RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 9 lingue
Nuove lingue disponibili:  CS - HU - PL - RO

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Materiali e oggetti di plastica

I materiali e gli oggetti di materia plastica che entrano in contatto con i prodotti alimentari possono cedere a questi sostanze tossiche. Per evitare qualsiasi rischio per la salute umana, l'Unione europea (UE) fissa dei limiti di migrazione applicabili ai costituenti dei materiali e degli oggetti in questione e definisce termini e condizioni d'uso specifiche per garantire la sicurezza degli alimenti.

ATTO

Regolamento (UE) n. 10/2011 della Commissione, del 14 gennaio 2011, riguardante i materiali e gli oggetti di materia plastica destinati a venire a contatto con i prodotti alimentari.

SINTESI

Il presente regolamento stabilisce norme specifiche per la fabbricazione e la commercializzazione di materiali e oggetti di materia plastica destinati ad entrare in contatto con i prodotti alimentari. Tali norme completano le disposizioni generali definite nel regolamento (CE) n. 1935/2004 riguardante i materiali e gli oggetti utilizzati per l'imballaggio dei prodotti alimentari.

I materiali

Il presente regolamento si applica ai materiali e agli oggetti di materia plastica destinati a entrare in contatto con i prodotti alimentari. Tali materiali e oggetti e parti di essi, possono essere:

  • realizzati esclusivamente in materia plastica;
  • materiali e oggetti multistrato di materia plastica; o
  • materiali di materia plastica in combinazione con altri materiali.

Il presente regolamento non si applica alle resine a scambio ionico, né alla gomma o ai siliconi.

Le disposizioni applicabili agli inchiostri da stampa, agli adesivi o ai rivestimenti si aggiungono ai requisiti previsti dal presente regolamento.

Immissione sul mercato

I materiali e gli oggetti di materia plastica destinati a venire a contatto con i prodotti alimentari devono rispettare:

  • i requisiti per l'uso, l'etichettatura e la tracciabilità di cui al regolamento (CE) n. 1935/2004;
  • le buone pratiche di fabbricazione di cui al regolamento (CE) n. 2023/2006;
  • i requisiti in materia di composizione e di dichiarazione di cui al presente regolamento.

Sostanze autorizzate

Solo le sostanze incluse nell'elenco di cui all'allegato I possono essere intenzionalmente utilizzate nella fabbricazione di materiali e oggetti di materia plastica. Questo elenco contiene:

  • monomeri;
  • additivi esclusi i coloranti;
  • sostanze ausiliarie della polimerizzazione esclusi i solventi; e
  • macromolecole ottenute per fermentazione microbica.

In deroga a ciò, le sostanze non incluse nell'elenco possono essere autorizzate a determinate condizioni.

Requisiti applicabili alle sostanze

Il presente regolamento stabilisce le condizioni d'uso per le sostanze autorizzate (cfr. allegato II) e i limiti di migrazione (cfr. allegato I). Tali limiti di migrazione corrispondono alla quantità massima consentita di una sostanza. rilasciata da un materiale o da un oggetto nei prodotti alimentari. Essi sono espressi in mg di sostanza per kg di prodotto alimentare (mg/kg).

Tutti i materiali e gli oggetti di materia plastica devono rispettare i limiti di migrazione specifici e i limiti di migrazione globali.

La composizione di ogni strato di materia plastica di un materiale o oggetto deve essere conforme al presente regolamento. Tuttavia uno strato non a diretto contatto con il prodotto alimentare può:

  • non essere conforme alle restrizioni e alle specifiche di cui al presente regolamento, eccetto per il cloruro di vinile monomero, come stabilito all’allegato I;
  • essere fabbricato con sostanze non figuranti nell’elenco delle sostanze autorizzate (tuttavia tali sostanze non devono essere mutagene, cancerogene o tossiche per la riproduzione, né presentarsi in nanoforma).

Dichiarazione di conformità

Il fabbricante redige una dichiarazione scritta contenente le informazioni indicate nell'allegato IV. Le informazioni fornite devono consentire un’identificazione agevole dei materiali, degli oggetti, dei prodotti in una fase intermedia della fabbricazione o delle sostanze. Tale dichiarazione è rinnovata quando la composizione o la produzione sono state modificate in maniera significativa.

RIFERIMENTI

AttoEntrata in vigoreTermine ultimo per il recepimento negli Stati membriGazzetta ufficiale

Regolamento (UE) n. 10/2011

4.2.2011

-

GU L 12, 15.1.2011

Le modifiche e correzioni successive del regolamento (CE) n. 10/2011 sono state integrate nel testo di base. Questa versione consolidata  ha solo valore documentale.
Ultima modifica: 08.03.2012
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina