RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 15 lingue
Nuove lingue disponibili:  CS - HU - PL - RO

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Indicazioni nutrizionali e sulla salute

Il presente regolamento stabilisce per la prima volta una serie di norme volte ad armonizzare l’uso delle indicazioni nutrizionali e sulla salute a livello europeo. D’ora in poi queste indicazioni presenti sull’etichettatura, la presentazione o la pubblicità dei prodotti alimentari dovranno essere chiare, precise e basate su prove accettate da tutta la comunità scientifica.

ATTO

Regolamento (CE) n. 1924/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 20 dicembre 2006, riguardante le indicazioni nutrizionali e sulla salute fornite sui prodotti alimentari [Cfr atti modificativi].

SINTESI

Le indicazioni nutrizionali e sulla salute del tipo «SENZA ZUCCHERI AGGIUNTI», «SENZA GRASSI», «Il calcio è necessario per la crescita e lo sviluppo osseo regolare dei bambini», ecc. sono armonizzate a livello europeo per garantire il funzionamento del mercato interno, assicurando al contempo un livello elevato di tutela dei consumatori.

Indicazioni nutrizionali e sulla salute interessate

Il regolamento si applica a tutte le indicazioni nutrizionali e sulla salute compresi:

  • le comunicazioni a carattere commerciale (etichettatura, presentazione e campagne pubblicitarie);
  • i marchi di fabbrica e altri nomi commerciali che possano essere considerati come indicazioni nutrizionali o sulla salute.

Il regolamento si applica alle indicazioni che riguardano ogni tipo di alimento destinato al consumatore finale, compresi gli alimenti destinati all'approvvigionamento di ristoranti, ospedali, mense e simili.

Protezione del consumatore

La legislazione sulle indicazioni nutrizionali e sulla salute tutela il consumatore vietando ogni informazione:

  • inesatta, poco comprensibile o ingannevole (ad esempio, che attribuisca al prodotto alimentare virtù medicinali a torto, ovvero senza che ciò sia stato dimostrato scientificamente);
  • che susciti dubbi circa la sicurezza o l'adeguatezza nutrizionale di altri prodotti alimentari;
  • che incoraggi o tolleri un consumo eccessivo di un determinato prodotto alimentare;
  • che inciti a consumare un prodotto alimentare affermando o suggerendo direttamente o indirettamente che un'alimentazione equilibrata non fornisce tutti gli elementi nutritivi necessari;
  • che cerchi di spaventare il consumatore facendo riferimento ad alterazioni delle funzioni corporali.

Dichiarazione nutrizionale obbligatoria

L’etichettatura nutrizionale dei prodotti per cui è obbligatoria un’indicazione nutrizionale e/o un’indicazione sulla salute, è obbligatoria tranne in caso di campagna pubblicitaria collettiva.

La dichiarazione nutrizionale obbligatoria, secondo le disposizioni della direttiva 90/496/CEE relativa all’etichettatura nutrizionale dei prodotti alimentari, include le seguenti informazioni:

  • il valore energetico; e
  • la quantità di grassi, glucidi, zuccheri, proteine e sale.

A decorrere dal 13 dicembre 2016, il regolamento (UE) n. 1169/2011 renderà obbligatoria l’etichettatura nutrizionale che il prodotto alimentare preveda o no indicazioni nutrizionali o sulla salute.

Condizioni generali di utilizzazione

Le indicazioni nutrizionali e sulla salute devono ottemperare alle seguenti condizioni:

  • si è dimostrato che la presenza, l’assenza o il contenuto ridotto di una sostanza nutritiva o di altro tipo rispetto alla quale è fornita l’indicazione ha un effetto nutrizionale o fisiologico benefico, sulla base di dati scientifici generalmente accettati;
  • la sostanza nutritiva o di altro tipo rispetto alla quale è fornita l’indicazione è contenuta in una quantità significativa tale da produrre l’effetto nutrizionale o fisiologico indicato;
  • la sostanza nutritiva o di altro tipo rispetto alla quale è fornita l’indicazione si trova in una forma direttamente consumabile;
  • le condizioni specifiche di utilizzo devono essere rispettate, per es. la sostanza attiva (ad esempio: vitamine, fibre, ecc.) dev'essere presente in quantità sufficiente nel prodotto alimentare per avere effetti benefici.

Le indicazioni nutrizionali e sulla salute sono vietate per le bevande alcooliche contenenti un volume di alcol superiore all’1,2 %, ad eccezione di quelle che si riferiscono alla riduzione del tenore di alcol ovvero alla riduzione del contenuto energetico di una bevanda alcolica.

Condizioni specifiche di utilizzo

Solo le indicazioni nutrizionali enumerate nell’allegato del presente regolamento sono autorizzate. Le indicazioni nutrizionali comparative sono possibili per prodotti alimentari della stessa categoria. Inoltre se l’indicazione riguarda una riduzione del valore energetico o della quantità di sostanze nutritive , tale riduzione deve corrispondere ad almeno il 30 % (25 % per il sale) rispetto ad un prodotto simile.

Le indicazioni sulla salute sono soggette a requisiti specifici. La loro etichettatura, presentazione o pubblicità deve fornire alcune informazioni obbligatorie:

  • una dicitura relativa all'importanza di una dieta varia ed equilibrata e di uno stile di vita sano;
  • la quantità dell'alimento e le modalità di consumo necessarie per ottenere l'effetto benefico indicato;
  • una dicitura rivolta alle persone che dovrebbero evitare di consumare l'alimento;
  • un'appropriata avvertenza per i prodotti che potrebbero presentare un rischio per la salute se consumati in quantità eccessive.

Il regolamento vieta ogni indicazione sulla salute che faccia riferimento al ritmo (“perderete 3 kg in una settimana”) o all'importanza della perdita di peso (“perderete 3 kg”), nonché le indicazioni che affermino che sia pregiudizievole per la salute non consumare un determinato tipo di alimento, i riferimenti ad un medico o a un professionista sanitario determinato, ad associazioni diverse dalle associazioni sanitarie nazionali e organismi filantropici attivi nel settore sanitario e le indicazioni che facciano ritenere che astenersi dal consumo del prodotto possa essere pregiudizievole per la salute.

Ai sensi del regolamento sull’etichettatura dei prodotti alimentari, è vietato qualsiasi riferimento a proprietà di prevenzione, trattamento o guarigione da una malattia umana. Il regolamento autorizza le indicazioni sulla riduzione del rischio di una malattia, purché sia stata approvata la relativa domanda di autorizzazione.

Domanda di autorizzazione

Per autorizzare una nuova indicazione o per modificare l'elenco esistente, il fabbricante deve presentare una domanda allo Stato membro interessato, il quale la inoltra all'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA). Sulla base del parere formulato da tale Autorità, la Commissione adotta una decisione circa l'utilizzazione di tale indicazione.

RIFERIMENTI

AttoData di entrata in vigoreTermine ultimo per il recepimento negli Stati membriGazzetta ufficiale

Regolamento (CE) n. 1924/2006

19.1.2007

1.7.2007

GU L 404, 30.12.2006

Atto(i) modificatore(i)Data di entrata in vigoreTermine ultimo per il recepimento negli Stati membriGazzetta ufficiale

Regolamento (CE) n. 107/2008

4.3.2008

-

GU L 39, 13.2.2008

Regolamento (CE) n. 109/2008

4.3.2008

-

GU L 39, 13.2.2008

Regolamento (UE) n. 1169/2011

12.12.2011

-

GU L 304, 22.11.2011

Regolamento (UE) n. 1047/2012

29.11.2012

-

GU L 310, 9.11.2012

ATTI COLLEGATI

Regolamento (UE) n. 432/2012 della Commissione, del 16 maggio 2012, relativo alla compilazione di un elenco di indicazioni sulla salute consentite sui prodotti alimentari, diverse da quelle facenti riferimento alla riduzione dei rischi di malattia e allo sviluppo e alla salute dei bambini [Gazzetta ufficiale L 136 del 25.5.2012].

Regolamento (CE) n. 353/2008 della Commissione del 18 aprile 2008 che fissa le norme d’attuazione per le domande che autorizzano le indicazioni sulla salute previste dall’articolo 15 del regolamento (CE) n. 1924/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio [Gazzetta ufficiale L 109 del 19.4.2008].
Modificato da:
Regolamento (CE) n. 1169/2009 [Gazzetta ufficiale L 314 dell’1.12.2009].
Il regolamento riguarda le norme da rispettare per la presentazione di una domanda di autorizzazione delle indicazioni sulla salute. Ogni domanda di autorizzazione verterà esclusivamente su una indicazione sulla salute e comprenderà una proposta di formulazione dell’indicazione e delle sue condizioni specifiche per l’uso nonché i dati scientifici che la giustificano.

Ultima modifica: 01.02.2013

Vedi anche

  • Sito della direzione generale della salute e dei consumatori, registro delle indicazioni nutrizionali e sulla salute (EN)
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina