RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 5 lingue

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Aromi alimentari

Il presente regolamento sostituisce la legislazione esistente sugli aromi alimentari per tenere conto degli sviluppi tecnologici e scientifici. L’obiettivo che si prefigge è di armonizzare sul piano comunitario l’uso degli aromi e degli ingredienti alimentari con proprietà aromatizzanti negli e sugli alimenti. Il nuovo regolamento stabilisce un elenco comunitario di aromi autorizzati, le loro condizioni per l’uso e le loro norme relative all’etichettatura.

ATTO

Regolamento (CE) n. 1334/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 dicembre 2008, relativo agli aromi e ad alcuni ingredienti alimentari con proprietà aromatizzanti destinati a essere utilizzati negli e sugli alimenti e che modifica il regolamento (CEE) n. 1601/91del Consiglio, i regolamenti (CE) n. 2232/96 e (CE) n. 110/2008 e la direttiva 2000/13/CE.

SINTESI

Il presente regolamento è volto a facilitare la libera circolazione degli alimenti e a garantire la salute e il benessere dei consumatori.

Ambito di applicazione

Il regolamento si applica agli aromi * utilizzati per conferire un odore e/o un sapore agli alimenti.

Il regolamento non si applica:

  • alle sostanze aventi esclusivamente un sapore dolce, aspro o salato;
  • agli alimenti crudi;
  • agli aromatizzanti di affumicatura;
  • ai miscugli di spezie e/o erbe fresche, essiccate o congelate, alle miscele di tè e miscele per tisane se non sono stati utilizzati come ingredienti alimentari.

Condizioni per l’uso

É vietata la vendita o l’uso di aromi che non soddisfano i criteri di purezza e i tenori massimi di elementi o di sostanze pericolose o indesiderabili.

Gli aromi o gli ingredienti alimentari con proprietà aromatizzanti possono essere utilizzati negli o sugli alimenti senza che siano necessarie una valutazione ed un’autorizzazione, solo se non presentano alcun rischio per la salute umana e il loro uso non induce in errore il consumatore.

Elenco comunitario degli aromi e dei materiali di base

Solo gli aromi e i materiali di base inclusi nell’elenco comunitario possono essere immessi sul mercato o utilizzati negli o sugli alimenti alle condizioni d’impiego ivi specificate.

L’elenco è modificato secondo la procedura uniforme di autorizzazione degli additivi alimentari, degli enzimi alimentari e degli aromi alimentari definita nel regolamento (CE) n. 1331/2008. Gli aromi o i materiali di base che hanno ottenuto un’autorizzazione secondo il regolamento (CE) n. 1829/2003 possono essere inclusi nell’elenco comunitario.

Etichettatura

L’etichettatura degli aromi alimentari deve rispettare le condizioni generali di etichettatura definite nella direttiva 2000/13/CE. Essa deve inoltre riportare:

  • il termine «aroma» o una denominazione più specifica o una descrizione dell’aroma; e
  • l’indicazione «per alimenti» o «per alimenti (uso limitato)» o un’indicazione più specifica dell’uso alimentare cui l’aroma è destinato.

Il termine «naturale» è utilizzato solo se le sostanze o le preparazioni derivano direttamente da materiali di origine animale o vegetale. L’indicazione «aroma identico al naturale» è soppressa.

Comitato

La Commissione è assistita dal comitato permanente per la catena alimentare e la salute degli animali.

Entrata in vigore

Il presente regolamento si applica a decorrere dal 20 gennaio 2011. Talune disposizioni si applicheranno ad una data successiva. Gli alimenti immessi sul mercato o etichettati prima del 20 gennaio 2011 che non sono conformi al presente regolamento possono essere commercializzati fino al termine minimo di conservazione o alla data di scadenza.

Contesto

Il presente regolamento si inserisce nel quadro della riforma lanciata dalla Commissione europea per semplificare la legislazione esistente in materia di additivi alimentari, aromi ed enzimi. Tale riforma culmina con l'elaborazione di una nuova legislazione basata su quattro regolamenti:

Termini chiave dell’atto

  • Aromi: prodotti non destinati ad essere consumati nella loro forma originale, che sono aggiunti agli alimenti al fine di conferire o modificare un aroma e/o sapore. Essi sono fabbricati con o contenenti le seguenti categorie di sostanze: sostanze aromatizzanti, preparazioni aromatiche, aromi ottenuti per trattamento termico, aromatizzanti di affumicatura, precursori degli aromi o altri aromi o miscele di aromi.

RIFERIMENTI

AttoEntrata in vigoreTermine ultimo per il recepimento negli Stati membriGazzetta ufficiale

Regolamento (CE) n. 1334/2008

20.1.2009-GU L 354 del 31.12.2008
Ultima modifica: 13.03.2009

Vedi anche

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito Internet della direzione generale Salute e consumatori.

Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina