RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 15 lingue
Nuove lingue disponibili:  CS - HU - PL - RO

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Beni immobili in multiproprietà e prodotti per le vacanze di lungo termine

La legislazione europea stabilisce i diritti e gli obblighi derivanti dai contratti per l'acquisto di prodotti per le vacanze in multiproprietà e prodotti simili. Tale armonizzazione mira a rafforzare la tutela nei confronti dei consumatori europei, anche in caso di taluni contratti a dimensione internazionale.

ATTO

Direttiva 2008/122/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 14 gennaio 2009, sulla tutela dei consumatori per quanto riguarda taluni aspetti dei contratti di multiproprietà, dei contratti relativi ai prodotti per le vacanze di lungo termine e dei contratti di rivendita e di scambio (Testo rilevante ai fini del SEE).


SINTESI

Il mercato dei prodotti per le vacanze in multiproprietà * e simili è in continua evoluzione. La presente direttiva armonizza taluni aspetti relativi alla commercializzazione, vendita e rivendita * di questo genere di prodotti.

Queste disposizioni permettono di estendere la tutela già fornita dalla regolamentazione comunitaria ai consumatori di vacanze in multiproprietà, di vacanze di lungo termine * e di contratti di scambio * e di rivendita. Esse si applicano ai contratti conclusi con operatori del settore.

Diritto d'informazione

Prima della conclusione del contratto, il consumatore riceve le informazioni relative ai beni che deve acquistare, ai diritti che può esercitare e a tutti i costi connessi al contratto. Viene informato dell'esistenza di un diritto di recesso, della sua durata e delle condizioni per esercitarlo. Tali informazioni sono parte integrante del contratto e non possono essere modificate.

Le informazioni sono fornite gratuitamente, su un supporto durevole e tramite un formulario standard adattato ad ogni tipo di contratto (allegati da I a IV). Le informazioni sono chiare, comprensibili e accurate. Il consumatore può scegliere la lingua in cui tali informazioni sono formulate, quella del suo paese di residenza o di nazionalità, purché si tratti di una lingua ufficiale dell'Unione europea (UE).

Gli Stati membri verificano che il consumatore sia stato avvertito dell'obbligo di informazione precontrattuale in caso di ricevimento di pubblicità o di partecipazione ad un evento commerciale.

Conclusione del contratto

Il contratto viene fornito per iscritto, su supporto cartaceo o su altro supporto durevole. Il consumatore sceglie la lingua in cui è redatto il contratto, che si tratti della lingua del suo paese di residenza o di nazionalità, qualora si tratti di una lingua ufficiale dell'UE, e nel rispetto dei requisiti dello Stato membro di residenza. Al momento della conclusione, il consumatore riceve almeno una copia del contratto.

Diritto di recesso

La direttiva estende il diritto di recesso del consumatore, che se esercitato pone fine agli obblighi delle parti e ai contratti accessori. Tale diritto può essere esercitato senza indicarne le ragioni entro quattordici giorni di calendario. Il termine è calcolato a partire dalla firma o dal ricevimento del contratto, o di qualsiasi documento vincolante.

Tale possibilità offerta al consumatore è riportata nel formulario standard di informazione precontrattuale. In caso di mancato rispetto di questo obbligo, il termine di recesso viene esteso e portato ad un anno e quattordici giorni. Inoltre, qualora l'operatore non abbia fornito informazioni precontrattuali, il diritto di recesso può essere esercitato entro tre mesi e quattordici giorni.

Anticipi e pagamenti

Il pagamento anticipato, la fornitura di garanzie, l'imputazione di denaro o di riconoscimento di debito, od ogni altro onere versato dal consumatore, a favore dell'operatore o di terzi, non può avvenire prima della fine del termine di recesso.

Per quanto concerne i contratti di rivendita, i pagamenti anticipati sono vietati prima che la vendita abbia effettivamente avuto luogo o che il contratto di rivendita sia terminato in altro modo.

I pagamenti dovuti nel quadro di contratti di vacanze di lungo termine si effettuano in maniera scaglionata, ripartiti in rate annuali, ciascuna di pari valore. A partire dal secondo pagamento rateale, il consumatore può porre fine al contratto senza incorrere in penali dando preavviso all’operatore entro quattordici giorni di calendario dalla ricezione della richiesta di pagamento.

Risoluzione dei contratti accessori

In caso di esercizio da parte del consumatore del diritto di recesso, qualsiasi contratto accessorio connesso al contratto principale è automaticamente risolto. Il consumatore non deve alcuna spesa per la risoluzione. Le condizioni di risoluzione di questi contratti sono determinate dagli Stati membri.

Contratti internazionali

I diritti previsti dalla presente direttiva si possono applicare ai contratti soggetti alla legge di uno Stato terzo dell'Unione europea qualora:

  • uno dei beni immobili oggetto dell'accordo sia situato sul territorio comunitario;
  • nel caso di un contratto non direttamente collegato a beni immobili, l’operatore svolge attività commerciali o professionali in uno Stato membro.

Risoluzione delle controversie

Gli Stati membri garantiscono che il consumatore sia informato delle possibilità di ricorso stabilite dalle disposizioni nazionali. Essi incoraggiano lo sviluppo di procedure di risoluzione extragiudiziale.

Contesto

La presente direttiva abroga la direttiva 94/47/CE in considerazione delle evoluzioni del mercato dei prodotti per le vacanze.

Definizioni
  • Vacanze in multiproprietà: si riferiscono ad un contratto di durata superiore a un anno tramite il quale un consumatore acquisisce a titolo oneroso il diritto di godimento su uno o più alloggi per il pernottamento per più di un periodo di occupazione.
  • Vacanze di lungo termine: si riferiscono ad un contratto di durata superiore a un anno ai sensi del quale un consumatore acquisisce a titolo oneroso essenzialmente il diritto di ottenere sconti o altri vantaggi relativamente ad un alloggio.
  • Scambio: un contratto ai sensi del quale un consumatore partecipa a titolo oneroso a un sistema di scambio che gli consente l’accesso all’alloggio per il pernottamento o ad altri servizi in cambio della concessione ad altri dell’accesso temporaneo ai vantaggi che risultano dai diritti derivanti dal suo contratto.
  • Contratto di rivendita: un contratto ai sensi del quale un operatore assiste a titolo oneroso un consumatore nella vendita o nell’acquisto di una multiproprietà o di un prodotto.

RIFERIMENTI

AttoData di entrata in vigoreTermine ultimo per il recepimento negli Stati membriGazzetta ufficiale
Direttiva 2008/122/CE

2.2.2009

23.2.2011

GU L 33 del 3.2.2009

Ultima modifica: 05.06.2009
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina