RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 15 lingue
Nuove lingue disponibili:  CS - HU - PL - RO

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Cooperazione fra Stati membri per la protezione dei consumatori

La protezione dei consumatori nel quadro degli acquisti transfrontalieri è migliorata grazie alla cooperazione giuridica fra Stati membri per la lotta contro i commercianti disonesti. Tale cooperazione fra Stati membri deve garantire l’effettiva applicazione della normativa sulla protezione dei consumatori nel mercato interno.

ATTO

Regolamento (CE) n. 2006/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 ottobre 2004, sulla cooperazione tra le autorità nazionali responsabili dell’esecuzione della normativa che tutela i consumatori («Regolamento sulla cooperazione per la tutela dei consumatori») [(Cfr. atti modificativi)].

SINTESI

Questo regolamento istituisce una rete di autorità competenti per il controllo dell’applicazione della normativa riguardante la protezione dei consumatori. Il regolamento si applica unicamente alle infrazioni commesse nell’Unione europea (UE).

Autorità responsabili

Ogni Stato membro designa le autorità competenti e l’ufficio di collegamento unico responsabile dell’applicazione del regolamento. Tali autorità dispongono dei poteri di indagine ed esecutivi necessari ai fini dell'applicazione del regolamento ed esercitano le loro funzioni in conformità della legislazione nazionale.

Le autorità competenti devono intervenire quanto prima per porre fine alle infrazioni constatate, utilizzando lo strumento giuridico appropriato. Nella maggior parte dei casi, esse intraprendono un provvedimento inibitorio poiché ciò consente di intervenire rapidamente. Tale procedura consente infatti di far cessare l’azione illecita ovvero di vietarla; inoltre, consente di giudicare i venditori disonesti dinanzi ai tribunali di altri Stati membri.

Assistenza reciproca

Il regolamento stabilisce un quadro giuridico per l’assistenza reciproca che riguarda lo scambio di informazioni, le richieste di misure esecutive, nonché il coordinamento delle attività di sorveglianza del mercato e di applicazione della normativa.

Allorquando un’autorità competente viene a conoscenza di un’infrazione commessa nell’UE, deve informarne le autorità degli altri Stati membri e la Commissione. Essa fornisce del pari, su richiesta di un’altra autorità competente, ogni informazione pertinente per consentire di stabilire se si sia verificata un’infrazione. Inoltre, essa deve adottare tutti i provvedimenti esecutivi necessari per far cessare l'infrazione ovvero per vietarla.

Le autorità competenti informano la Commissione dell’esistenza di un’infrazione, dei provvedimenti adottati e del loro effetto, nonché del coordinamento delle loro attività. Le informazioni fornite possono essere utilizzate unicamente per garantire il rispetto delle leggi che tutelano gli interessi dei consumatori. La Commissione registra e tratta in una base di dati elettronica le informazioni che essa riceve. Ogni richiesta di assistenza reciproca deve contenere informazioni sufficienti per consentire di darvi seguito.

Qualora ricorrano determinate condizioni, un’autorità può rifiutarsi di dar seguito ad una richiesta di provvedimenti esecutivi o di informazioni, ovvero decidere di non conformarsi ai suoi obblighi. In tale caso, questa è tenuta ad informarne l'autorità richiedente e la Commissione, precisando i motivi del rifiuto opposto alla richiesta di assistenza.

Attività dei paesi dell’UE

I paesi dell’UE si informano reciprocamente ed informano la Commissione delle loro attività, quali segnatamente:

  • il coordinamento dell’applicazione della normativa: la formazione di agenti incaricati di controllare l’applicazione della normativa in materia di protezione dei consumatori, la raccolta e la classificazione dei reclami dei consumatori;
  • la cooperazione amministrativa: la fornitura di informazioni e di consulenze ai consumatori, il sostegno ai rappresentanti dei consumatori.

L’Unione europea collabora con i paesi terzi e con le organizzazioni internazionali competenti, al fine di migliorare la protezione degli interessi economici dei consumatori. La cooperazione può essere oggetto di accordi fra l’UE e i paesi terzi.

La Commissione si giova dell’assistenza di un comitato. Inoltre, gli Stati presentano ogni due anni una relazione alla Commissione sull’applicazione del regolamento.

Legislazione che prevede la tutela degli interessi dei consumatori

L’allegato del presente regolamento specifica le direttive e i regolamenti che proteggono i consumatori. Si tratta di normative generali o settoriali quali ad esempio quelle sulle pratiche commerciali sleali o sul trasporto di viaggiatori.

RIFERIMENTI

AttoData di entrata in vigoreTermine ultimo per il recepimento negli Stati membriGazzetta ufficiale

Regolamento (CE) n. 2006/2004

29.12.2004

-

GU L 364 del 9.12.2004

Atto/i modificatorio/iData di entrata in vigoreTermine ultimo per il recepimento negli Stati membriGazzetta ufficiale

Regolamento (UE) n. 954/2011

7.10.2011

-

GU L 259 del 4.10.2011

Le modifiche e correzioni successive al regolamento (CE) n. 2006/2004 sono state integrate nel testo di base. Questa versione consolidata ha unicamente un valore documentale.

ATTI COLLEGATI

Decisione 2007/76/CE del 22 dicembre 2007 recante applicazione del regolamento (CE) n. 2006/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 ottobre 2004, sulla cooperazione fra le autorità nazionali responsabili dell'esecuzione della normativa che tutela i consumatori per quanto riguarda l'assistenza reciproca [Gazzetta ufficiale L 32 del 6.2.2007].
Questa decisione fissa le prescrizioni in materia di informazione. Ad esempio, le informazioni minime da inserire nelle domande di assistenza reciproca e nelle segnalazioni, i termini da rispettare, l'accesso alle informazioni e le lingue usate.

Relazione della Commissione al Parlamento Europeo e al Consiglio, del 2 luglio 2009, concernente l'applicazione del regolamento (CE) n. 2006/2004 del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 27 ottobre 2004, sulla cooperazione tra le autorità nazionali responsabili dell'esecuzione della normativa che tutela i consumatori [COM(2009) 336 def. – Non pubblicata nella Gazzetta ufficiale].

Ultima modifica: 23.02.2012
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina