e cultura comuni;
  • promuovere un sentimento di appartenenza all’Unione europea da parte dei suoi cittadini;
  • migliorare la tolleranza e la comprensione reciproca dei cittadini europei rispettando e promuovendo la diversità culturale e linguistica, contribuendo nel contempo al dialogo interculturale.

Gli obiettivi specifici del programma sono:

  • avvicinare tra loro le persone appartenenti alle comunità locali di tutta Europa, perché possano condividere e scambiare esperienze, opinioni e valori, trarre insegnamento dalla storia e operare per costruire il futuro;
  • promuovere le iniziative, i dibattiti e la riflessione in materia di cittadinanza europea e democrazia, valori condivisi, storia e cultura comuni, grazie alla cooperazione all’interno delle organizzazioni della società civile a livello europeo;
  • avvicinare l’Europa ai suoi cittadini, promuovendo i valori e le realizzazioni dell’Europa e preservando la memoria del passato europeo;
  • favorire l’interazione tra i cittadini e le organizzazioni della società civile di tutti i paesi partecipanti, contribuendo al dialogo interculturale e mettendo in evidenza la diversità e l’unità dell’Europa, con un’attenzione particolare per le attività con gli Stati membri che hanno aderito di recente all’Unione europea.

Gli obiettivi del programma sono perseguiti sostenendo quattro tipi di azione:

Azione 1: «Cittadini attivi per l’Europa»

Questa azione coinvolge direttamente i cittadini attraverso attività di gemellaggio di città e progetti dei cittadini, onde discutere di questioni europee e sviluppare la comprensione reciproca attraverso la partecipazione diretta. Per migliorare il gemellaggio di città e i progetti dei cittadini è anche necessario attuare misure di sostegno per lo scambio delle migliori pratiche, mettere in comune le esperienze dei soggetti interessati ai livelli locale e regionale e sviluppare nuove competenze, ad esempio attraverso la formazione. Indicativamente, almeno il 45 % del bilancio totale assegnato al programma sarà destinato a questa azione.

Azione 2: «Una società civile attiva in Europa»

Indicativamente, circa il 31 % del bilancio totale assegnato al programma sarà destinato a questa azione, la quale prevede:

  • un sostegno strutturale ai centri di ricerca sulle politiche europee (gruppi di riflessione);
  • un sostegno strutturale alle organizzazioni della società civile a livello europeo;
  • un sostegno a progetti promossi da organizzazioni della società civile a livello locale, regionale e nazionale.

Azione 3: «Insieme per l’Europa»

Indicativamente, circa il 10 % del bilancio totale assegnato al programma sarà destinato a questa azione, la quale sostiene:

  • eventi di grande visibilità, come commemorazioni di eventi storici, manifestazioni artistiche, assegnazioni di premi destinati a mettere in luce realizzazioni di rilievo e conferenze su scala europea;
  • studi, indagini e sondaggi d’opinione;
  • strumenti d’informazione e di diffusione.

Azione 4: «Memoria europea attiva»

Circa il 4 % del bilancio totale assegnato al programma sarà destinato a questa azione, la quale sostiene progetti volti a preservare una memoria europea attiva. Si tratta di progetti principalmente destinati a preservare i principali siti e archivi connessi con le deportazioni di massa e gli ex campi di concentramento e a commemorare le vittime degli stermini e delle deportazioni di massa sotto il nazismo e lo stalinismo.

Partecipazione

Possono partecipare al programma i seguenti paesi, conformemente alle condizioni e modalità generali stabilite dagli accordi ai fini della loro partecipazione ai programmi comunitari:

  • gli Stati membri;
  • i paesi dell’EFTA parti dell’accordo sullo Spazio economico europeo;
  • i paesi candidati per i quali è in atto una strategia di preadesione;
  • i paesi dei Balcani occidentali.

Il programma si applica:

  • alle autorità e organizzazioni locali;
  • ai centri di ricerca sulle politiche europee (gruppi di riflessione);
  • ai gruppi di cittadini e ad altre organizzazioni della società civile, come organizzazioni non governative, piattaforme, reti, associazioni, federazioni, sindacati, istituti di istruzione e organizzazioni attive nel settore del volontariato e dello sport dilettantistico.

Gestione, bilancio e valutazione

La Commissione è assistita da un comitato e deve adottare la maggior parte delle disposizioni di attuazione secondo la procedura di gestione, ivi incluse le decisioni di selezione relative alle sovvenzioni di funzionamento, agli accordi di gemellaggio pluriennali e agli eventi di grande visibilità. Per quanto riguarda le altre decisioni di selezione, la Commissione ha l’obbligo di informare il comitato e il Parlamento europeo delle decisioni adottate. Il bilancio proposto per l’attuazione di questo programma è fissato a 215 milioni di EUR. La spesa amministrativa dovrebbe rappresentare circa il 10 % del bilancio totale assegnato al programma.

La Commissione deve presentare una relazione intermedia di valutazione dell’attuazione del programma entro il 31 dicembre 2010, una comunicazione sulla continuazione del programma entro il 31 dicembre 2011 e una relazione di valutazione ex-post entro il 31 dicembre 2015.

RIFERIMENTI

AttoData di entrata in vigore – Data di scadenzaTermine ultimo per il recepimento negli Stati membriGazzetta ufficiale
Decisione n. 1904/2006/CE

1.1.2007 – 31.12.2013

-

GU L 378 del 27.12.2006

Atto(i) modificatore(i)Data di entrata in vigore – Data di scadenzaTermine ultimo per il recepimento negli Stati membriGazzetta ufficiale
Decisione n. 1358/2008/CE

31.12.2008 – 31.12.2013

-

GU L 350 del 30.12.2008

ATTI COLLEGATI

Comunicazione della Commissione del 9 marzo 2004 - Far sì che la cittadinanza diventi effettiva: promuovere la cultura e la diversità europee mediante programmi nei settori della gioventù, della cultura, dell’audiovisivo e della partecipazione civica [COM(2004) 154 def. – Gazzetta ufficiale C 122 del 30.4.2004].

Ultima modifica: 27.01.2009

Vedi anche

Per ulteriori informazioni si rimanda al sito web della Commissione europea: Cittadinanza (DE) (EN) (FR)

Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina