RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 5 lingue

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Apparecchi a gas

La presente direttiva risponde al bisogno di armonizzazione normativa per soddisfare le esigenze di sicurezza, salute e risparmio energetico in materia di apparecchi a gas nell'Unione europea.

ATTO

Direttiva 2009/142/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 30 novembre 2009, concernente gli apparecchi a gas (Testo rilevante ai fini del SEE).

SINTESI

La presente direttiva si applica ai seguenti apparecchi e dispositivi a gas:

  • apparecchi utilizzati per la cottura, il riscaldamento, la produzione di acqua calda, il raffreddamento, l'illuminazione e il lavaggio, i quali bruciano combustibili gassosi ed hanno eventualmente una temperatura normale dell'acqua non superiore a 105 °C;
  • dispositivi di sicurezza, di controllo e di regolazione.

Tali apparecchi devono essere progettati e costruiti in modo da funzionare senza compromettere la sicurezza delle persone, degli animali domestici e dei beni.

Tutti gli apparecchi immessi sul mercato devono essere corredati da:

  • istruzioni tecniche elaborate per l'installatore che precisano il tipo di gas e la pressione di alimentazione utilizzati, l'aerazione dei locali richiesta, nonché le condizioni di evacuazione dei prodotti di combustione;
  • istruzioni per l'uso e la manutenzione elaborate per l'utente contenenti le informazioni necessarie per l'utilizzazione sicura;
  • avvertenze che indicano il tipo di gas, la pressione d'alimentazione e le eventuali restrizioni per quanto riguarda l'uso.

Il fabbricante deve garantire la sicurezza delle proprietà dei materiali.

Il fabbricante deve presentare una richiesta d'esame CE presso l'organismo notificato * che contiene:

  • il nome e l'indirizzo del fabbricante;
  • una dichiarazione scritta;
  • la documentazione relativa al progetto.

Se la richiesta soddisfa le disposizioni della presente direttiva, l'oganismo notificato rilascia al richiedente un certificato d'esame CE del tipo.

Lo scopo della sorveglianza CE è di garantire che il fabbricante soddisfi correttamente gli obblighi derivanti dal sistema di qualità approvato.

Il fabbricante può a sua volta fare una dichiarazione CE di conformità al tipo *.

L'apparecchio o impianto a gas deve contenere le seguenti indicazioni:

  • il nome o il simbolo di identificazione del fabbricante;
  • la denominazione commerciale dell'apparecchio;
  • il tipo di alimentazione elettrica;
  • la categoria di apparecchio;
  • le ultime due cifre dell'anno in cui è stata apposta la marcatura CE.

La presente direttiva abroga la direttiva 90/396/CEE.

Termini chiave dell'atto
  • Organismo notificato: fornisce servizi in materia di valutazione della conformità secondo le condizioni fissate nella direttiva. Si tratta di un servizio ai fabbricanti nel campo dell'interesse pubblico;
  • Dichiarazione CE di conformità al tipo: assicurazione della qualità dei prodotti, un organismo notificato valuta e controlla i sistemi di qualità del fabbricante.

RIFERIMENTI

AttoEntrata in vigoreTermine ultimo di recepimento negli Stati membriGazzetta ufficiale

Direttiva 2009/142/CE

5.1.2010

-

GU L 330 del 16.12.2009

Il presente documento di sintesi, diffuso a titolo informativo, non è inteso a interpretare né sostituire il documento di riferimento, che costituisce l'unica base giuridica vincolante.

Ultima modifica: 12.02.2010
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina